Venerdì 2 aprile ricorre la Giornata mondiale dell’autismo, istituita nel 2007 dall’ONU per richiamare l’attenzione sui diritti delle persone nello spettro autistico. Quest’anno l’ONU dedica la giornata al tema dell’inclusione sul lavoro perché, come afferma António Guterres Segretario Generale Nazioni Unite, “Le persone con autismo hanno diritto all’autodeterminazione, indipendenza e autonomia, così come il diritto all’istruzione e al lavoro su base di parità con gli altri.”

Dati 2020 del Ministero della Salute ci raccontano di un incremento generalizzato delle diagnosi grazie anche alla maggiore formazione dei medici e all’aumentata conoscenza del disturbo da parte della popolazione generale. I bambini di 8 anni con sindrome dello spettro autistico sono circa 1 su 54 negli Stati Uniti, 1 su 160 in Danimarca e in Svezia, 1 su 86 in Gran Bretagna. In Italia si stima che 1 bambino su 77, di età compresa tra i 7-9 anni, presenti questo tipo di disturbo con una prevalenza maggiore nei maschi, 4,4 volte in più rispetto alle femmine. A Bergamo e provincia, si stima che ci siano 1087 persone con disturbi dello spettro autistico89 nell’Ambito di BergamoDei 503 bambini e ragazzi con disabilità inseriti nelle scuole pubbliche della città (materne, primarie, secondarie di primo e secondo grado), 50 circa presentano questo tipo di diagnosi.

Questo 2 aprile non ci permette ancora di vivere in una dimensione relazionale di normalità. Il programma dedicato alla Giornata mondiale dell’autismo è quindi necessariamente costituito da iniziative a distanza che si propongono di valorizzare il ruolo delle Associazioni e il loro impegno sul territorio per bambini e ragazzi con autismodichiara l’Assessora alle Politiche sociali Marcella Messina – .Una serie di appuntamenti, dove i ragazzi stessi saranno protagonisti nella narrazione della loro esperienza di crescita e integrazione, che culmineranno con l’illuminazione in blu, il 2 aprile, di Porta San Giacomo e con l’incontro, venerdì 6 aprile, con I Tercon, la famosa coppia di fratelli che racconteranno, attraverso una proposta di cabaret e letteraria, il loro rapporto con l’autismo”.

“Un palinsesto ricco che ci interroga – aggiunge Messina su quali siano ancora gli aspetti da potenziare e migliorare, penso ad esempio al tema del lavoro con il progetto ASPIEJOB rivolto a rendere le abilità informatiche e digitali di ragazzi aspeger un lavoro o l’esperienza di volontariato in BergamoAiuta di giovani con fragilità, e ci conduce verso Bergamo in blu, il progetto di una città su misura delle persone con autismo che stiamo costruendo con grande impegno.”

Bergamo quindi impegnata nel percorso di integrazione sociale e lavorativa dei ragazzi con autismo, nella costruzione di collaborazioni finalizzate a rafforzare lo spirito di resilienza delle famiglie con figli autistici, nel favorire l’acquisizione di quella consapevolezza che, come afferma Tino Manzoni, Presidente dell’Associazione Spazio Autismosignifica cambiare lo sguardo, significa accogliere ed essere accolti, e significa spendersi per il bene comune nel solco della condivisione che porta a farci sentire parte di una comunità.Mi auguro – continua Manzoni – che il blu del 2 aprile aiuti i cittadini ad interrogarsi sul tema e la società a dimostrarsi davvero civile nel farsi carico delle fragilità delle persone che la compongono. Bergamo è una città molto inclusiva grazie all’attenzione dell’Amministrazione e alla collaborazione con le Associazioni. Molta è comunque la strada ancora da fare soprattutto oggi, in questa fase ancora critica, che impone la realizzazione delle attività e dei servizi in modalità del tutto nuove”.

Cooperativa Serena – afferma la Presidente della cooperativa Marcella Giazziè molto attenta e sensibile al tema dell’autismo. Questo interesse è nato dalla pratica costante e quotidiana sul campo che ci ha permesso di incrociare le storie, i bisogni e i desideri di bambini, giovani e adulti con autismo e le loro famiglie. La cooperativa cerca, con percorsi il più possibile personalizzati, di rispondere ai bisogni delle persone con autismo nei servizi in cui incontra queste persone, dall’assistenza educativa scolastica, al CSE per l’autismo (del comune di Bergamo e gestito dalla Cooperativa all’interno della coprogettazione) ai nuovi servizi sperimentali, che sta avviando sul tema del lavoro e dell’abitare, tra cui il progetto Aspiejob, che è tra le iniziative proposte in locandina.”

Per Giazzi le parole chiave nella giornata mondiale dell’autismo sono preparazione/ specializzazione del personale e dei percorsi, lavoro di comunità e relazioni. Per lavorare con le persone con diagnosi di autismo serve sicuramente preparazione specifica e competenza, ma nello stesso tempo è fondamentale avere uno sguardo aperto alla comunità, al territorio, alla possibilità di costruire percorsi reali dove le persone con autismo possono essere risorsa per la loro comunità, come presentiamo nel video, incluso tra gli eventi proposti. “Ultimo aspetto che ci piace sottolineare – conclude Giazzi – è relativo all’importanza di lavorare insieme e di collaborare, con le istituzioni, le associazioni, proprio come dimostra la preparazione corale del 2 aprile”.

“La mission dell’Associazione di San Paolo in Bianco è stata da sempre quella di realizzare socialità e inclusione tra ragazzi e cittadini, cercando di costruire rapporti solidi ed importanti con la comunità. Il singolo è protagonista per un’opera d’insieme che diviene un tramite per la conoscenza, con maggior consapevolezza, delle specificità di ognuno. – racconta Silvia Galimberti, Presidente dell’Associazione e mamma di Jacopo ragazzo autistico di 18 anni – Ci colleghiamo al progetto di vita dei ragazzi autistici e con altre fragilità a noi associati, elaborando iniziative significative per il territorio e i cittadini più prossimi. Negli anni abbiamo realizzato attività in ambito sportivo, ma successivamente si sono estese includendo canto, teatro, letture in biblioteca, incontri con l’autore e molto altro. Da qualche settimana è stato anche avviato il progetto con BergamoAiuta che, ampliando l’esperienza di autonomia attraverso un’attività utile la comunità, realizza una preziosa esperienza formativa nel quotidiano. Per il 2 aprile, giornata mondiale dell’autismo, l’Associazione propone la video lettura di Balto con riprese dei Cosplayer che sarà disponibile sul nostro canale YouTubeL’ultimo lavoro di questo tipo che abbiamo sempre realizzato in presenza e che, dal lockdown, i ragazzi hanno imparato a realizzare online”.

PROGRAMMA DELLE INIZIATIVE

Giovedì 25 marzoore 18.00
ORCHESTRA SINFONICA “LA NOTA IN PIÙ” di Spazio Autismo Bergamo
A LEZIONE E IN CONCERTO
In diretta al link https://zoom.us/j/93737159014
La musica è linguaggio che crea armonia: ogni nota, ogni strumento, ogni persona conserva la propria originalità. Insieme creano legami nuovi e perfetti, che arrivano in fondo al cuore.

Lunedì 29 marzoore 21.00
SPECIALE DEDICATO ALLA GIORNATA MONDIALE PER LA CONSAPEVOLEZZA DELL’AUTISMO
Intervengono: Maria Carolina Marchesi, Marcella Messina, Tino Manzoni
In diretta sulla pagina facebook FITP _ Federazione Italiana del Folklore

Venerdì 2 aprileore 15
PRESENTAZIONE DEL PROGETTO “ASPIEJOB”
sito di ATS Bergamo

Venerdì 2 aprileore 15.30
NOI PER LA COMUNITÀ: PERSONE CON AUTISMO IN AZIONI DI UTILITA’ SOCIALE
con BGNEWS _ canale YouTube
I Giovani del Centro Socio Educativo per l’autismo del Comune di Bergamo, i ragazzi dell’Associazione San Paolo in Bianco, i ragazzi del Centro Spazio Autismo di Bergamo

Venerdì 2 aprileore 16.30
VIDEOLETTURA DI “BALTO”
Lettori e Cosplayer dell’Associazione San Paolo in Bianco
Canale YouTube ASD San Paolo in Bianco

Venerdì 2 aprile – alla sera
PORTA SAN GIACOMO SI ILLUMINA DI BLU

Martedì 6 aprileore 17.00
I TERCON: CABARET E PROPOSTA LETTERARIA
In diretta streaming il famoso duo presenta lo spettacolo brillante e il loro libro.
Pagina FB Cooperativa SER.eN.A. e altri canali in corso di definizione

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,