A partire da domenica la Lombardia tornerà ad essere zona gialla: a darne comunicazione lo stesso Attilio Fontana, attraverso un video messaggio pubblicato sulla propria pagina Facebook.

“Questa mattina il ministro Speranza mi ha informato che, come per le volte precedenti, venerdì firmerà l’ordinanza, sabato sarà pubblicata e domenica entrerà in vigore” si legge cosi nel post che accompagna il video pubblicato nel pomeriggio di oggi, mercoledì 9 dicembre da Attilio Fontana. Una decisione che è collegata all’andamento positivo dei numeri in Lombardia: un trend in diminuzione “sia per quanto riguarda la circolazione del virus, sia per i ricoveri nei reparti ordinari che intensivi. Un risultato raggiunto grazie ai comportamenti virtuosi di tutti i lombardi, che ancora una volta ringrazio. Esorto tutti a continuare su questa strada di responsabilità quotidiana che consente di tenere sotto controllo il virus.”

Zona gialla: cosa cambia?

Il cambiamento che vedremo sarà sicuramente maggiore rispetto a quello che abbiamo sperimentato dal passaggio da zona rossa a zona arancione: le misure applicate dal Decreto sono infatti meno restrittive.

Resta vietato circolare durante il coprifuoco dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, se non per comprovati motivi di lavoro, necessità e salute, da dimostrare attraverso autocertificazione. Per quanto riguarda bar e ristoranti, resteranno aperti fino alle ore 18, mentre l’asporto sarà consentito fino alle ore 22.

I centri commerciali continueranno a essere chiusi nei giorni festivi e prefestivi, mentre musei e mostre sono sempre chiusi, cosi come piscine, palestre, teatri e cinema. Sospese anche le attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine.

Al di la di questi divieti, sarà possibile circolare liberamente e senza autocertificazione. Resta sempre valida la raccomandazione di evitare incontri non necessari, ma è ora possibile far visita ai congiunti.