Corsa virtuale, ma su percorso reale: dal piccolo paese capoluogo della Val Stabina (Bergamo) fino ai lecchesi piani di Bobbio, usando un’applicazione dedicata allo sport, gli atleti avevano due mesi di tempo per percorrere di corsa questa bella cronoscalata. Tutta su strada asfaltata (Ceresola) e sterrara/asfaltata (Bobbio) si poteva percorrere quando e quante volte si voleva. In ogni caso veniva preso il miglior tempo.

Partenza dalla Chiesa di Sant’Antonio Abate del 1367 nella contrada Torre e arrivo al Santuario della Madonna Regina dei Monti e delle Funivie del 1962. Le due Chiese danno il nome alla gara: da 7,7 km D+ 680 mt D-1 mt pendenza 9%.

Novità in tempo di Covid, evento sportivo senza assembramenti, bensì una corsa da fare contro il tempo e se stessi, per poi ritrovarsi insieme ai propri avversari in un’unica classifica al termine del mese di agosto. Da buona gara agonistica il livello degli atleti si è rilevato alto con i migliori specialisti del “only up” montano.

Primi Assoluti
Manuel Togni 41:05 media 5:19/km e Nives Carobbio 49:21 media 6:23/km.
Vincono un buono cena per 2 persone presso ALBERGO RISTORANTE PIZZO 3 SIGNORI (Valtorta) + libro offerto dal Comune di Valtorta.

Secondi Assoluti
Michele Dall’Ara in 42:02 e Katiuscia Nozza Bielli in 52:00 che vincono una confezione di formaggi presso LATTERIA SOCIALE di Valtorta + libro offerto dal Comune di Valtorta.

Terzi Assoluti 
Manuel Mangili 44:43 e Daniela Giupponi 54:08 che si aggiudicano un cesto di prodotti presso ALIMENTARI ALBERTO (Valtorta) + libro offerto dal Comune di Valtorta.

a seguire:
Luca Mastromarino 45:37,
Daniel Rondi 46:11,
Ruben Mazzoleni 46:39,
Valerio Facciolo 49:14,
Andrea Cortesi 49:51,
Alessandro Colombo 52:59,
Simone Zambelli 54:46
Lisa Giupponi 1:00.02

La speciale classifica Over 55: 
Federico Maffiuletti in 49:21
Renzo Cortesi 50:01
Paolo Panzeri 50:14,
Maurizio Cappa 51:35,
Flavio Mangili 53:00.

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in: