Questi primi giorni del 2022 mi hanno portato in dono una fotografia realizzata e postata su Linkedin da un signore di nome Stefano Ferioli. L’immagine ritrae una ragazza e il suo gatto nel giorno dell’ 1 Gennaio e nei loro occhi ho intravisto una favola che provo a raccontare in forma di poesia. Vi siete mai chiesti infatti qual è il nome della fata del Primo dell’anno? Si chiama Mame e la sua missione è prendersi cura degli animali spaventati dai fuochi d’artificio.

Ogni 31 dicembre, nel mondo di noi esseri umani, compaiono nel cielo dei fuochi stellari.
Entusiasmo e gioia mettono in tanti cuori
Ma non in tutti generano letizia questi fragori.
Questa è la storia di Mame fatina dagli scuri capelli che la notte di Capodanno si prende cura degli animali perché per lei son più preziosi dei gioielli.
Passa, infatti, la sera che introduce il nuovo anno di città in città
Per dare assistenza a quegli animali a cui il fuoco stellato tanta paura fa.
Alcuni li trova, scappati di casa, sotto grondaie ghiacciate oppure infreddoliti dietro a delle vetrate.
Altri invece, più impauriti che mai, li coccola in posti più strani che descriver non saprei.

Di tutti si prende cura
E la notte della fine dell’anno li accudisce con premura.
Una volta però incontrò una gattina davvero speciale
Perché il cuore le fece sobbalzare.
Fu un istante di vera magia
Perché guardandosi negli occhi sentirono nel cuore le rime di una poesia.
Parole mute e intense di candido splendore
Che al manto della gattina diedero il colore.
E così quella micetta spaventata
Divenne bianca e più luminosa della notte stellata.
Perché per prendersi cura del prossimo
Serve una compagnia
Ed è per questo che alla fatina fu donata dal cielo Allegria.
Questo, infatti, è il nome della gattina dal pelo bianco che ogni primo dell’anno si trova al suo fianco.
Le potete riconoscere con grande semplicità

Basta guardare in qualche via di qua è di là.
Infatti, per la lunga nottata di soccorso son provate
E in mezzo alla strada e a cielo aperto le troverete addormentate.
Ma non temete anime gentili sono
E pertanto non svegliatele con un frastuono.
Ma ponendovi accanto a loro delicatamente
Provate a dirle sinceramente
“Fatina Mame e gattina Allegria grazie perché, con la vostra magia, nei cuori degli animali avete ricreato l’armonia”
Queste parole sveleranno il mistero e, d’un tratto, un magico sorriso comparirà per davvero.
È il volto del nuovo anno che augura semplicità e amore soprattutto a chi gli animali accudisce con fervore.
Vi chiederete come di questa storia venni a conoscenza
Perché il 1° gennaio, di tanto tempo fa, questo splendore fotografai in mezzo alla città.
E così da allora, ogni 31 dicembre, stringo forte il mio cane e gli sussurro dolcemente:
“Non ti preoccupare amico: se troppa è la paura chiudi gli occhi e come per magia pensa a Mame e ad Allegria e vedrai che il timore fuggirà via”.


Leggi anche: L’abbraccio del Magio Baldassarre

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,

Autore

Alessandro Grazioli

Marito e papà di 4 bambini, laureato in Giurisprudenza presso l’Università Statale di Milano, Specialista sviluppo prodotti e servizi assicurativi Gruppo Assimoco – Business Unit Eticapro, Consigliere Comunale e Presidente del Comitato di settore dei servizi sociali del Comune di Torre Boldone, divulgatore e influencer sociale su Socialbg

Vedi tutti gli articoli