Sinuosità da perderci la testa (anche se l’eccesso di visibilità allunga sempre le gambe) e viso d’angelo (meglio di diavoletto con lifting da sacrestia), sono i “pregi” che hanno fatto guadagnare alla ministra delle Riforme costituzionali del governo Renzi, Maria Elena Boschi, una copertina di Playboy.  34 anni, sguardo celeste, e un lato B invidiabile, brandisce un curriculum che rimarca la laurea in azzeccagarbugli (110),  iscrizione albo degli avvocati, prestigiosi studi legali fiorentini e poi il tuffo in politica. Azz… verrebbe da dire.  Il ritratto del tacco 12 di Palazzo Chigi evidenzia come il ministro Boschi in gioventù prende le distanze “dalle orme Dc dei genitori e si affaccia al Pd in area dalemiana”. Per poi abbracciare il renzismo galoppante. Stuzzica gli italiani, scrive Playboy, ma se si va a caccia “di scheletri nell’armadio o di un passato leggero e piccante”, si resta delusi: “Macché, ne escono episodi da cattolica castigata,ordinari fidanzamenti, studi brillanti e il sogno di famiglia che oggi non si concilia con i ritmi frenetici del pubblico incarico”.

Il ministro Maria Elena Boschi

Il ministro Maria Elena Boschi

Schermata 2015-07-17 a 21.58.02

Il lato B delle riforme del governo Renzi

La copertina di Playboy

La copertina di Playboy

Print Friendly, PDF & Email

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli