La Biblioteca Nazionale Centrale di Roma ha organizzato lo scorso 22 marzo, in stretta collaborazione con l’Associazione Periferie – Centro di documentazione della poesia dialettale italiana “Vincenzo Scarpellino”, un interessante reading di poeti nei dialetti e nelle lingue d’Italia. Un appuntamento intitolato “ALTRE LINGUE – Achille Serrao” in memoria del poeta, scrittore e critico letterario capitolino scomparso nel 2012. L’evento si colloca nell’ambito della donazione alla Biblioteca, da parte del “Centro Scarpellino”, di un patrimonio di oltre 3000 volumi scritti nei tanti dialetti d’Italia.


Al reading, moderato da Manuel Cohen e Vincenzo Luciani, direttori di “Periferie”, hanno partecipato Ombretta Ciurnelli (dialetto perugino), Davide Cortese (dialetto siciliano eoliano), Nelvia Di Monte (dialetto della Bassa friulana), Alessandro Guasoni (dialetto genovese), Marcello Marciani (dialetto abruzzese di area frentana), Vincenzo Mastropirro (dialetto di Ruvo di Puglia), Salvatore Pagliuca (dialetto di Muro Lucano), Fabio Maria Serpilli (dialetto anconetano), Nevio Spadoni (dialetto romagnolo delle Ville unite di Ravenna), Pier Franco Uliana (dialetto veneto del Bosco del Cansiglio), Rosangela Zoppi (dialetto romanesco).

A rappresentare Bergamo e il suo dialetto (in particolare della media Valle Seriana) c’era Maurizio Noris di Comenduno di Albino.Un poeta dalla persistente sensibilità espressiva voce autentica di un’epica antropologia locale impastata con gli scritti di Luigi Meneghello e di altri letterati e poeti contemporanei (Loi, Consonni, Marin, Grignola). E’ autore delle raccolte Santì (2001), Dialet de nòcc d’amùr (2008), Us de ruch (2009), Us de ruch (2010)Àngei? Zögadùr (2012),  In del nóm del pàder (2014) e Resistènse (2016). In occasione del reading, Maurizio Noris ha condiviso i saluti (registrati in una video-intervista) del grande poeta Franco Loi. Oltre a ricordare la bella figura di Achille Serrao, Loi si è soffermato sul dialetto, sulla sua evoluzione continua, sul tesoro di una lingua nativa capace di far parlare l’anima. Infine, Loi ci ha regalato l’interpretazione commovente di due sue poesie: “Poesia alla poesia” e “Poesia a Dio“.



Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli