Nel ringraziare di vero cuore l’associazione Pro Terra Sancta per l’invito all’inaugurazione del centro Dar al Majus di Betlemme. Al fine di dare il mio contributo nel far conoscere anche ai più piccoli e alle loro famiglie questa bellissima progettualità ho scritto queste breve racconto che ha per protagonisti proprio i Magi.

Centro Dar al Majus di Betlemme e l’invito per i Re Magi

Buongiorno magi, c’è posta per voi!” – esclamò d’un tratto l’angelo Fatima scrutando nel sacco della posta del Paradiso.

Come missive in arrivo? Ma oggi è solo il 6 giugno e all’Epifania mancano ancora tanti mesi” – replicò perplesso Melchiorre.

Lo sai come sono i bambini e le bambine di quest’epoca: avanti con i tempi!” – rispose sorridendo Gaspare.

In realtà il mittente è un’associazione che si chiama Pro Terra Sancta e la busta contiene un invito ad importante evento che si svolgerà il 9 Giugno” – disse Fatima dopo aver aperto la lettera.

E più precisamente di quale manifestazione si tratta?” – domandò Baldassarre.

E’ l’inaugurazione di una nuova struttura dedicata proprio a voi: si chiama infatti. Dar al Majus!” – rispose Fatima.

La casa dei magi! Ma che bella sorpresa! Scusa ma in questa dimora cosa faranno esattamente e perché è stata dedicata proprio a noi?” – domandò curioso Melchiorre.

Qui c’è scritto che sarà uno spazio di vita ubicato nel cuore storico di Betlemme a due passi proprio dalla Basilica della Natività” – replicò Fatima.

E cosa si intende esattamente per spazio di vita? Ci sarà qualche informazione più dettagliata giusto?” – incalzò incuriosito Gaspare.

Si certo…un po’ di pazienza…nella busta c’è anche una scheda dettagliata nel quale viene evidenziato che nella vostra casa di Betlemme ci saranno centro servizi di ascolto e formazione e iniziative culturali e ricreative per giovani! “– disse l’angelo della posta.

Fantastico! …e poi …cosa ci sarà ancora…sono sempre più curioso…” – replicò Baldassarre.

Ci saranno attività che incoraggeranno l’incontro tra persone di fedi diverse e sarà presente anche uno spazio dedicato al recupero della consapevolezza del patrimonio storico e religioso di Betlemme” – concluse Fatima.

Ma che meraviglia! Se ci pensate sono proprio le caratteristiche che meglio descrivono la nostra amicizia! Eravamo persone di fedi diverse ma con un desiderio in comune: quello di seguire la stella certi che ci avrebbe condotto all’incontro più speciale della nostra vita!” – esclamò con gioia Melchiorre.

Ma lo sapete che proprio la strada che abbiamo percorso è stata attraversata nel corso dei secoli da milioni di persone e le è stato dato anche il nome di Star Street: incredibile vero?” – disse con stupore Gaspare.

La realtà oggi è diversa, infatti, leggo sempre in questa lettera, che con la pandemia tante persone hanno smesso di ripercorrere i vostri passi e così quella strada è divenuta sempre più abbandonata con ripercussioni anche sulle attività locali che vivano proprio dell’accoglienza ai pellegrini” – constatò tristemente l’angelo vedendo confermato dalla visuale del Paradiso quando narrato nella missiva.

Sono certo che però la nostra casa contribuirà a rimettere in moto la speranza e, di conseguenza, anche i piedi e le gambe delle persone…e così dobbiamo fare anche noi amici!” – esclamò energicamente Melchiorre!

Ben detto! Allora accettiamo l’invito, prepariamo i cammelli e torniamo nella nostra Betlemme …anche perché vedo che ci sarà nella nostra casa un’area dedicata al cibo della tradizione e sapete quanto lo adoro” – disse Baldassarre.

Sei sempre il solito amico mio: cibo e ideale nella tua esperienza coincidono sempre!” – replicò ridendo Gaspare.

D’altronde non vi deve stupire questa cosa amici miei…infondo il Bambino stesso che abbiamo incontrato quella notte stellata non era forse il pane disceso dal cielo? E quindi…il mangiare ha sempre in sé qualcosa di divino!” – replicò gioioso Baldassarre.

Va bene amici…stop alle chiacchiere…e pronti a partire: ci attende un nuovo viaggio e sono certo che anche in questa casa rivivremo quella straordinaria esperienza d’incanto della grotta di Betlemme”.

Detto questo e salutato Fatima…i tre iniziarono il loro viaggio con destinazione “Dar al Majus”.


Per info sul progetto: https://www.proterrasancta.org/it/?s=casa+dei+magi

Print Friendly, PDF & Email

Autore

Alessandro Grazioli

Marito e papà di 4 bambini, laureato in Giurisprudenza presso l’Università Statale di Milano, Business Unit Eticapro, Consigliere Comunale, scrittore di libri per l'infanzia, divulgatore e influencer sociale su Socialbg

Vedi tutti gli articoli