Almanacco Bergamo 25 gennaio 2022 (Martedì)

4^ settimana – Giorni inizio/fine anno 25/340 – BUON ANNO 2022
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

SEI NATO OGGI? A causa del vostro spirito sognatore voi preferite trascorrere il tempo da soli. La filosofia è una delle vostre materie preferite. Vi ponete spesso dei quesiti esistenziali e amate vedere le cose da diversi punti di vista. Siete fatti di contraddizioni e amate questo vostro aspetto. Ottimisti nei confronti della vita, spesso siete molto fortunati e potete conseguire con facilità onori. Siete sentimentali ma senza eccessi, introspettivi, analitici. Avete pochi amici, ma siete buoni compagni di voi stessi. L’amore è importante ma non indispensabile. Il possibile partner può incorrere in difficoltà, perché non siete delle persone adattabili.

I SANTI DI OGGI
Sant’ANANIA di Damasco. La storia racconta che Saulo mentre si stava recando a Damasco per una persecuzione ai cristiani, cadde da cavallo e una voce dal cielo “Saulo perché mi perseguiti? e diventò cieco, giunto a Damasco, ormai disperato, gli portarono Anania che ricevette l’Ordine di ridare la vista a Saulo. Da quel momento Saulo diventò PAOLO e si convertì a Cristo – La Chiesa celebra la Festa di altri 8 SANTI e 10 BEATI. La Chiesa celebra la Festa della CONVERSONE di San PAOLO Apostolo avvenuta sulla “Via di Damasco”. Patrono dei Vescovi, Missionari, giornalisti e dei Cordai. E’ chiamato “Apostolo delle Genti” per la Sua predicazione e testimonianza al Vangelo fino al martirio. La Sua conversione è descritta negli Atti del Apostoli. In questa giornata termina anche la “Settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani” oggi si prega per la conversione dei Musulmani e di altre religioni. Nella tradizione contadina San Paolo rientra i “Santi Mercanti di Neve e freddo”. Nella Bergamasca è Patrono di San Paolo d’Argon, co-patrono di Ponte San Pietro e in città della Parrocchia di San Paolo.

SIGNIFICATO DEL NOME PAOLO
Nome di origine latina, deriva dall’aggettivo paulus che significa “piccolo” o anche “giovane”. Il nome fu scelto dall’apostolo Saul di Tarso una volta convertitosi al Cristianesimo per avvicinarsi al mondo greco-romano. Celeberrima la coppia di amanti dell’Inferno di Dante Alighieri, Paolo e Francesca. Il nome è molto diffuso tra la popolazione adulta italiana, mentre non appare tra i primi 30 nomi più utilizzati per i nuovi nati degli ultimi 15 anni. In Italia portano questo nome circa 531.040 persone di cui il 16,5% in Lombardia.

AFORISMA del GIORNO
Accadono cose che sono come domande. Passa un minuto oppure anni e poi la vita risponde.

PROVERBI
San Paolo scuro, grano sicuro
Se per San Paolo è sereno abbondanza avremo
Amico di ventura molto briga e poco dura


I MORTI DEL GIORNO A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)

RAF TOZZI – DUE – LA NOSTRA STORIA – 7 FEBBRAIO AL TEATRO CREBERG

Due grandi artisti insieme in concerto con i loro repertori che hanno fatto la storia della musica italiana, Raf Umberto Tozzi tornano a esibirsi insieme con “Due – La nostra storia” in un imperdibile tour nei teatri, Il tour è anche un importante ritorno, quello della musica dal vivo nei teatri, con la capienza al 100%. Il pubblico avrà così la possibilità di tornare a vivere appieno tutte le emozioni di un concerto, grazie anche ai due repertori indimenticabili degli artisti, rivisitati a due voci, uniti all’atmosfera intima dei teatri, che si scalderà grazie a una scaletta straordinaria! Nonpotranno infatti mancare i grandi successi, da “Gloria” a “Self Control”, da “Si può dare di più” a “Cosa resterà degli anni 80”, da “Infinito” a “Ti amo”, ma anche “Ti pretendo”, “Gli altri siamo noi”, “Il battito animale”, “Immensamente” e molti altri, tra cui la super hit, “Gente di Mare”. Appuntamento a Bergamo il 7 febbraio – Teatro Creberg – BERGAMO (recupero del 21 aprile e del 4 dicembre 2020 e del 13 maggio e 14 dicembre 2021)

EUROPA VENTI di GUERRA? UNA GIORNATA di PREGHIERA per la PACE

Al termine dell’Angelus di domenica 23 gennaio, il Papa, preoccupato dei venti di guerra che agitano il confine tra Russia e Ucraina e di conseguenza tutto il continente europeo, ha proposto per Mercoledì 26 gennaio una giornata di raccoglimento: “Ogni azione e iniziativa politica sia al servizio della fratellanza umana, più che di interessi di parte”. “Seguo con preoccupazione l’aumento delle tensioni che minacciano di infliggere un nuovo colpo alla pace in Ucraina e mettono in discussione la sicurezza nel Continente europeo, con ripercussioni ancora più vaste.” Da qui il suo “accorato appello” a pregare e ad agire, ma non nell’interesse personale bensì comune: “Faccio un accorato appello a tutte le persone di buona volontà, perché elevino preghiere a Dio onnipotente, affinché ogni azione e iniziativa politica sia al servizio della fratellanza umana, più che di interessi di parte. Chi persegue i propri scopi a danno degli altri, disprezza la propria vocazione di uomo, perché tutti siamo stati creati fratelli.”

PREVISIONI METEO

Mercoledì, 26 gennaio: Nuvolosità irregolare durante la giornata con formazione di foschie o nebbie dal tardo pomeriggio, non sono previste piogge. Durante la giornata di mercoledì la temperatura massima registrata sarà di 7°C, la minima di -1°C, lo zero termico si attesterà a 2341m. I venti saranno al mattino deboli e proverranno da Nord-Nordovest, al pomeriggio moderati e proverranno da Ovest. Nessuna allerta meteo presente – Aria scadente –   Giovedì, 27 gennaio: Cieli in prevalenza poco o parzialmente nuvolosi per l’intera giornata, non sono previste piogge. Durante la giornata di giovedì la temperatura massima registrata sarà di 9°C, la minima di -2°C, lo zero termico si attesterà a 2744m. I venti saranno al mattino deboli e proverranno da Ovest-Sudovest, al pomeriggio deboli e proverranno da Ovest-Nordovest. Allerta meteo previste: ghiaccio. Zero termico in rialzo 2400-2600 metri. Pericolo valanghe: moderato

LA FAMIGLIA COME LUOGO DI ALLEANZE. QUATTRO INCONTRI

Con uno sguardo scevro da pregiudizi, per un futuro di alleanze. Le Acli di Bergamo inaugurano i percorsi formativi mettendo a tema la questione famigliare, facendo riferimento in particolare ai nuclei familiari under 30 anni di convivenza.  Quattro incontri promossi attraverso i Circoli, rivolti alle famiglie che vogliano intraprendere un cammino formativo ed aggregativo nel proprio territorio, orientato a porre attenzione sulle realtà famigliari attuali, ai cambiamenti, all’inclusione.  «Oggi parlare di famiglia risulta spesso inattuale – dichiara Daniele Rocchetti, presidente delle Acli provinciali -. In atto ci sono dei cambiamenti socio – culturali estremamente significativi, dei quali non si può non tener conto. Essi portano con sé spesso situazioni di conflitto e di fragilità troppo spesso trascurate e interrogativi circa la partecipazione alla vita comunitaria. L’esortazione apostolica di Papa Francesco, Amoris laetitia, rappresenta un punto di non ritorno: ribadisce accoglienza e capacità di discernimento autentico. In questa scia ci vogliamo inserire.  «Il percorso si articolerà in quattro incontri – spiega Giuditta Chiesa, delegata di presidenza delle Acli per la famiglia –. Il primo incontro, venerdì 4 febbraio alle 20.45, “Oltre i limiti personali. Lasciare una traccia nella società civile” sarà con Gigi De Palo, Presidente Forum Nazionale delle Famiglie e con la moglie Anna Chiara Gambini, grafica e scrittrice, sulla piattaforma Zoom. Il venerdì successivo un focus sulle nuove forme del vivere insieme con Maria Letizia Bosoni, ricercatrice in Sociologia presso l’Università Cattolica. Il terzo appuntamento sarà in presenza venerdì 18 febbraio per parlare di ferite e di processi di riconciliazione. L’ultimo meeting vorrebbe essere una tavola rotonda animata da coppie per ragionare su come si può essere famiglie attive nell’odierno tessuto civile, politico ed ecclesiastico»  È previsto, in base alle iscrizioni, un momento conviviale conclusivo, domenica 6 marzo, in cammino da Mozzo al santuario di Sombreno con visita guidata e ritorno a Mozzo, presso la sede del Circolo Acli. È possibile iscriversi su https://www.aclibergamo.it/famiglia.

IL PENSIERO del GIORNO

“Andate in tutto il mondo è proclamate il Vangelo a ogni creatura”. La bellezza della vita sta nel condividere e comunicare entusiasmo e speranza a tutti in un abbraccio veramente universale. Questo diventa possibile perché in noi è presente una intensa vita interiore che fiorisce e si diffonde nella semplicità del quotidiano e nella gioiosa reciprocità, e genera fraternità e desiderio intenso di novità nel riprendere ogni giorno il cammino della nostra esistenza. Padre, il tuo Figlio Gesù Cristo ci regala la luminosità della sua personalità per renderci partecipi del suo desiderio di rendere nuovo il mondo intero. Donaci nella purezza del nostro cuore l’entusiasmo di comunicare a tutti gli uomini la pienezza del tuo amore in modo che possa sempre più fiorire il coraggio evangelico di condividere il la bellezza di sentirci tutti fratelli nello Spirito Santo. Amen

BERGAMO il GIORNO della MEMORIA ARRIVANO 18 NUOVE PIETRE d’INCIAMPO

Il territorio di Bergamo quest’anno arriverà a contarne 21. La prima pietra è stata collocata nel 2016, a Premolo, alla casa natale di don Antonio Seghezzi; la seconda, un anno fa, fuori dall’ex carcere di Sant’Agata, in Città Alta, è dedicata alla guardia carceraria Alessandro Zappata. Giovedì 27 gennaio, Giorno della Memoria, tra le 9.30 e le 11.40, a Bergamo ci sarà la posa delle 7 nuove pietre in città con il coinvolgimento delle scuole. A Treviglio la posa delle pietre d’inciampo sarà mercoledì 26 gennaio alle 12. Le pietre d’inciampo sono un’iniziativa dell’artista tedesco Gunter Demnig. La memoria consiste in una piccola targa d’ottone della dimensione di un sampietrino (10 × 10 cm), posta davanti alla porta della casa in cui abitò la vittima del nazismo o nel luogo in cui fu fatta prigioniera, sulla quale sono incisi il nome della persona, l’anno di nascita, la data, l’eventuale luogo di deportazione e la data di morte, se conosciuta. Questo tipo di informazioni intendono ridare individualità a chi si voleva ridurre soltanto a numero. L’espressione “inciampo” deve dunque intendersi non in senso fisico, ma visivo e mentale, per far fermare a riflettere chi vi passa vicino e si imbatte, anche casualmente, nell’opera. L’espressione “pietra di inciampo” è mutuata dalla Bibbia e dall’Epistola ai Romani di San Paolo Apostolo: “Ecco, io metto in Sion un sasso d’inciampo e una pietra di scandalo; ma chi crede in lui non sarà deluso”. Le pietre d’inciampo vengono posate in memoria delle vittime del nazismo, indipendentemente da etnia e religione. La prima, ad esempio, fu posata a Colonia in ricordo di mille tra Sinti e Rom deportati nel maggio del 1940

SCATTANO le MISURE ANTISMOG A BERGAMO

Si è raggiunto il 6° giorno consecutivo di superamento del limite giornaliero di Pm10. In tutte le province, con una media provinciale di 58 µg/m³a Brescia, di 66,1 µg/m³ a Bergamo e di 65,8 µg/m³ a Lodi scattano le misure antismog. Tutto ciò in considerazione del fatto che le previsioni per i prossimi giorni non prevedono la dispersione degli inquinati con pioggia o neve, ma al contrario, almeno fino a giovedì saranno giorni favorevoli all’accumulo. Relativamente al traffico, le limitazioni si attivano nei Comuni con oltre 30.000 abitanti e in quelli aderenti su base volontaria in fascia 1 e 2. In questo caso non possono circolare le auto di classe fino a euro4 diesel, comprese quelle dotate di filtro antiparticolato, dalle 8.30 alle 18.30. Oltre a quelle già soggette alle limitazioni permanenti. Con le misure temporanee di secondo livello le limitazioni comprendono anche i veicoli commerciali fino a euro4 diesel, compresi quelli dotate di filtro antiparticolato, dalle 8.30 alle 18.30. Per quanto riguarda le misure su riscaldamento e agricoltura, le limitazioni si applicano a tutti i Comuni della provincia interessata dai superamenti continuativi e prevedono il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici a biomassa legnosa, in presenza d’impianto di riscaldamento alternativo, con emissioni inferiori o uguali a 3 stelle e il limite a 19 gradi delle temperature all’interno degli edifici, con tolleranza di 2 gradi. Vietato accendere fuochi all’esterno.

DOMANI (26 gennaio) si PAGANO le PENSIONI di FEBBRAIO

Anche per i mesi di febbraio e marzo saranno previst  pagamenti anticipati delle pensioni. Ad ufficializzare la data è Poste Italiane. L’anticipo avviene già da tempo per evitare assembramenti in piena pandemia. Il calendario del pagamento di febbraio 2022 avverrà in maniera anticipata per chi ritira la pensione presso gli uffici di Poste italiane, secondo l’ordine alfabetico dei cognomi indicato qui sotto. Da ricordare che a partire dall’1 febbraio sarà necessario il Green Pass per accedere agli uffici postali. dalla A alla B mercoledì 26 gennaio – dalla C alla D giovedì 27 gennaio – dalla E alla K venerdì 28 gennaio – dalla L alla O sabato 29 gennaio (mattina) – dalla P alla R lunedì 31 gennaio – dalla S alla Z martedì 2 febbraio. Tutti coloro che ricevono la pensione in banca devono come sempre attendere il primo giorno bancabile del mese, cioè il primo febbraio che è martedì. I cittadini di età pari o superiore a 75 anni, che riscuotono normalmente la pensione in contanti e che non hanno già delegato altri soggetti al ritiro della pensione, possono chiedere di ricevere le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i carabinieri.

VIE E PIAZZE DI DI BERGAMO. LUIGI TESTA

Nacque a Seriate (Bergamo) il 2-aprile-1814 – morto a Bergamo il 20 aprile 1889 fu un patriota garibaldino. La Città di Bergamo gli ha intestato una Via.   Era da parecchi anni sotto la leva austriache quando nel 1848 disertò le file e corse in Piemonte arruolandosi nell’esercito sardo e partecipò così alla Prima Guerra d’Indipendenza. La sconfitta di Novara lo spinse a partecipare alla difesa della Repubblica Romana. Partecipò anche alla celebre ritirata. In seguito con alcuni compagni decise di andare in Africa per arruolarsi nella Legione Straniera. Con la Legione straniera partecipò alla guerra di Crimea ritrovandosi così quei sardi piemontesi che erano stati inviati dal Cavour. Nel 1859 partecipò alla II Guerra d’Indipendenza e combatté a Solferino, probabilmente ancora con la Legione Straniera. Rimasto disilluso dall’armistizio di Villafranca abbandonò la Legione e si stabilì a Bergamo. Nel 1860 partecipò alla spedizione dei Mille aggregato alla VIII compagnia. Si distinse nella battaglia di Calatafimi e di Palermo e fu uno dei 200 che passarono lo stretto e sbarcarono in Calabria. Combattè anche sul Volturno e ad Isernia, diventando il braccio destro di Francesco Nullo. Nel 1862 infatti lo accompagnava quando questi fu arrestato a Palazzolo e nel tentativo di raggiungere Garibaldi prima dell’Aspromonte. In questa occasione si fece arrestare a Napoli fingendosi Nullo lasciandosi trasportare fino a Genova. Quando Francesco Nullo ritornò dalla prigionia di Finestrelle reo di aver partecipato ad Aspromonte e organizzò nel 1863 la spedizione per portare aiuto alla Polonia, Testa fu tra i primi all’appello. Partì ida Bergamo, combatté a Krzaykawka e vide cadere il Nullo. Riuscì a raggiungere il confine della Galizia e a sfuggire alla polizia austriaca. Ritornato a Bergamo, ormai cinquantenne dopo una vita di avventure, fece il cameriere nel caffè della Stazione. Morì a Bergamo il 20 aprile 1889.

TURNI delle FARMACIE

*** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni. si chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.

*** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 26 gennaio 2022 alle ore 9,00): Alzano Lombardo Farmacia di Alzano Sopra Via Provinciale 29 – Bagnatica P.za Gavazzeni 1/a – BERGAMO Farmacia Venturini Via da Stabello 8/a – Castione della Presolana Via Manzoni 17 – Cenate Sotto Via Don Sturzo – Chignolo d’Isola Via XXV Aprile (fino alle ore 24) – Cologno al Serio Farmacia Seguino in Via Locatelli – Costa Volpino Farmacia Via A. Moro – Gazzaniga Via Battisti 94 – Levate Farmacia Corso Europa (fino le ore 24) – Oltre il Colle – Palazzago – Rota d’ImagnaSan Pellegrino Terme Farmacia Della Fonte Viale Papa Giovanni – Stezzano Farmacia Via Bergamo 5 – TREVIGLIO Farmacia Comunale 3 Viale Piave –

*** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi – 24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica e festivi.

AVVENIMENTI A BERGAMO E PROVINCIA

  • BERGAMO – Auditorium Piazza Libertà – 26 gennaio ore 17 – Proiezione del film “E’ andato tutto bene”
  • CAPRIATE SAN GERVASIO – Biblioteca – 26 gennaio ore 20,30 – Convegno: “Se i muri potessero parlare per raccontare Sant’Agata” in occasione della Giornata della Memoria
  • COLOGNO al SERIO – Auditorium Scuole Medie – venerdì 28 gennaio ore 20,45 – spettacolo teatrale “Joffo parrucchiere” in occasione della Giornata della Memoria
  • ENDINE GAIANO – Parcheggio Chiesa San Felice  – 30 gennaio ore 9 – inizio pulizie sponde del Lago – Tutti possono partecipare – contatti 347 1303105
  • SARNICO – Teatro Proscafo – 27 gennaio ore 20,30 – spettacolo “Senza più forza di ricordare” in occasione della “Giornata della memoria” – prenotazione obbligatoria tel. 035 912134
  • URGNANO – Cineteatro Cagnola – 28 gennaio ore 20,30 – Film di Qualità “La persona del mondo”

COSA LEGGERE

PAOLO. UN UOMO INQUIETO. UN APOSTOLO INSUPERABILE – critica ***** – San Paolo Edizioni – pag. 320 – costo € 20,00 – Questo articolo è acquistabile con il Bonus Cultura e con il Bonus Carta del Docente.  i frutti della sua ricerca, restituendoci un Paolo dal carattere forte, dagli eccessi d’ira mal celati, e dal destino poco trionfante. Il centro del volume sta nel collocare il pensiero e l’azione di S. Paolo nel contesto della complessa personalità dell’apostolo. L’autore tratteggia una cronologia narrativa della vita di Paolo in un contesto biografico che prende corpo dagli elementi intellettuali, emotivi e religiosi dell’apostolo: appassionato, contraddittorio e fallibile, con un caratteraccio insopportabile.

AL CINEMA

ERO IN GUERRA MA NON LO SAPEVO – critica *** – Durata 95 minuti – consigliato ragazzi +13 anni – Trama: Il gioielliere Pierluigi Torrigiani sta cenando al ristorante quando nel locale irrompono alcuni malviventi per rapinare i commensali. Torregiani vede uno di loro minacciare sua figlia Marisa puntandole addosso una pistola ed estrae l’arma che anche lui porta al fianco. Nella sparatoria cadono a terra morti e feriti, e per il gioielliere inizia una discesa agli inferi: nel giro di due settimane entra nel mirino dei P.A.C. in quanto “giustiziere borghese e fascista”, e dunque simbolo di una classe socioeconomica da defenestrare. Da quel momento comincia per lui una battaglia in cui l’uomo rifiuta la protezione della polizia e della scorta in nome della libertà di poter continuare a vivere la sua solita vita senza impedimenti.

L’ANGOLO della CUCINA. TARALLI e TARALLUCCI

Ecco il tarallino, un prodotto conviviale e buonissimo.Già nel lontano 1400, le famiglie contadine, ritrovandosi in compagnia, li accompagnavano a del buon vino come simbolo di cordialità e amicizia.Oggi, il tarallino pugliese, è molto apprezzato come snack ed è ottimo come alternativa al pane.Il tarallino pugliese, nome che nasce probabilmente dal greco “doratos”, una sorta di pane, racchiude gli elementi caratteristici del paesaggio agricolo della Puglia, dal grano, all’olio di oliva al vino. Profumo di pane con olio di oliva, sapore sfizioso quando speziato con semi di finocchio, peperoncino, rosmarino, cipolla, pepe e …I nostri taralli non contengono lievito e sono naturalmente privi di additivi conservanti, coloranti e grassi idrogenati.

Per tutte le notizie seguici su Google News

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in: