Ats e medici di base del territorio, stanno continuando gli incontri per riuscire a completare il progetto che prevede l’organizzazione di una fitta rete per l’esecuzione dei tamponi rapidi in provincia di Bergamo. Coinvolti in prima persona proprio i medici di base, che opereranno in spazi appositamente messi a disposizione dalle Amministrazioni comunali.

L’Ats di Bergamo oltre a fornire tamponi rapidi e garantire in molte strutture la fornitura dei dispositivi di protezione a medici e personale di supporto, ha già dato il via alla sanificazione delle sedi che ospiteranno i punti tamponi.

Il test rapido potrà essere effettuato solo su indicazione del proprio medico di base. In questo modo potranno accedervi ad esempio coloro che presentino sintomi sospetti o contatti stretti asintomatici di persone positive allo scadere del decimo giorno di isolamento. 

A Treviglio i test rapidi prenderanno il via a partire da lunedì 18 gennaio, a Romano già da questo lunedì, 11 gennaio. Questo il calendario completo con tutte le date di inizio nei vari centri-tampone della provincia:

  • Bergamo: 11.01.2021
  • Seriate: 13.01.2021
  • Borgo di Terzo: 12.01.2021
  • Villa di Serio: 11.01.2021
  • Treviglio: 18.01.2021
  • Ponte San Pietro: 18.01.2021
  • Dalmine: 18.01.2021
  • Lovere: 18.01.2021
  • Credaro: 12.01.2021
  • Chiuduno: 11.01.2021
  • Clusone: 08.01.2021
  • Zogno: 12.01.2021
  • Almenno S. Bartolomeo: 14.01.2021
  • Romano di Lombardia: 11.01.2021

Il ringraziamento ai sindaci bergamaschi

Un ringraziamento per il raggiungimento di questo risultato è stato fatto da Marcella Messina, presidente del Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci, a tutti i sindaci dei comuni bergamaschi che hanno collaborato per la riuscita del progetto. Queste le sue parole:

“Naturalmente, non poteva mancare rispetto a questa importante iniziativa il contributo dei Sindaci dei Comuni bergamaschi a cui è stata chiesta la disponibilità degli spazi e la collaborazione logistico-organizzativa in modo anche da rendere il più possibile omogeneo ed uniforme l’accesso a questo servizio che, per la sua natura diagnostica e preventiva assume una valenza strategica, per i cittadini, nel contrasto al Covid 19, contemporaneamente all’ estensione della campagna vaccinale. Un ringraziamento particolare quindi alle Amministrazioni comunali ed a chi ha collaborato per raggiungere questo risultato”.

Collaborano al progetto anche la cooperativa IML di Bergamo, la Fondazione Piccinelli di Scanzorosciate, la Cooperativa sociale Sebino e gli Istituti Ospedalieri Bergamaschi.

Print Friendly, PDF & Email