Online sul sito del Comune di Bergamo la possibilità di far parte dell’ Albo delle Famiglie Accoglienti per quanti vogliano offrire ospitalità. La situazione di crisi legata agli eventi bellici in corso in Ucraina, sta portando sul nostro territorio numerosi nuclei famigliari di profughi, composti in gran parte da donne con minori, per i quali si è reso necessario predisporre nuove forme accoglienza.

Alcuni dati forniti dalla Prefettura ci dicono che, sul territorio di Bergamo e provincia, i profughi ucraini sono oggi complessivamente 2.608. Di questi, 1.835 (70,4%) sono femmine, 773 (29,6%) maschi; 1.048 (40,2%) hanno tra 0 e 14 anni, 271 (10,4%) tra 15 e 19 anni, 1.177 (45,1%) tra 20 e 64 anni, 112 (4,3%) over 65 anni.

L’Amministrazione Comunale, che da anni promuove interventi volti a potenziare le azioni di solidarietà familiare e sensibilità sociale nei confronti di adulti, minori, anziani e famiglie in difficoltà, ha scelto di sensibilizzare i cittadini sul tema dell’accoglienza sostenendo e promuovendo il progetto dell’Albo delle Famiglie Accoglienti, già realizzato in altri comuni italiani sul modello di Refugees Welcome con cui anche Bergamo sta perfezionando, in questi giorni, la collaborazione.

Per iscriversi all’Albo è necessario accedere al sito del Comune di Bergamo dov’è pubblicato l’avviso dedicato e dove sono indicate le modalità, peraltro molto semplici, di invio della domanda https://bit.ly/3NIerpC

Possono richiedere l’iscrizione le coppie di fatto o coniugate, con o senza figli, di cui almeno un coniuge sia residente nel Comune di Bergamo, e le persone maggiorenni singole, residenti nel Comune di Bergamo. Il requisito della residenza è importante perchè l’iniziativa per ora è riservata esclusivamente al nostro Comune. Le persone che manifesteranno il proprio interesse saranno contattate in via preliminare dai Servizi sociali che valuteranno la disponibilità, le motivazioni e le aspettative. 

Il Comune, direttamente o per il tramite di operatori e professionisti allo scopo incaricati, fornirà il necessario supporto formativo, specialistico e multidisciplinare. Nei prossimi giorni l’Amministrazione definirà infine l’accordo di collaborazione con Refugees Welcome, la struttura costituita in Italia nel 2015 la cui piattaforma diverrà il canale attraverso cui verranno convogliate le disponibilità di accoglienza dei cittadini bergamaschi nelle diverse forme che il modello Refugees Welcome prevede.

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

, , ,