Press ESC to close

Ugo Benedetti

A MARTINENGO TORNA la “SAGRA della PATATA”

Tutta la bassa bergamasca era una grande produttrice di patate, la sua coltivazione era così diffusa da caratterizzarne gli abitanti con il soprannome “i Patatù de Martineng” o i “Patatù dè Spirà”. L’Amministrazione Comunale di Martinengo ha rilanciato la Sagra che richiama turisti da tutta la Lombardia. Oltre ai produttori di patate saranno presenti anche altre specialità tipiche come formaggi e salumi, marmellate, pane, olio, miele, birra, tartufi, vino e altre prelibatezze del nostro territorio. Parole d’ordine: gusto e qualità. Oltre agli gnocchi di patata di Martinengo e tante prelibatezze da gustare in piazza, anche quest’anno si aggiunge uno speciale appuntamento sempre in tema di cultura gastronomica. Dalle 8 alle 19 sotto i portici martinenghesi, in pieno centro storico, ci sarà l’occasione per poter acquistare direttamente dai produttori locali il famoso prodotto dalla caratteristica polpa di color bianco o leggermente giallo, dalle proprietà organolettiche davvero speciali.

*

NECROLOGIE DI OGGI 7 SETTEMBRE 2022

I SANTI del GIORNO

Santa REGINA di Alise, vergine e martire. Invocata contro la povertà e l’impoverimento – San GRATO Vescovo. Patrono della Valle d’Aosta. Invocato per la protezione dei vigneti di tutta la Valle – Santi FESTO diacono e DESIDERIO lettore e martire – Beato GUIDO d’Arezzo monaco. Fu l’inventore delle sette note musicali, del pentagramma e del solfeggio – La Chiesa celebra la festa di altri 23 SANTI e 14 BEATI – La Chiesa domani celebra la FESTA della NATIVITA’ di MARIA SS. (Maria Bambina

*

AFORISMA del GIORNO

“Fai ciò che ami, ama ciò che fai e mantieni più di quanto hai promesso”

*

IL PENSIERO del GIORNO

“Beati voi poveri, perché vostro è il regno di Dio”  – La creatura che sa vivere con coraggio i suoi e altrui limiti esistenziali e storici sa costruire un’esistenza equilibrata, in armonia con i fratelli e protesta ad una convivialità esistenziale. Una lettura ampia della parola povertà apre lo sguardo del cuore a tante e complesse accezioni del termine e apre lo sguardo ad abbracciare tutta l’umanità, in una grande comunione di speranza fraterna. – Padre, il tuo Figlio ha privilegiato i poveri nell’annuncio del Vangelo. Apri il nostro cuore a tante povertà che affliggono l’uomo dei nostri giorni, per seminare in tutti il coraggio e la speranza di fronte al mistero della vita. Lo Spirito Santo guidi le aperture dei nostri desideri e ci doni quel pungolo interiore che ci fa tendere la mano a tutti i fratelli in una grande solidarietà di spiriti. Amen –  Mons. Antonio Donghi

*

GIORNATA MONDIALE sulla DISTROFIA MUSCALE di DUCHENNE

Obiettivo della Giornata è sensibilizzare su questa malattia genetica rara che porta alla progressiva degenerazione muscolare. Negli ultimi decenni, l’aspettativa di vita delle persone affette da Duchenne è aumentata in modo significativo e diventare adulti convivendo con questa patologia presenta nuove sfide, difficoltà e opportunità. La distrofia muscolare di Duchenne (Dmd) – ricorda la nota – colpisce 1 su 5.000 neonati maschi. È la forma più grave delle distrofie muscolari, si manifesta nella prima infanzia e causa una progressiva degenerazione dei muscoli, conducendo, nel corso dell’adolescenza, ad una condizione di disabilità sempre più severa. Al momento, non esiste una cura. La ricerca e il trattamento hanno permesso di migliorare le condizioni generali e l’aspettativa di vita dei ragazzi

*

1^ GIORNATA MONDIALE dell’ARIA PULITA per i CIELI BLU

Quest’anno le Nazioni Unite hanno riconosciuto il diritto universale a un ambiente pulito, sano e sostenibile. Questo è il Messaggio del 2022: L’aria pulita è ora un diritto umano – Un clima stabile è un diritto umano – Una natura sana è un diritto umano – Oggi l’inquinamento atmosferico nega a miliardi di persone i loro diritti – L’aria inquinata colpisce il 99% delle persone sul pianeta – I poveri sono quelli che soffrono di più – Soprattutto le donne e le ragazze, la cui salute è compromessa dal fatto di cucinare e scaldarsi con combustibili contaminati – Inoltre, i poveri vivono in aree soffocate dai fumi del traffico e dell’industria – Gli inquinanti atmosferici causano anche il riscaldamento globale – Gli incendi boschivi stanno ulteriormente inquinando l’aria – Quando le persone sono esposte all’inquinamento atmosferico e al caldo estremo, il loro rischio di morte aumenta di circa il 20% – Il cambiamento climatico e l’inquinamento atmosferico sono un binomio letale – In questa terza Giornata internazionale dell’aria pulita per i cieli blu, invito tutti i Paesi a collaborare per combattere l’inquinamento atmosferico – Sappiamo cosa fare – Investire nelle energie rinnovabili e abbandonare rapidamente i combustibili fossili – Passare rapidamente a veicoli a emissioni zero e a modalità di trasporto alternative – Aumentare l’accesso alla cucina, al riscaldamento e al raffreddamento sostenibili – Riciclare i rifiuti invece di bruciarli – Queste azioni salverebbero milioni di vite ogni anno, rallenterebbero il cambiamento climatico e accelererebbero lo sviluppo sostenibile – L’inquinamento atmosferico non conosce confini – Per questo le nazioni devono lavorare insieme – Monitoriamo l’inquinamento atmosferico – Emaniamo leggi che rispettino le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sulla qualità dell’aria – E realizziamo piani credibili per ridurre le emissioni dei veicoli, delle centrali elettriche, delle opere edilizie e delle industrie – Insieme, possiamo ridurre l’inquinamento atmosferico e mantenere le persone e il pianeta in salute e al sicuro

*

GIORNATA NAZIONALE della MICOLOGIA

La raccolta dei funghi è comunque subordinata ad obiettivi generali di conservazione dell’integrità territoriale e degli equilibri degli ecosistemi. I funghi, infatti, sono molto importanti per gli equilibri naturali del bosco. Chi in generale ama la natura ed in particolare chi ama andare per boschi, dovrebbe assumere un comportamento adeguato e rispettoso, evitando di sconvolgerne gli equilibri con comportamenti inopportuni. Non è raro infatti trovare funghi danneggiati a calci o bastonate, oppure gettati via dopo essere stati raccolti, a seguito di dubbi o ripensamenti circa la loro commestibilità. Ogni specie di fungo svolge una funzione utile per assicurare l’equilibrio del bosco ed in ultima analisi anche per mantenere la rinnovazione delle specie più pregiate. Bisogna ricordare che la raccolta e la commercializzazione dei funghi sono disciplinate dalla legge e dai regolamenti locali che indicano le specie, le dimensioni e il quantitativo massimo di funghi che si possono raccogliere, oltre al calendario dei giorni in cui questa attività è consentita

*

– 1927 – NASCE il TELEVISORE

(95 anni fa) A due anni dall’invenzione di Baird, che secondo la tesi comune segna l’inizio della televisione, l’inventore americano Philo Farnsworth costruisce il primo televisore elettronico della storia. Il prototipo prende vita nel suo laboratorio di San Francisco e appare rivoluzionario rispetto ai precedenti modelli (basati su un sistema meccanico), poiché sia l’apparecchio di ripresa delle immagini, che quello di trasmissione delle stesse, sono dotati di un dispositivo elettronico. Il televisore di Farnsworth trasmette le immagini su una superficie sensibile attraverso un tubo a raggi catodici. L’importanza di questa invenzione si misura con il fatto che la tecnologia a tubi catodici è tuttora in uso, sebbene risultino quasi del tutto sostituiti dalle TV a cristalli liquidi, al plasma, a LED, etc

*

– CASSAZIONE. NO alle BOLLETTE TELEFONICHE a 28 GIORNI

Se vi ricordate all’improvviso le Compagnie telefoniche modificarono i contratti portando la fatturazione a 28 giorni anziché 30/31 giorni. La Corte di Cassazione ha chiuso definitivamente la questione. Il tema è l’annosa questione delle bollette a 28 giorni sulla quale è arrivata la parola fine.  La Corte di Cassazione ha giudicato inammissibile il ricorso di Fastweb per “eccesso di potere” contro la sentenza del Consiglio di Stato sulla fatturazione a quattro settimane. No definitivo, dunque, alle bollette a 28 giorni. Il 7 febbraio 2020 l’organo aveva respinto l’appello dell’azienda contro il Tar del Lazio. Il tribunale aveva confermato con più sentenze la multa dell’Agcom (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) di 1,16 miliardi di euro per il mancato rispetto delle norme sulla cadenza mensile del rinnovo delle offerte per la telefonia fissa e per quella fisso-mobile. Sanzioni che avevano colpito anche Tim, Wind 3 e Vodafone. Decisione accolta con soddisfazione dalle associazioni dei Consumatori.

*

SCIOPERO TRENI

Sciopero nazionale dei macchinisti e dei capitreno venerdì 9 settembre 2022. L’agitazione è prevista dalle 9 alle 17. Per questo motivo, il sistema ferroviario lombardo potrà subire variazioni e cancellazioni.

*

– BERGAMO. UN PIENONE di TURISTI

Dopo un agosto da incorniciare, con tassi di occupazione anche in città mai toccati nell’ultimo ventennio e l’aeroporto che ha sfiorato il record storico, settembre si avvia nel migliore dei modi per il turismo impossibile o quasi trovare posti letto nel week-end in città e nella Grande Bergamo, salvo spingersi fuori, dal lago alle valli. Bergamo Alta è invasa da non credere, code da mezz’ora e più per prendere la funicolare, autobus pieni. A dare questo impulso turistico è anche il Gran Premio a Monza. L’onda rossa dei tifosi porta vivacità nelle prenotazioni anche a notevole distanza dal circuito, data la difficoltà, a partire in particolare da venerdì nel trovare un posto dove trascorrere la notte.  L’effetto Gran Premio sulle prenotazioni, storicamente importante anche per effetto della presenza sul territorio di aziende di primo piano legate all’industria automobilistica. Il tasso di occupazione degli alberghi della città e della Grande Bergamo sarà del 95%, la quasi totalità degli oltre 10 mila posti letto messi a disposizione delle strutture alberghiere e extralberghiere presenti. Notevole, secondo le stime di Ascom Confcommercio Bergamo, anche l’indotto che per tutto il settore del terziario sarà di 3.140.000 euro per il fine settimana.

*

BEATO GUIDO d’AREZZO dà UN NOME alle NOTE MUSICALI

Guido D’Arezzo, oggi è la sua festa, visse in un periodo compreso tra il 990 e il 1050. Visse una vita tumultuosa, costellata da viaggi in giro per il mondo, sin quando non si stabilirà prima in Arezzo, successivamente a Roma; Il suo metodo didattico e i suoi trattati musicali lo resero uno dei più importanti didatti della Musica Medievale. Come giunse all’idea di dover dare una definizione neumatica ai suoni? Quale fu la necessità? Fu necessario sperimentare un sistema attraverso il quale fosse possibile ai cantori apprendere delle melodie scritte, senza che fosse necessaria la presenza del Maestro. Altri didatti come Ucbaldo ed Ermanno Contratto tentarono di trovare un sistema adatto alle esigenze dei musicisti del tempo. Ma soltanto Guido D’Arezzo riuscì nell’impresa attraverso la creazione della “Solmisazione“; un metodo che fonda le sue leggi sulla base dei principi esecutivi de “l’esacordo”, cioè la successione di sei suoni in cui il semitono è collocato al centro. Questi sei suoni vennero ricavati dalla prima strofa dell’Inno di San Giovanni Battista. Dalla fusione delle sillabe, e i suoni della prima strofa di questo canto, vennero estrapolati i nomi delle note; che in un primo momento portavano i seguenti nomi: Ut, Re, Mi, Fa, Sol, La. Attraverso la creazione della solmisazione e lo studio della notazione su rigo, l’insegnamento musicale sarà sottratto al potere dell’oralità mnemonica. L’esplosione di una simile scoperta si evincerà nella maniera con il quale la musica scritta si diffonderà nel scenario della Storia della Musica

*

VIE di BERGAMO. Via ENRICO MORALI

Nasce a Bergamo il 24 agosto 1895 – muore il 25 novembre 1945. Il padre Cesare si è laureato all’Università di Pavia in farmacia e in chimica. La mamma è Giuseppina Brolis. Dopo il corso allevi ufficiali a Torino, nell’agosto 1915 è assegnato al 78° R.F. della Brigata Toscana, quella dei “Lupi”. Nel 1915 combatte strenuamente alla conquista del Monte Melino. Nel 1916 si distingue nell’espugnazione del Monte Sabotino e consegue una medaglia di bronzo. Lo stesso anno muore il fratello Vincenzo, Sottotenente del 10° R.F. della Brigata Regina mentre combatte sul Monte San Michele. Al rientro da uno spericolato assalto all’arma bianca condotto con la sua Compagnia, il Colonnello Pierozzi gli dice ammirato: “Un’azione come questa merita la medaglia d’oro”. Ma Enrico Morali risponde: “Non ho fatto che il mio dovere, come tutti costoro, e non voglio ricompense”. Nei combattimenti successivi riporta tre gravi ferite e, per il suo temperamento intraprendente e coraggioso, ottiene due medaglie d’argento. Nel 1918 come Capitano gli è assegnato il III Battaglione del 58° R.F. Brigata Abruzzi che combatte sul Monte Grappa. Al termine di accaniti scontri, il 31 ottobre con il III Battaglione sfonda il fronte sul Grappa aprendo la strada alla gloriosa IV Armata. Gli è conferito l’ordine Militare di Savoia. Motivazione: In pochi mesi preparava il suo battaglione facendone una forza sola, gagliarda e irresistibile. Incaricato di forzare un’importante posizione nemica, l’attaccava ripetutamente con grande slancio e riusciva ad entrare in tratto di trincea catturando prigionieri e subendo limitate perdite per le geniali disposizioni date. Accortosi che l’avversario si ritirava, impetuosamente lo incalzava e, occupate tutte le posizioni, facilitava il rapido inseguimento ad altre nostre truppe con grande vantaggio per il successivo svolgersi delle operazioni. Col del Miglio, Prà Gobbo, Col Caprile, Col della Berretta, 2-31 ottobre 1918. Nel 1920 è con Gabriele d’Annunzio a Fiume, dove si evidenzia per particolari incarichi. Con il ritorno alla vita civile riprende l’attività di Ragioniere curatore di fallimenti e istituisce a Bergamo l’Associazione “Lupi di Toscana”. È anche presidente onorario della locale Associazione Combattenti e Reduci. Come Maggiore, al comando del Battaglione “Bergamo” nel 1935 prende parte alla Campagna d’Etiopia distinguendosi per la leggendaria conquista dell’Uòrk Amba nel Tembién. Gli viene conferito un encomio solenne e una medaglia di bronzo. Nella vita civile lavora alle dipendenze dell’AGIP Il 1° luglio 1936 è incaricato di dirigere la sede Agip di Mogadiscio. La formazione militare bergamasca che più si è distinta nella grande guerra è rappresentata dai fanti della Brigata Toscana, i “Lupi” del 78° Reggimento Fanteria che aveva sede alla Caserma Umberto I in via San Giovanni, dove ora si trova il monumento ai caduti dei Lupi di Toscana. Enrico Morali, che tra l’altro ha perso nella guerra il fratello Vincenzo, si è distinto in modo particolare per le azioni di eroismo compiute su vari fronti del primo conflitto mondiale. Nell’agosto 1937 è assegnato alla Direzione Generale di Roma. Come Tenente Colonnello nell’ottobre 1940 gli è attribuito il comando del 65° Battaglione Fanteria di stanza a Terni. Nel 1942 è collocato in congedo assoluto per ragioni di salute. Prosegue la sua attività presso l’AGIP. che gli affida la direzione della sede di Milano. Muore, per causa di guerra, il 25 novembre 1945. Il Comune di Bergamo, negli anni Sessanta ha intitolato una via a suo nome. Ogni anno la Federazione Provinciale di Bergamo dell’Associazione Nazionale del Fante organizza la cerimonia commemorativa in omaggio ai gloriosi “Lupi” della Brigata Toscana e alla memoria dei fratelli Enrico e Vincenzo Morali.

*

SIGNIFICATO del NOME REGINA

Il nome deriva dal germanico Regin o Ragan che significa “signora” oppure “persona che dà buoni consigli”. E’ un nome affettivo dato per augurare alla figlia di essere bella, ricca, fortunata come una regina. Oggi è Santa Regina. In Italia portano questo nome 26.548 persone di cui il 29,8% in Lombardia

*

– PROVERBI

  • “Pioggia in settembre poco acquista e nulla rende”
  • “Chi lavora di settembre, fa bel solco e poco rende”
  • “Di settembre o porta via i ponti o secca le fonti”.
  • “A settembre pioggia e luna, è dei funghi la fortuna”
  • “Aria settembrina fresco la sera e fresco la mattina”

*

I TURNI delle FARMACIE

  • *** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
  • *** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 8 settembre ore 9) Per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24/24 – consultare il sito www.federfarma.bergamo.it
  • *** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica (fino le ore 8 di lunedì) e festivi.

*

IL LIBRO. ERAVAMO il SALE del MARE

In libreria dal luglio 2022 – pag. 288 – costo € 12,00 – trama: A trentatré anni la bella Catherine Garant non sa che fare della sua vita. Reduce da un rapporto di coppia finito male e stufa del suo lavoro in uno studio di architettura, decide di partire per la Gaspésie, regione del Québec dove si snoda l’interminabile estuario del fiume San Lorenzo. Tuttavia non è in vacanza. È lì per incontrare una persona che le ha mandato una lettera dalla Florida, una persona che non vede da… trentatré anni! Catherine si ferma nel paesino costiero di Caplan, dove si ritrova proiettata in un mondo di pescatori e pescherecci, maree, orizzonti sconfinati e chiacchiere di paese strane e contraddittorie, che non la aiutano a trovare le risposte di cui ha bisogno.

*

CAMMINARE o PEDALARE FA BENE al CUORE

Camminare con un passo veloce per almeno trenta minuti al giorno può essere d’aiuto per irrobustire la cassa toracica e migliorare la ventilazione polmonare, risultando di conseguenza un’attività benefica per la salute del cuore. Non mancano poi i vantaggi sulla sfera psicologica, in quanto il camminare esercita un effetto de-stressante capace di alleviare anche gli stati di ansia. Pedalare invece è un’attività rafforzativa per i muscoli di tutto il corpo, compresa la muscolatura del cuore. Il tipo di movimento richiesto dalla pedalata favorisce anche la circolazione del sangue, risultando in un abbassamento della pressione. Anche in questo caso non mancano inoltre benefici per chi soffre di stress e ansia. In generale praticare movimento tutti i giorni è utile per evitare alcune delle condizioni che influenzano negativamente la circolazione e la salute del cuore. Parliamo nello specifico di sedentarietà, sovrappeso, pressione e colesterolo alti, diabete. L’attività motoria è anche importante per contrastare problematiche più serie come l’insorgere di ictus, infarti e aterosclerosi

*

CULTURA e AVVENIMENTI in CITTA’ e in PROVINCIA

  • BERGAMO – Celadina – fino al 20 settembre ore 19 – Apre il Luna Park
  • BERGAMO – Seminario Vescovile – 14 settembre ore 9,30 – Assemblea del Clero della Diocesi di Bergamo
  • BERGAMO – Centro Culturale “Alle Grazie” – 9 settembre ore 17 – Inaugurazione della Mostra “Bergamo e il suo centro nelle antiche stampe”
  • BERGAMO – Biblioteca A. Mai – 9 settembre ore 18 – Salone Furietti presentazione del libro “Alberto da Villa d’Ogna e la sua comunità” – ingresso libero e consigliata la prenotazione 035-399430.
  • BERGAMO – Fondazione Palazzo Moroni – 8 settembre ore 16,30 – I passaggi segreti di Casa Moroni in occasione del Festival “I Maestri del paesaggio”
  • BERGAMO – Ospedale Papa Giovanni – 10 settembre ore 16 – Camminata non competitiva a favore dell’Ass. Paolo Belli di km. 5 km.10 – info 338 2567715
  • BERGAMO – Chiesa “Alle Grazie – 9 settembre ore 18 – Apertura delle celebrazioni in occasione della Festa del Santo Jesus”
  • BERGAMO – Parco di Loreto – 8 settembre ore 18,30 – Pandemonium Teatro presenta: “La metamorfosi di Ovidio”
  • BERGAMO – Piazzale degli Alpini – 12 settembre ore 20,30 – BergamoScienza organizza una Conferenza: “Cervelli affamati: Il cibo raccontato dalle neuroscienze”
  • BERGAMO – Auditorium Piazza Libertà – 8 settembre ore 20,30 – proiezione del film “La caja di Lorenzo Vigas”
  • ALBINO – Maglio Calvi – 8 settembre ore 19,30 – Concerto
  • ALBINO COMENDUNO – 8 settembre ore 21 – spettacolo: “Noter se Rockco”
  • CHIUDUNO – Centro – dal 4 all’11 settembre – Sagra Alpina
  • FILAGO – Chiesa Parrocchiale – 10 settembre ore 20,30 – Concerto d’Organo con Paola Palamini
  • MAPELLO – Santuario di Prada – 10 e 11 settembre dalle ore 18 – Cena con prodotti tipici – musica – giochi di un tempo – visite guidat al Santuario
  • OLMO al BREMBO – Oratorio – 11 settembre dalle ore 9 – Caccia al fungo più grosso
  • OLTRESSENDA – Ritrovo Piazzale del Comune di Villa d’Ogna – 11 settembre ore 9 – Trekking
  • PARRE – Centro – 10 e 11 settembre dalle ore 9 – 4^ Edizione: “Parre nell’’Era del ferro” – rievocazioni storiche
  • PEIA – Chiesa Santa Elisabetta – 10 settembre dalle ore 15 – Storie di mercanti e devozione sulla “Via della Lana” – prenotazione obbligatoria “Promoserio”
  • SANT’OMOBONO TERME – Santuario della Cornabusa – 8 settembre ore 21 – spettacolo “Il forgiatore”
  • SAN PELLEGRINO TERME – Casinò – 8 settembre ore 9,30 – Alla scoperta del Casinò in visita guidata
  • SCANZOROSCIATE – tutti gli weekend di settembre – Moscato di Scanzo e dei sapori scanzesi
  • SERIATE – Parco Via degli Alpini – 8 settembre ore 17 – spettacolo di burattino: Gioppino e il mistero del castello
  • SERIATE – Cineteatro Gavazzeni – 8 settembre ore 21 – Spettacolo: “Io Emanuela”
  • TRESCORE BALNEARIO – Centro – dall’8 all’11 settembre – 64^ Sagra dell’uva e dell’Agricoltura bergamasca – Numerose manifestazioni e Palio
  • URGNANO – Rocca Albani – 8 settembre ore 21 – Spettacolo: “Gh’era una olta: storia della veglia di stalla”

*

CINEMA a BERGAMO IL SIGNORE delle FORMICHE

Film drammatico – durata 197 minuti – presentato al festival del Cinema di Venezia 2022 – trama: Provincia di Piacenza, anni Sessanta. Aldo Braibanti è un intellettuale con un gran seguito tra i giovani. Quando incontra Ettore si accorge di provare per lui un’attrazione, presto reciprocata dal ragazzo, che gli costerà lalibertà e la carriera: perché Braibanti è anche un omosessuale dichiarato. È sintomatico che la parola omosessuale compaia ne Il signore delle formiche solo dopo un’ora di racconto: un modo narrativamente appropriato per riprodurre il silenzio negazionista che ha circondato non solo il termine, ma l’esistenza stessa di una parte della popolazione italiana. Gianni Amelio racconta questa storia scegliendo in parte la cifra del melodramma alla Douglas Sirk – contrastata dall’asciuttezza rigorosa delle interpretazioni dell’ottimo Luigi Lo Cascio e del sorprendente Leonardo Maltese, al suo esordio – e scegliendo due attori che si assomigliano “come due gocce d’acqua” perché sono la prosecuzione di un’identità sempiterna, con buona pace di chi pensa che l’omosessualità sia un vezzo dell’epoca moderna e non ci sia invece sempre stata, come sia sempre destinata ad esistere: che piaccia o meno

*

TEMPO di MARMELLATE: STERILIZZARE i CONTENITORI in PENTOLA

Il metodo classico, tramandato di generazione in generazioni. il metodo in pentola è il più tradizionale, ma anche quello che richiede più tempo. Per sterilizzare in modo sicuro basta inserire sul fondo della pentola il canovaccio pulito, posizionare i vasetti e i tappi all’interno della pentola. Una volta inseriti tutti i barattoli, dobbiamo coprirli con un altro canovaccio, riempire la pentola con acqua fredda e portare a bollore per 30 minuti. Trascorso il tempo, spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare. Una volta freddi non resta che estrarli dalla pentola e metterli ad asciugare su un canovaccio a testa in giù. Lo stesso procedimento si utilizza anche con i vasetti pieni quando si tratta di confetture, succhi e conserve, non per i sottolio e i sottaceto perché l’olio e l’aceto sono conservanti naturali. Nel caso di barattoli con il contenuto, il procedimento è lo stesso, ma in questo caso si devono lasciare bollire per un’ora. Una volta spento il fuoco, prendiamo i vasetti tiepidi e li facciamo raffreddare a testa in giù

*

SEI NATO OGGI?

A causa del vostro spirito sognatore voi preferite trascorrere il tempo da soli. La filosofia è una delle vostre materie preferite. Vi ponete spesso dei quesiti esistenziali e amate vedere le cose da diversi punti di vista. Siete fatti di contraddizioni e amate questo vostro aspetto. Ottimisti nei confronti della vita, spesso siete molto fortunati e potete conseguire con facilità onori. Siete sentimentali ma senza eccessi, introspettivi, analitici. Avete pochi amici, ma siete buoni compagni di voi stessi. L’amore è importante ma non indispensabile. Il possibile partner può incorrere in difficoltà, perché non siete delle persone adattabili.

*

LUNARIO A  BERGAMO e in PROVINCIA

Il SOLE sorge alle ore 06.47 e tramonta alle ore 19.52 – Durata del giorno ore 13.05 (-3 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 10.55 (+3 minuti rispetto a ieri) – La LUNA crescente (visibile al 79%) sorge oggi alle ore 18.46 e tramonta domani alle ore 03.47

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,

Preferenze dei cookie