Almanacco di oggi 18 luglio 2021 (Domenica); Notizie e curiosità

29^ settimana – Giorni inizio/fine anno 199/166 – BUONA DOMENICA

OGGI in QUESTO ALMANACCO:

  • I Santi del giorno
  • Giornata Internazionale “Nelson Mandela Day”
  • Perché i giocatori s’inginocchiano prima della partita
  • 1987 L’alluvione della Valle Brembanaper non dimenticare
  • Giornata Mondiale di prevenzione da incendi boschivi
  • Bergamo e i “Grandi Bergamaschi”
  • Lombardia: presto l’immunità “di gregge”
  • Difendiamo il Sistema Immunitario (1)
  • Domenica 25 luglio: Festa Mondiale dei Nonni
  • I “benefici dei mirtilli”
  • I MORTI DI OGGI E LA DATA DEI FUNERALI (clicca qui)
  • TUTTA LA CRONACA (clicca qui)

I SANTI del GIORNO:
San FEDERICO Vescovo e martire
San FILASTRO Vescovo
Santa TEODOSIA martire
San RUFILLO Vescovo
San MATERNO Vescovo di Milano

AFORISMA del GIORNO: “Se intendi farti un amico, mettilo alla prova. Non fidarti subito di lui. C’è infatti chi è amico quando gli fa comodo, ma non resiste nel giorno della tua sventura” (Siracide)

GIORNATA INTERNAZIONALE “NELSON MANDELA DAY” “Nessuno è nato schiavo, né signore, né per vivere in miseria, ma tutti siamo nati per essere fratelli”. Una frase che resta scolpita nella memoria questa di Nelson Mandela, leader della lotta contro l’apartheid in Sud Africa, per la quale trascorse 27 anni in carcere. Fu infatti ripetutamente imprigionato a partire dal 1952 e nel 1964 venne condannato all’ergastolo. Quando fu liberato, l’11 febbraio del 1990, aveva 71 anni e tenne un memorabile discorso. A capo dell’African National Congress, nel 1994 divenne presidente del Sud Africa, il primo non bianco a ricoprire tale carica. Il precedente presidente, De Klerk, fu nominato vice e entrambi vinsero il Premio Nobel per la pace nel 1993. Madiba, come veniva affettuosamente chiamato dal suo clan, gestì la transizione da un passato basato sulla segregazione razziale alla democrazia, favorendo il processo di pacificazione. La morte lo raggiunge nel 2013, all’età di 95 anni.

PERCHE’ i CALCIATORI S’INGINOCCHIANO PRIMA della PARTITA: Ultimamente, è tornata molto d’attualità la discussione sulla scelta dei calciatori di inginocchiarsi prima delle partite, attuando un gesto contro le discriminazioni razziali, soprattutto dopo quando accaduto poco prima del fischio d’inizio di Italia-Galles, quando solo cinque calciatori Azzurri si sono genuflessi, al contrario di quanto fatto dai Gallesi tutti inginocchiati sul prato dello stadio Olimpico. Non si tratta di un gesto nuovo, in quanto l’origine di questo si deve a Colin Kaepernick, giocatore di football americano, che ha iniziato a farlo nel 2016 per protestare contro le ingiustizie subite dalla minoranza afroamericana negli Stati Uniti. In Italia, abbiamo assistito a episodi sporadici durante l’ultimo anno e la nostra Nazionale non fa parte di quelle che hanno scelto di inginocchiarsi sistematicamente prima di ogni partita.

1987 – L’ALLUVIONE in VALLE BREMBANA – PER NON DIMENTICARE – (34 anni fa). Un’ondata di piena scese in particolare dal ramo del Brembo che scende da Mezzoldo verso Olmo al Brembo, incrociando le propaggini di Piazzolo e Piazzatorre e raccogliendo gli affluenti della Valle Stabina (Cassiglio, Ornica e Valtorta) e della Valle Averara (Santa Brigida e Cusio). Danni importanti vi furono anche  verso Foppolo, Valteve e Branzi. Un fiume d’acqua e di macerie invase i paesi a Valle cancellando la Statale della Valle Brembana tra Lenna e San Pellegrino Terme. La pioggia era insistente da diversi giorni ma quel sabato 18 luglio 1987 divenne particolarmente intensa in tarda mattinata e nelle prime ore del pomeriggio. Un doveroso ricordo alle 5 vittime della Valle Brembana e alle 53 vittime della Valtellina anch’essa colpita in modo spaventoso.

GIORNATA MONDIALE per la PREVENZIONE degli INCENDI nei BOSCHI: L’Italia, durante i mesi estivi, sembra il paese dei falò. Incendi e roghi dappertutto, con un doppio danno e un doppio spreco: interi pezzi di vegetazione, innanzitutto alberi, che si perdono, ed enormi rischi innanzitutto per le vite umane. Da un lato ci sono i piromani di professione, autentici delinquenti, che andrebbero individuati e colpiti (ma lo sapete: in Italia per questo tipo di reati c’è una sorta di impunità diffusa), dall’altro versante, però, ci siamo noi, con i nostri comportamenti e i nostri stili di vita. Talvolta demenziali. Ci sono i piromani, c’è l’industria del racket che agisce a colpi di incendi dolosi, c’è la siccità, e ci sono i soliti sciagurati che, per esempio, accendono qualche falò in campi dove l’erba è secca e alta e non sono stati fatti gli interventi di sfalcio. COME EVITARE GLI INCENDI BOSCHIVI: 1) Non accendete falò e fuochi nei boschi durante le scampagnate e servitevi delle apposite aree attrezzate – 2) Quando fate escursioni nei boschi non parcheggiate l’automobile a contatto con l’erba secca: il calore della marmitta può innescare un incendio – 3) Non abbandonate rifiuti sul terreno, perché facilmente infiammabili, riponeteli negli appositi contenitori – 4) Non gettare mai mozziconi di sigaretta o fiammiferi ancora accesi – 5) Nei mesi più caldi non bruciate le stoppie, la paglia e altri residui vegetali in modo incontrollato. Chiamate uno dei seguenti numeri: 115, il numero nazionale di pronto intervento del corpo nazionale dei Vigili del Fuoco – 1515, il numero nazionale di pronto intervento del Corpo Forestale dello Stato.

BERGAMO e i “GRANDI BERGAMASCHICARLO ALFREDO PIATTI nato a Bergamo l’8 gennaio 1822 morto a Mozzo (Bg) il 18 luglio 1901 (120 giorni fa). è stato un violoncellista e compositore italiano. La città di Bergamo gli ha dedicato una Via e anche la Sala Piatti in Città Alta. nacque l’8 gennaio 1822 in una casa di via Borgo Canale, a Bergamo. Piatti fu indirizzato fin dalla tenera età alla musica dal padre, discreto violinista, tanto che fu ammesso al Conservatorio di Milano nel 1832 dalla stessa commissione che aveva respinto Giuseppe Verdi. Terminò gli studi a soli 15 anni, quando venne licenziato dal Conservatorio di Milano con la benedizione del maestro. L’inizio della sua carriera musicale non fu tra i più brillant. Durante la sua attività a Londra partecipò alla prima mondiale de I Masnadieri, dove Giuseppe Verdi impostò il preludio come un assolo di violoncello scritto proprio pensando a Piatti. Nel 1856, a Wolchester, si sposò con Mary Ann Lucy Welsh, unica figlia di Thomas Welsh, professore di canto, dalla quale ebbe una figlia. Il rapporto terminò qualche anno più tardi con una separazione. Fino al 1898 Piatti visse a Londra dove si produsse in molteplici concerti con musicisti quali Camillo Sivori ,Giovanni Bottesini, Clara Schumann, Charles Hallé, Heinrich Ernst e Henri Vieuxtemps, ottenendo numerosi onori e riconoscimenti internazionali. Carlo Alfredo Piatti morì il 18 luglio 1901, alle Crocette di Mozzo, nella casa del genero, il conte Carlo Lochis. È sepolto nella Villa Lochis, sul colle omonimo situato nel Comune di Mozzo. All’italiano è dedicato uno dei migliori violoncelli usciti dall’officina dello Stradivari, che fu regalato nel 1866 al violoncellista e che tutt’ora porta il suo nome.

LOMBARDIA: PRESTO L’IMMUNITA’ di COMUNITA’ obiettivo quasi centrato. Regione Lombardia viaggia a grandi passi verso l’immunità di comunità grazie a una campagna vaccinale che sta procedendo senza grandi intoppi dopo un inizio difficoltoso. Stando ai dati forniti ieri mattina dalla direzione generale del welfare, le date segnate sul calendario sono martedì 20 luglio e mercoledì 21 luglio. Attualmente, infatti, il totale delle adesioni alla campagna vaccinale è di 6.929.818 persone e praticamente tutti hanno ricevuto almeno la prima dose. Dato che la media giornaliera delle prenotazioni degli ultimi sette giorni è di 14.848 persone – 16.665 solo venerdì -, per arrivare a 7 milioni di persone occorrono in media ancora 4,7 giorni per arrivare a questo risultato. Raggiunti i 7 milioni, ha sottolineato la dg welfare, la Lombardia avrà coperto – anche se alcuni solo con la prima dose- il 70% della popolazione, che è la quota comunemente fissata per il raggiungimento dell’immunità di gregge.

DIFENDIAMO il NOSTRO SISTEMA IMMUNITARIO con la VITAMINA C: è per l’uomo una vitamina essenziale, vale a dire che il nostro organismo non è in grado di produrla da solo ma deve introdurla dall’esterno con gli alimenti. Aiuta a prevenire le infezioni e a diminuire la loro durata in caso si fossero già manifestate. La vitamina C si ossida facilmente e si perde con la cottura ad alte temperature, per questo è meglio cuocere le verdure a vapore e consumare la frutta subito dopo averla tolta dal frigorifero o spremuta. Gli alimenti più ricchi di vitamina C, oltre agli agrumi, sono: ribes, kiwi, fragole e peperoni, prezzemolo, broccoletti, rucola, cavolini di Bruxelles, cavolo broccolo verde, lattuga, cavolfiore, broccolo, spinaci, cavolo cappuccio. Il fabbisogno giornaliero di vitamina C è di 105 mg per gli uomini adulti e di 85 mg per le donne adulte, quota da aumentarsi nelle donne in gravidanza e in allattamento (continua con altre vitamine)

DOMENICA 25 LUGLIO: la “FESTA MONDIALE dei NONNI” istituita da Papa Francesco. Ogni Nazione e sono poche, celebrano ogni anno la “Festa dei nonni” e in date diverse. Papa Francesco ha indetto la “Giornata Mondiale”. Il Vescovo di Bergamo sarà presso la RSA Fondazione don Vezzoli di Cividate al Piano e ha invitato tutte le Parrocchie e tutti i bergamaschi a visitare gli anziani e promuovere ogni iniziativa

SIGNIFICATO del NOMEFEDERICO” è: “ potente nella pace”. In Italia portano questo nome circa 60.907 persone di cui il 16,5% in Lombardia, 13,2% in Veneto, poi presente in tutta Italia

PROVERBI:
“Chi disprezza, compra”
“Disprezzare è facile, meno facile è comprendere”
“Chi disprezza è sempre più vile del disprezzato”
“Il disprezzo è la forma più sottile di vendetta”
“Il disprezzo è un odio senza stima”

GIORNATA NAZIONALE dei BENEFICI del MIRTILLLO: sono il superfood da incorporare nella tua dieta e hanno un sapore delizioso. Buoni e salutari, sono piccole bacche dai poteri sorprendenti. In cucina sono molto versatili: infusi, succhi, marmellate, estratti, freschi, mescolati in piatti dolci e salati, i mirtilli neri si possono consumare in tutte le salse! Sono frutti tipici del sottobosco, (coltivati anche in serra) si raccolgono in estate e si conservano surgelati per tutto l’anno. Hanno proprietà antiossidanti, sono ricchi di vitamine e sali minerali, sono ottimi per la vista e la circolazione. Di questa pianta si utilizzano il frutto e le foglie. Il frutto è considerato un ottimo rimedio naturale molto utile e risolutivo nei casi di diarree, enteriti, stomatiti, ulcere, varici, flebiti, emorragie emorroidali, problemi alla retina e disturbi vascolari dell’occhio. Le foglie di mirtillo nero sono utilissime in caso di ritenzione urinaria, atonia vescicale, cistite, uretrite, diarrea e diabete. Aiutano la vista, alleati del microcircolo e del sistema venoso, eccellenti brucia grassi nella dieta, drenanti e diuretici e migliorano la memoria.

SCOMPARSI OGGI:
– 1610 CARAVAGGIO (411 anni fa) Artista tra i massimi che l’umanità abbia mai conosciuto, con il suo stile ha segnato una profonda cesura nella storia della pittura, che trovò in Michelangelo Merisi una secolare fonte d’ispirazione
2019 Luciano DE CRESCENZO (2 anni fa) famoso scrittore, regista e attore

SEI NATO OGGI? I nati il 18 luglio si ritrovano a ricoprire il ruolo di rappresentanti, di portavoce di opinioni. Le questioni sociali sono spesso il loro pane quotidiano hanno ben chiari in mente una serie di priorità o principi etici ai quali si ispira la loro azione nel mondo. Individui molto forti, la loro vita privata può risentire enormemente della sfera professionale.

IL CONSIGLIO della NONNA: Micosi alle unghie. Rimedio semplicissimo ma davvero efficace contro la micosi, specialmente in fase preventiva. Oltre al classico pediluvio curativo (per il quale dovrai sciogliere un cucchiaio di bicarbonato in acqua calda) , si potrà realizzare un’amalgama di bicarbonato e acqua da applicare sulla zona interessata come fosse un impacco, ripetendo il tutto 3 o 4 volte al giorno, oppure tenere i piedi a mollo per 15 minuti in una bacinella riempita per un terzo di aceto (di vino o di mele) e per il restante di acqua.

BERGAMO e in PROVINCIA: il SOLE sorge alle ore 05.49 e tramonta alle ore 21.06 – Durata del giorno 15.17 (-1 minuto rispetto a ieri) – Durata della notte: 08.43 (+1 minuto rispetto a ieri) – La LUNA crescente (57%) sorge oggi alle ore 14.47 e tramonta domani alle ore 00.56

Seguici su Google News


Print Friendly, PDF & Email