Da venerdì 10 luglio le discoteche riaprono anche in Lombardia. Con queste regole stabilite dalle linee guida della Regione: ballo solo negli spazi esterni con due metri di distanza uno dall’altro, uso della mascherina al chiuso e all’esterno “tutte le volte che non è possibile rispettare la distanza interpersonale di un metro“. E poi il numero chiuso, la prenotazione tramite app per rendere più fluidi gli ingressi, termoscanner, sanificazione e igienizzazione affidate a ditte specializzate.

Per Paolo Visinoni, presidente del Gruppo gestori sale da ballo di Ascom Confcommercio Bergamo “sono stati 4 mesi e mezzo difficili per il settore, in particolare per i costi di affitti, personale e operatori dello spettacolo. È fondamentale ripartire con responsabilità per non annullare i sacrifici di questi mesi. Da parte nostra abbiamo messo in campo tutti gli accorgimenti per garantire la massima sicurezza di tutti“.

Modificate anche le piste da ballo: “Per garantire il rispetto delle disposizioni abbiamo posizionato i tavoli nella pista da ballo – aggiunge Visinoni- . Ognuno avrà così il suo tavolo in discoteca, un tempo appannaggio di pochi, e potrà godersi la serata e il proprio drink, servito direttamente dal barman, ascoltando buona musica e magari alzandosi a ballare la hit preferita”.

La scelta di modificare i locali con arredi- da tavoli e sedie- è stata già adottata con successo in altre regioni e consente di garantire il rispetto della normativa, senza rinunciare del tutto alla voglia di ballare o alla desolazione di trovarsi davanti ad una pista vuota. “Saranno serate dopo-cena di spettacolo e buona musica, diverse da quanto siamo stati da sempre abituati, ma non per questo ingessate – conclude Visinoni-. L’importante è che tutti rispettino le norme per la tutela della sicurezza di tutti. E per evitare che i gestori debbano ritrovarsi a gestire situazioni-limite”.

L’Ascom si è anche inventata una campagna. Si chiama “Divertiti responsabilmente”. Cinque i punti: prenotare la serata, indossare la mascherina, utilizzare le app, aspettare il turno al termoscanner, godersi musica e drink al tavolo.

Nikita Costez di Telgate

Setai Club di Orio al Serio

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli