Almanacco Bergamo 5 febbraio 2022 (Sabato)

5^ settimana – Giorni inizio/fine anno 36/329 BUONA GIORNATA
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

SEI NATO OGGI? Adorate l’avventura, le nuove esperienze vi incuriosiscono sempre. Il vostro carattere è molto forte e non siete preoccupati dalle conseguenze delle vostre azioni e così avete sempre dei problemi. Amate l’ignoto, desiderate esplorare nuovi orizzonti e poco importa se si tratti di un piacere, un dovere o una persona. Siete esuberanti e dinamici, intelligenti, ambiziosi. Amate esprimervi in lavori di movimento, volete essere liberi di viaggiare, avete una parlantina sciolta e la capacità di convincere. I nati in questi giorni sono passionali in amore, versatili, avventurosi, agili nella mente e nel corpo e dotati di una grande resistenza fisica..

I SANTI DI OGGI
Sant’AGATA Vergine e Martire. Nella bergamasca è Patrona di Martinengo. Morì martire nel 251 dC. Proclamata patrona di tutti i cristiani che anche oggi vengono martirizzati per la propria fede nelle varie parti del mondo. Patrona dei Vigili del Fuoco, gioiellieri, panettieri, fondatori di campane, delle donne vittime di violenze sessuali, delle vittime di tortura. Invocata dalle donne che soffrono per tumore al seno, contro i disastri naturali e eruzioni vulcaniche. (Ndr: sull’Etna una Cappella con la statua di Sant’Agata da secoli viene lambita dalla lava che però non ha mai distrutto) – Sant’ADELAIDE Badessa – San GENIALE martire – Sant’ALICE invocata per la salute degli occhi – San SABA “il giovane” – La Chiesa celebra la Festa di altri 27 SANTI e 3 BEATI

SIGNIFICATO DEL NOME AGATA
Nome che deriva dal greco Agathé, e a sua volta dall’aggettivo agathos “buono”: significa quindi “buona, virtuosa”. L’agata è anche una varietà di quarzo. In Italia portano questo nome circa 52.292 persone di cui il 56,7% in Sicilia, 10,2% in Puglia, 6% in Lombardia

AFORISMA del GIORNO
Le persone intelligenti le riconosci subito. Si avvalgono dalla facoltà di chiederti scusa

PROVERBI
Sant’Agata, conduce la festa a casa
Sant’Agata, la merenda ritornata: si trovano di nuovo i funghi


I MORTI DEL GIORNO A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)

LE ULTIME MISURE del GOVERNO. (Da lunedì 7 febbraio 2022)

  • Green Pass Illimitato: L’ultimo decreto del governo estende senza vincoli di tempo la durata del green pass per chi ha fatto la terza dose o ha ha preso l’infezione dopo la somministrazione delle prime due.
  • per i nidi e le materne – quindi da 0 a 6 anni- la permanenza in classe dunque in presenza, fino al quinto caso di positività, scatta la dad dal quinto in su.
  • dal quinto caso in su gli studenti vaccinati restano in classe, mentre vanno a casa quelli che non lo sono e che dovranno usufruire della DaD.
  • Nella scuola secondaria – dai 12 anni in poi- le maglie si stringono alla luce del maggior numeri di vaccinati: basteranno infatti due casi in classe per far scattare la DaD
  • Niente lockdown per chi è vaccinato: Per le persone con super green pass non esisteranno più le restrizioni previste dalla zona rossa
  • Dal 10 febbraio: riaprono le sale da ballo – non sarà più obbligatorio portare le mascherine all’aperto (obbligatorio sui mezzi di trasporto)
  • Dal 15 febbraio: scatta invece l’obbligo di green pass rafforzato sul luogo di lavoro per chi ha più di 50 anni. Per recarsi sul posto di lavoro dunque sarà necessario essere vaccinati o aver contratto il virus da meno di sei mesi.
  • Dal 31 marzo: scade lo “stato di emergenza” (salvo modifiche epidemiologiche) dopo due anni, non sarà più prorogato. Insieme allo stato di emergenza dovrebbe cadere anche l’obbligo di Ffp2 sui mezzi pubblici, al cinema, nei teatri, nelle sale da concerto e agli eventi sportivi. Stando alle indiscrezioni si va anche verso lo stop alle limitazioni per chi è positivo al Sars-Cov-2 ma è asintomatico
  • Dal 15 giugno: fine dell’obbligo vaccinale e del green pass: Il 15 giugno scade anche l’obbligo di green pass rafforzato per tutti i lavoratori del settore pubblico e privato, a partire dai 50 anni di età, così come l’obbligo vaccinale per gli over 50. Tutto, ovviamente, a meno di ripensamenti del governo

BERGAMO RICORDA DON BEPO VAVASSORI

E’ il 47° anniversario della scomparsa di don Bepo Vavassori. E’ stato il fondatore del Patronato San Vincenzo. E’ chiamato il “Don Bosco di Bergamo”. Alle ore 18 nella Chiesa del Patronato è stata celebrata la Santa Messa in ricordo. E’ aperta la causa di Beatificazione anche se, i bergamaschi, già lo annoverano tra i Santi dei nostri giorni.

INAUGURATI a PECHINO i GIOCHI OLIMPICI INVERNALI

Via alle Olimpiadi invernali di Pechino 2022. I Giochi sono stati dichiarati ufficialmente aperti nella cerimonia celebrata al National Stadium – ‘Nido d’Uccello’ – della capitale cinese, la prima città ad ospitare un’edizione estiva dei Giochi ed una Invernale. Come penultima, tra nazioni presenti, ha sfilato la delegazione italiana guidata dalla portabandiera Michela Moioli. Saluti ed entusiasmo per gli azzurri. La campionessa olimpica in carica nello snowboardcross e nominata portabandiera – lo sarebbe stata alla cerimonia di chiusura – al posto dell’infortunata bergamasca Sofia Goggia , ha guidato la sfilata di circa 50 azzurri in rappresentanza di curling, pattinaggio di figura, sci alpino, short track, skeleton, snowboard e speed skating, e 6 officials, guidati dal capo missione e segretario generale del Coni, Carlo Mornati. Ogni atleta ha sfilato indossando una mantella tricolore, sovrapposta alla classica divisa da podio, disegnata da Giorgio Armani come omaggio alla bandiera.

GIORNATA NAZIONALE di PREVENZIONE allo SPRECO ALIMENTARE

Il 5 febbraio si celebra la Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare, appuntamento fisso che dal 2014 cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica sullo spreco di cibo. Un problema paradossale se si mette a confronto con i numeri della fame nel mondo: se riuscissimo a non sprecare cibo, potremmo sfamare una persona in più ogni quattro. Mentre quasi il 40% del cibo totale prodotto nel mondo viene buttato, tre miliardi di persone sulla Terra non possono permettersi un pasto sano ogni giorno, e 250 milioni di persone sono affamate. Per inquadrare bene la questione è importante distinguere tra cibo perso e cibo sprecato. Appartengono alla prima categoria gli alimenti che non raggiungono le nostre case ma vengono buttati dopo essere stati raccolti (o macellati, nel caso della carne): secondo le stime FAO del 2019, circa il 14% del cibo totale prodotto viene perso per strada, diventando immangiabile prima di raggiungere i nostri piatti.

IL PENSIERO del GIORNO

“Erode aveva mandato ad arrestare Giovanni e lo aveva messo in prigione”. L’amore alla verità e alla propria identità è un “Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un pò”. Le tensioni che agitano l’uomo contemporaneo postulano necessariamente un periodo di riposo. Questo desiderio è stato sempre presente nelle diverse culture per dare alla creatura non solo per potersi riprendere corporalmente, ma soprattutto per riscoprire lentamente la propria identità e per comprendere il significato della sua attività quotidiana. Nel riposo la persona riscopre sempre più se stessa e ritrova la capacità di costruire in verità la bellezza della fraternità. Padre, nel tuo riposo ritroviamo il nostro, per dare vitalità alla nostra vocazione all’esistenza. Nel rapporto con il tuo Figlio Gesù Cristo scopriamo la bellezza d’essere quegli uomini a cui hai affidato il compito di concreare il mondo in comunione con te. Donaci nello Spirito la sapienza del cuore perché nella fecondità del riposo possiamo sempre più maturare nel dono ad essere veramente uomini nella tua misteriosa volontà e così dare alla luce un mondo rinnovato. Amen

NUTELLA DAY

Sabato 5 febbraio gli appassionati ed i fan di Nutella® di tutto il mondo si uniranno per celebrare il World Nutella Day, ritrovandosi sui social media per condividere le loro storie e ricette e per assaporare il gusto della crema di nocciole più famosa al mondo. Nato spontaneamente nel 2007 grazie alla blogger che decise di creare una giornata celebrativa per riunire ed ispirare la community mondiale a condividere la passione per Nutella® sui social media, il World Nutella Day è subito diventato un fenomeno globale, e appassionati di tutto il mondo hanno iniziato a condividere il loro amore per Nutella.

GLI STUDENTI LOMBARDI. IL 51% SCEGLIE il LICEO

Chiuse le iscrizioni ora il Ministero dispone l’organizzazione periferica delle scuole. pochi studenti scelgono il liceo classico in Lombardia: appena il 4,2% contro la media nazionale del 6,2% e punte oltre il 9% in Sicilia, Lazio e Calabria. Lo si evince dai dati sulle iscrizioni alle scuole secondarie superiori per l’anno 2022/2023, diffusi dal ministero dell’istruzione e divisi su base regionale. Il 51,8% degli studenti lombardi, piuttosto in linea col trend nazionale, ha scelto un liceo: la media nazionale è del 56,6%. Il liceo preferito dai lombardi è lo scientifico (12,6%) a cui segue lo scientifico con opzione scienze applicate (10,2%). Terzo classificato è il liceo linguistico (6,8%), poi l’artistico e il liceo delle scienze umane (entrambi al 6,2%). Al sesto posto in Lombardia il liceo delle scienze umane con opzione economico-sociale (4,3%), settimo il classico (4,2%). Chiudono lo scientifico ad indirizzo sportivo, l’europeo e il musicale. A livello nazionale, la classifica dei licei vede sempre in testa scientifico e scientifico scienze applicate, poi linguistico, scienze umane e classico. Tornando alla Lombardia, gli istituti tecnici sono preferiti dal 35,9% degli studenti, contro il 30,7% nazionale. L’indirizzo tecnologico è scelto dal 22,5%, l’economico dal 13,4%. Infine gli istituti professionali sono scelti dal 12,3% degli studenti

STORIA di BERGAMO. L’EX CARCERE SANT’AGATA

In Città Alta percorrendo Via Colleoni s’imbocca Vicolo Sant’Agata e pochi, soprattutto le nuove generazioni non sanno che questo portava all’antico Carcere di Bergamo, all’attigua e meravigliosa Chiesa conosciuta anche per la devozione alla Madonna del Carmine. Sant’Agata poggia su mura risalenti al 908. Diventato monastero dei padri Teatini nel 1600, è cresciuto di dimensioni sino a quando venne soppresso nel 1797. Venne quindi adibito a carcere nel 1802 su progetto illuminista dell’architetto Leopold Pollack, allievo del Piermarini. La chiesa con annessa torre campanaria venne suddivisa internamente dal Pollack per ospitare il braccio femminile e gli uffici. La funzione carceraria è stata mantenuta fino al 1978. Situato nella parte nord-ovest della Città Alta di Bergamo, l’Ex Carcere di Sant’Agata è costituito da tre corpi di diversa ampiezza disposti a C attorno al cortile. Risulta articolato in più livelli sfalsati, sui quali si distribuiscono ampi spazi comuni o ambienti molto piccoli, intimi e privati. L’edificio si sviluppa con i suoi tre lati intorno a un cortile, un tempo porticato, delimitato sul quarto lato da un alto muro cieco. Cortile che in origine era l’orto e il frutteto dei monaci, divenuto poi l’ora d’aria.

VIE E PIAZZE DI BERGAMO. GIOVAN BATTISTA MORONI

Nato a Albino il 1520-1524, morto il 5 febbraio 1578-1579 è stato un pittore bergamasco. La Città di Bergamo, il Comune di Albino e altri Comuni della bergamasca gli hanno dedicato una Via. Figlio di un architetto, Moroni è allievo del pittore Moretto da Brescia, la cui arte ha fortemente influenzato le composizioni religiose del Moroni. I suoi ritratti raffigurano principalmente la nobiltà e la piccola borghesia di Bergamo.  Lavora anche a Brescia e a Trento, dove dipinge opere per lo più religiose. Durante i suoi soggiorni a Trento si svolgono le prime due sessioni del Concilio di Trento, 1546-1548 e 1551-1553. In entrambe le occasioni Moroni dipinge una serie di opere religiose (tra cui la pala d’ altare per la chiesa di Santa Maria Maggiore a Bergamo ) e ritratti. A Trento entra in contatto con Tiziano e con il vescovo-conte, Cristoforo Madruzzo. Il periodo in cui realizza un gran numero di ritratti si concentra dal 1557 al 1562 mentre è a Bergamo. A causa delle lotte intestine che si sviluppano in città in quel periodo, l’artista decide di ritirarsi definitivamente nella sua Albino. Tra i suoi dipinti più famosi spicca “The Tailor ” del 1571. Giovanni Battista Moroni riesce con la sua arte a dipingere in modo naturale la dignità della nobiltà, non utilizzando pose forzate e composizioni magistrali, ma esprimendo nei suoi ritratti l’ individualità fisionomica del soggetto e la sua profondità psicologica. Nonostante le loro impassibili espressioni facciali, molti dei suoi ritratti sono ricchi di una dolce malinconia rafforzata sapientemente dall’uso prevalente delle tonalità di grigio e da una minuziosa rappresentazione delle trame dei tessuti e dei tendaggi. I ritratti del Moroni sono chiaramente influenzati da quelli di Tiziano. Tra i tanti splendidi ritratti che l’artista realizza, i più noti sono “La Badessa Lucrezia Agliardi” del 1560, il “Ritratto di giovane”, il “Ritratto di gentiluomo” del 1563, “Pietro Secco Suardo”, “Il Sarto” del 1570, “il Cavaliere in rosa”. Giovanni Battista Moroni è impegnato nella realizzazione del “Giudizio Universale” nella chiesa di Gorlago quando muore nel 1578. Nel complesso, il suo stile degli ultimi dipinti mostra l’ influenza del suo maestro, Lorenzo Lotto e di Girolamo Savoldo.

TURNI delle FARMACIE E SERVIZIO PEDIATRICO

TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni. si chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24:

TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 6 febbraio 2022 alle ore 9,00) Albino Farmacia di Bondo Betello – Almenno San Bartolomeo – Ardesio – BERGAMO Farmacia Via Camozzi – Bracca – Castelli di Calepio Farmacia a Tagluino (fino alle ore 24) – Cavernago – Colere – Credaro – Fiorano al Serio – Isola di Fondra – Martinengo – Presezzo (fino le ore 24) – Schilpario – Trescore Balneario – TREVIGLIO Comunale 3 Viale Piave – Treviolo Farmacia di Albegno – Zanica (fino le ore 24)

CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi – 24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica e festivi.

AVVENIMENTI A BERGAMO E PROVINCIA

  • BERGAMO – Galleria GAMeC – 6 febbraio ore 10,30 – Visita guidata alla Mostra “Nulla è perduto”
  • BERGAMO – Circolo Artistico Bergamasco – dal 5 al 19 febbraio ore 18 – “Collettiva d’inverno” – Orari martedì/domenica dalle 16 alle 19
  • BERGAMO – Accademia Carrara – 6 febbraio ore 10,30 – “Una mattinata con Lorenzo Lotto” – visita guidata
  • BERGAMO – I castelli di Bergamo Alta – 6 febbraio ore 14,30 – Visita guidata alla Chiesa di San Vigilio e altro
  • BERGAMO – PalaAgnelli – 6 febbraio ore 17 – “BergamoVolley-Casalmaggiore”
  • BERGAMO – Pza Mercato delle Scarpe – 6 febbraio ore 15 – Visita guidata a a Città Alta – prenotazione 351.6901919
  • BERGAMO – CSI Bergamo – febbraio 2022 – Corso per arbitri gratuito – inviare email a csi@csibergamo.it
  • BERGAMO – Centro Culturale San Bartolomeo – 7 febbraio ore 18 – “Via eterna e Mistero Eucaristico” Relatore Mons. Antonio Donghi Docente di Liturgia.
  • CASNIGO – Comune – 5 incontri su “Messaggio Infantile” inizio corso 23 febbraio – aperte le iscrizioni 340.2226775
  • CLUSONE –Franca Pezzoli Arte – 5 al 19 febbraio ore 10 – Inaugurazione della Mostra “La donna nella famiglia”
  • GANDINO – Museo del Presepio – 5 e 6 febbraio ore 14,30 – prenotazione 349 4771770
  • LEFFE – Museo del Tessile – 5 e 6 febbraio ore 14 – Prenotazione 035 733981
  • LOVERE – Comune – Visita guidata al Borgo storico di Lovere – 6 febbraio ore 15 – prenotazioni Uffici Comunali
  • LOVERE – Teatro Crystal – 12 e 13 febbraio ore 20.30 – Spettacolo “Misero Buffo”
  • NEMBRO – Biblioteca Comunale – 5 al 22 febbraio 16.30 – Mostra fotografica: Lo Stambecco sulle Alpi Orobie”
  • PARRE – Pro Loco – Corso di degustazione Vini – 4 incontri – Sede Oratorio – di Parre – prenotazione obbligatoria
  • TREVIOLO – Biblioteca – domenica 6 febbraio ore 15 – presentazione del libro “Mio figlio, l’amore che non ho fatto in tempo a dargli” – ingresso libero
  • SONGAVAZZO – Biblioteca – 6 febbraio ore 15,45 – Incontri filosofici – alla “scoperta di quattro libri”

COSA LEGGERE

IL FRATELLO – A Ikati, un villaggio nel cuore della Nigeria, il destino delle donne è segnato: passano l’infanzia a occuparsi della casa e dei fratelli più piccoli, vanno a scuola solo per imparare a leggere e scrivere e poi vengono date in moglie al miglior offerente. Ma la quattordicenne Adunni è diversa: ama studiare, scoprire parole nuove per dar voce ai propri pensieri, per capire il mondo, per immaginare un altro futuro. E sogna di diventare maestra, di spiegare alle bambine come, grazie all’istruzione, possano liberarsi della miseria, guardare lontano, cercare la loro strada. Un sogno che però sembra infrangersi la mattina in cui il padre le annuncia di averla promessa a Morufu, un uomo molto più vecchio di lei e con già altre due mogli. Adunni sa che la sua famiglia ha un disperato bisogno dei soldi di Morufu, eppure non si arrende, nemmeno dopo aver compiuto il suo dovere di figlia, nemmeno dopo che una tragedia la obbligherà a scappare a Lagos, dove diventerà la serva di una donna prepotente e crudele. Anche nell’ora più buia, Adunni saprà trovare parole di coraggio e di speranza, parole che le daranno la forza di trasformare il suo sogno in realtà… Un romanzo che esalta tutte quelle donne che ogni giorno lottano per un mondo più giusto. Una storia drammatica ed emozionante, che svela una realtà umana e sociale sconosciuta a molt

CINEMA

STRINGIMI FORTE – critica **** – drammatico – Durata 97 minuti – Trama: Adattato liberamente da una pièce teatrale di Claudine Galéa (“Je reviens de loin”), Stringimi forte è la storia di “una donna che parte” o che sembra partire. La storia destrutturata di una sposa che custodisce un segreto ‘musicato’ a turno da Chopin, Debussy, Rameau, Ravel, Beethoven, Mozart, Rachmaninov. Le note musicali, onnipresenti, sono il filo conduttore dell’emozione, dirigono il film verso una ‘montagna’ di dolore, svolgono un film che ne contiene due. Due film che raccontano la stessa fuga ma nel primo una donna fugge dalla casa dove vive con suo marito e i suoi figli, nel secondo fugge la loro assenza

L’ANGOLO DELLA CUCINA. Le MINNE di Sant’AGATA

Sono dolci tipici catanesi simbolo popolare preparati in occasione della festa di Sant’Agata protettrice di Catania, che si svolge dal 3 al 5 febbraio. Pan di Spagna, rosolio, ricotta, gocce di cioccolata, canditi, glassa e una ciliegina sono gli ingredienti delle deliziose Minne di Sant’Agata. La forma semisferica allude al martirio di Sant’Agata del 251 d.c.. In internet si possono trovare varie ricette.

Per tutte le notizie seguici su Google News

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in: