C’era grande attesa al Westfalenstadion per una partita che prometteva spettacolo se guardiamo al Dna delle squadre e dei loro allenatori. Al 5′ minuto prima occasione per i tedeschi con Schürrle che pesca Reus al limite del vertice basso dell’area orobica, ma il su diagonale finisce a lato. Risposta degli orobici con triangolo  Iličič-Cristante che impegna Burki in angolo. Al 16′ ancora Schürrle che obbliga Berisha a rifugiarsi in calcio d’angolo. Replica al 18′ degli orobici con Gomez che prova col pezzo della casa (destro a giro dal limite) con palla appena sopra l’incrocio con Burki che poteva solo soffiare sul pallone. Subito dopo Batshuayi e Reus fanno vedere che il tasso tecnico vale il prezzo del biglietto e solo per un attimo Piszczek non arriva per il tap-in finale nella area piccola. Sono le prove generali del gol che arriva dopo un erroraccio di Freuler che perde palla a metà campo in favore di Batshuayi (ne sentiremo parlare di questo ragazzo) che scarica lateralmente su Piszczek , cross in mezzo e Schürrle arriva prima di tutti e infila Berisha.


Nella ripresa al 5′ minuto rimette in piedi la partita lAtalanta con Iličič che si beve Toljan con un stop a seguire in area e batte Burki sul secondo palo. Non passano 5 minuti che in contropiede Spinazzola vede l’inserimento di Cristante e lo invita al tiro con un pallone sulla corsa, Burki risponde presente ma sulla respinta è ancora Iličič che infila la porta tedesca e ammutolisce lo stadio. Minuto 64: Tolói perde palla in uscita e Batshuayi dal limite dell area non perdona Berisha. E’ il 2-2. Assalto finale del Borussia Dortmund che all’88’, su una respinta corta di Tolói trova un certo Mario Götze il quale innesca con un filtrante quasi impossibile per il solito Batshuayi che si gira in mezzo metro e batte Berisha per la terza volta. Finisce 3 a 2 per i padroni di casa.  Gli orobici aspettano il ritorno sapendo che possono farcela se giocano la partita perfetta. I tedeschi hanno mostrato fragilità difensive banali, ma hanno un tasso tecnico troppo superiore.


Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Davide Bettinelli

Nato a Trescore nel 1982. Diplomato alla "Pesenti". Occupazione operaio metalmeccanico. Membro del consiglio di fabbrica per la CISL dal 2006 al 2014. Calcio CSI dal 2003 al 2009. 1° posto Endenna gruppo di campionato 2007-2008 Arbitro CSI dal 2009 al 2011. Presidente calcio a 5 CSI dal 2010 al 2013 della Mirafiori. 1° posto gruppo E nella stagione 2011-2012. 1° posto torneo Epifania a Berbenno nel 2011. Tennis a livello amatoriale dal 2013 al 2017. Miglior risultato quarti di finale torneo Quarenga 2016. Iscritto al PD dal 2010

Vedi tutti gli articoli