Svolta importante nelle indagini in corso per l’omicidio di Franco Colleoni, deceduto nella mattinata di ieri, sabato 2 gennaio nella sua abitazione a Dalmine: i carabinieri del Comando Provinciale di Bergamo hanno arrestato il figlio, Francesco Colleoni.

I militari hanno arrestato l’uomo, 34 anni, nella mattinata di oggi, domenica 3 gennaio, per l’omicidio del padre Franco. Lavorava come cuoco al ristorante “Al Carroccio” di Dalmine di proprietà del padre.

L’attività di polizia giudiziaria svolta ininterrottamente dal ritrovamento del corpo di ieri mattina, ha permesso di accertare che dopo l’ennesimo diverbio per la riapertura del ristorante, padre e figlio hanno avuto una colluttazione nel corso della quale il figlio avrebbe percosso violentemente il padre facendolo cadere a terra e facendogli sbattere la testa su una pietra del cortile.

Il presunto movente della colluttazione poi sfociata in omicidio sarebbe da ricercarsi all’interno di discussioni legate alle gestione del ristorante di famiglia.

Il 34 enne avrebbe ammesso ai militari del Nucleo Investigativo e della Compagnia di Treviglio la colluttazione. Non ricorderebbe però nulla di quanto accaduto successivamente.

Il pubblico ministero Fabrizio Gaverini ha successivamente interrogato l’arrestato assistito dal legale di fiducia.

Francesco Colleoni si trova ora al al carcere di Bergamo a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Print Friendly, PDF & Email