Almanacco di oggi 24 luglio 2021 (Sabato); Notizie e curiosità

29^ settimana – Giorni inizio/fine anno 205/160 – BUON WEEKEND

OGGI in QUESTO ALMANACCO:

  • I Santi del giorno
  • Lombardia: al “via” la riforma della sanità
  • Effetto “Green Pass”: un ciclone di prenotazioni
  • 24 luglio: Festa dei Re Magi
  • Pelle abbronzata: serve ancora la crema solare?
  • Bergamo e i “Grandi bergamaschi: Bortolo Belotti
  • Difendiamo il nostri Sistema Immunitario
  • Vacanze: accertarsi la chiusura di porte e finestre
  • Giornata d’invito a usare meno acqua per bollire la pasta
  • I MORTI DI OGGI E LA DATA DEI FUNERALI (clicca qui)
  • TUTTA LA CRONACA ANCHE SU FACEBOOK (clicca qui)

I SANTI del GIORNO:
Santa CRISTINA martire
Santa CUNECONDA Regina di Polonia
Santi BORIS e GLEB martiri
San VITTORINO martire
San LIBORIO Vescovo
Santi GASPARE – MELCHIORRE e BALDASSARRE i TRE RE MAGI che adorarono Gesù Bambino

AFORISMA del GIORNO: “L’uomo ha sempre baratto un po’ di felicità per un po’ di sicurezza”

PROVERBIO del GIORNO: “Per Santa Cristina si semina la saggina”

LOMBARDIA al “VIA” la RIFORMA della SANITA’ REGIONALE: sarà la più efficace a livello nazionale. Una riforma che dovrebbe cambiare la sanità lombarda mettendo al centro la medicina del territorio e la cura della persona. La riforma, avrà tempi e risorse certe per dare concretezza alla sanità lombarda e sicurezza ai cittadini. Il provvedimento dovrebbe partire dai cento distretti territoriali sede della valutazione del bisogno locale, della programmazione territoriale e dell’integrazione dei professionisti sanitar”, in vigore entro 90 giorni dall’approvazione della legge insieme ai dipartimenti di cure primarie e ai dipartimenti funzionali di prevenzione. Ad essere creato, poi, entro sei mesi, sarà il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie infettive. Con un altro step successivo verranno istituite centrali operative territoriali, gli ospedali (64) e le case di comunità (216). In particolare, saranno realizzati 26 ospedali di comunità nel 2022, 19 nel 2023, 19 nel 2024 e 86 case di comunità nel 2022, 65 nel 2023, 65 nel 2024. Nel complesso, l’intero percorso di riforma dovrebbe svolgersi nell’arco di 3 anni, arrivando ad attribuire un ruolo centrale a medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, oltre che alla telemedicina, alla formazione, alle università e alla ricerca. Il provvedimento dovrebbe aumentare il personale sanitario al lavoro negli ospedali della Lombardia. “Il 30% del personale strutture territoriali sarà di nuova assunzione”.

EFFETTO “GREEN PASS”: UN CICLONE di PRENOTAZIONI è bastato soltanto ventilare l’obbligo di green pass (che poi è arrivato davvero: per bar, ristoranti, palestre, cinema, stadi per far impennare le prenotazioni agli hub. In Lombardia è bastato l’innalzamento della curva dei contagi, in altre parole, l’effetto-Delta, per scatenare la corsa ai centri vaccinali. Giovedì 22 luglio, dopo l’intervento del Presidente Draghi, il record: circa 49mila prenotazioni, contro le 28.368 del giorno precedente. Nella prima parte del mese, le richieste di appuntamento si erano mantenute intorno a quota 15mila.

24 LUGLIO è la FESTA dei RE MAGI: di loro se ne parla molto il 6 gennaio ma in quella data si festeggia l’Epifania del Signore, la manifestazione di Dio ai popoli e i Re Magi sono un pretesto e solo oggi, con la traslazione delle loro reliquie, avvenuta il 24 luglio 1165, si vuole festeggiare questi grandi personaggi. Nell’anno 343 dC, Sant’Elena, madre del’Imperatore Costantino, trasportò le reliquie dei Re Magi da Gerusalemme in Italia e le donò al Vescovo Eustorgio che da Roma le trasportò con un carro, trainato da buoi, fino a Milano. Il Vescovo Eustorgio pregava per trovare una soluzione dove collocare le reliquie in una nuova Chiesa in città. Giunto in prossimità di Milano il carro s’impantanò e nonostante tutti i tentativi per rimuoverlo nessuno ci riuscì. Eustorgiò capì che lì doveva sorgere la nuova Chiesa. Giunto a Milano Federico Barbarossa s’impadronì delle reliquie e fece distruggere la Chiesa. La storia s’incrocia con le città lombarde  nel “Giuramento di Pontida” che sconfissero il Barbarossa il quale però aveva già fatto trasferire le reliquie nel Duomo di Colonia in Germania. Nonostante tutti i tentativi per una restituzione delle reliquie la città di Colonia si è sempre rifiutata e solo nel 1906 il Card. Ferrari Arcivescovo ottenne una parziale restituzione e le ricollocò nella ricostruita Chiesa di Sant’Eustorgio a Milano. La Chiesa Ambrosiana oggi ricorda l’evento e prega per i Re Magi.

PELLE ABBRONZATA: SERVE ANCORA la CREMA SOLARE? Lo Abbiamo chiesto ai Dermatologi e Tricologi di Humanitas. Spesso, dopo i primi giorni di mare o le prime ore trascorse al sole, si può cadere nella tentazione di non mettere la crema solare. Questo perché c’è la credenza secondo la quale la pelle già abbronzata sia “protetta” dalle radiazioni solari e, perciò, non necessita di una crema solare con una protezione adeguata. L’abbronzatura è un meccanismo di difesa naturale della pelle dal sole che può fornire una leggera protezione contro le scottature, ma nulla può contro i danni profondi dei raggi ultravioletti. Quindi, anche se la pelle appare ormai dorata, è bene continuare a proteggerla con il filtro più opportuno. Il ruolo della crema doposole è invece quello di donare idratazione alla pelle dopo l’esposizione al sole. In molti casi i doposole in commercio contengono anche sostanze ad azione lenitiva e rinfrescante che alleviano la sensazione di bruciore e l’arrossamento dovuto alle scottature. Sono però prodotti che non possono avere alcun effetto benefico sugli eventuali danni provocati dai raggi ultravioletti e quindi non sostituiscono in alcun modo l’applicazione della protezione solare durante la giornata. E’ chiaro: la crema solare ha un compito, la “doposole” un altro.

BERGAMO e i “GRANDI BERGAMASCHI”: BORTOLO BELOTTI Nato a Zogno, 26 agosto 1877 morto a Sonvico, 24 luglio 1944 (77 anni fa) è stato un politico, storico e giurista italiano. La città di Bergamo gli ha dedicato “Largo Belotti” nel pieno centro della città, così anche il Comune di Zogno gli ha dedicato una Piazza. Fu inoltre raffinato poeta ed è considerato una delle figure più rappresentative della Val Brembana nel XX secolo. Bortolo Belotti deve la sua fama soprattutto alla sua Storia di Bergamo e dei Bergamaschi, il più importante trattato sulla storia di Bergamo e della sua provincia. Dopo gli studi elementari nel paese di nascita, fu iscritto presso il Collegio Vescovile Sant’Alessandro di Bergamo, frequentò l’ultimo anno del liceo Classico “Paolo Sarpi” di Bergamo. Fu ammesso al “Collegio Ghislieri” dell’Università degli Studi di Pavia e si laureò in Giurisprudenza nel 1899. Si trasferì in seguito a Milano, per esercitare la professione d’avvocato presso il Tribunale. Nel 1907 iniziò l’attività politica nel Partito Economico, movimento della destra liberale. Fu eletto consigliere e assessore al comune di Zogno, e successivamente consigliere comunale a Milano dal 1909 al 1914. Dal 1914 fu anche Consigliere provinciale per il mandamento di Zogno, carica che mantenne per circa 10 anni. Nel 1913 venne inoltre eletto deputato al Parlamento nazionale per il collegio di Zogno. La sua politica fu tesa allo sviluppo economico e industriale della Val Brembana, battendosi ad esempio per il prolungamento della ferrovia fino a Piazza Brembana e per la realizzazione delle opere di sfruttamento dell’energia idroelettrica. Fu rieletto deputato nelle elezioni del 1919, nel 1921 fu nominato sottosegretario al Tesoro, passando in seguito a ricoprire le funzioni di Ministro dell’Industria e del Commercio nel successivo primo Governo Bonomi, in carica fra il 1921 e il 1922. Di quest’ultima esperienza si ricorda soprattutto la cessione della villa del Cargnacco a Gabriele D’Annunzio per realizzarvi il complesso del Vittoriale. Nel 1922 aderì al Partito Liberale Italiano (PLI). Rispetto al fascismo assunse in un primo momento un atteggiamento moderatamente favorevole e votò in parlamento a favore del Governo Mussolini. Il 27 ottobre 1930 venne arrestato e venne mandato al confino a Cava dei Tirreni, dove rimarrà fino al giorno di Pasqua del 1931. Nel 1940 pubblicò la sua opera più famosa: la Storia di Bergamo e dei Bergamaschi, ancora oggi l’opera più completa e dettagliata mai scritta sull’argomento. Nel 1942 venne seguita dalla Storia di Zogno e di alcune terre vicine. Dopo la caduta del fascismo nel luglio del 1943, guidò la transizione di Bergamo verso la democrazia, ma dopo gli eventi dell’8 settembre fu costretto a fuggire in Svizzera. Morì il 24 luglio 1944 a Sonvico, vicino a Lugano. Pochi mesi prima, i bombardamenti alleati avevano distrutto la sua casa di Milano, assieme alla ricca biblioteca e al suo studio professionale. Dopo la guerra, le sue spoglie furono traslate da Lugano a Zogno il 22 settembre 1945, dove ebbero luogo solenni funerali. Per ragioni di spazio questo testo è stato ridotto, resta però l’invito a scoprire la vita di questo “grande bergamasco” riportata anche in internet.

1911 – SCOPERTO il SITO di MACHU PICCHU (110 anni fa) Fu un archeologo ed esploratore statunitense Hiram Bingham a riportare alla luce una delle sette meraviglie del mondo moderno, scrigno dell’antica civiltà Inca che, tra il 1200 e il 1500, costruì un grande impero nella regione andina, compresa tra Cile, Colombia, Ecuador e Perù. Oggi Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

DIFENDIAMO il NOSTRO SISTEMA IMMUNITARIO con le VITAMINE: nei post pubblicati in questi giorni abbiamo conosciuto i benefici delle Vitamine C – E –  A –D – B9 – Ferro e oggi, con l’indicazione dei Medici di Humanitas conosciamo il SELENIO: Anche il selenio, ottimo antiossidante cellulare, sembra avere un potente effetto sul sistema immunitario nella prevenzione delle infezioni. Gli alimenti di origine animale, come carne, pesce e frattaglie, sono le migliori fonti, ma anche alcuni alimenti di origine vegetale, come frutta secca a guscio, in particolare noci del Brasile, ne contengono quantità apprezzabili. L’apporto adeguato di selenio varia a seconda dell’età ed è di circa 20 microgrammi al giorno fino ai 3 anni, di 25 microgrammi dai 4 ai 6 anni, di 35 microgrammi dai 7 ai 10 anni, di 50 microgrammi dagli 11 ai 14 anni e di 55 microgrammi al giorno a partire dai 15 anni. Nelle donne in gravidanza e durante l’allattamento sale rispettivamente a 60 e 70 microgrammi al giorno.

VACANZE: ASSICURARSI della CHIUSURA di PORTE e FINESTRE Per evitare intrusioni, ma anche allagamenti causati da un temporale improvviso, occorre assicurarsi che porte, finestre, grate e cancelletti siano ben chiusi, che l’impianto di allarme non sia collegato all’interruttore generale della corrente elettrica con il rischio di disattivarlo nel momento in cui questo viene staccato e che non ci siano oggetti che possono ostacolare l’attività dei sensori di movimento installati sul terrazzo. I più recenti sistemi di allarme sono collegati agli smartphone dai quali è possibile monitorare 24h su 24h la propria abitazione anche a distanza. È opportuno però prima di partire verificarne la connessione e il corretto funzionamento. Verificare che la propria casella postale non sia piena di corrispondenza o volantini di offerte dei food delivery più vicini a casa già prima della partenza – sarebbe un chiaro segnale di assenza. Per lo stesso motivo, se avete degli abbonamenti a quotidiani o altre consegne, ricordatevi di sospenderli prima di partire.

2020 ISTITUITA (1 anno fa) la GIORNATA NAZIONALE in RICORDO delle VITTIME da COVID19: il Parlamento Italiano all’unanimità ha approvato l’istituzione della “Giornata Nazionale in ricordo delle Vittime da Covid19” che sarà celebrata ogni anno il 18 marzo nel giorno in cui i camion dell’Esercito Italiano sfilarono a Bergamo lungo Borgo Palazzo trasportando le bare delle Vittime inviate alla cremazione. (NdR: Se il Parlamento approvò il 24 luglio 2020 la “Giornata Nazionale”, il 18 aprile del 2020 (un mese dopo l’evento), il sottoscritto con altri amici, aprimmo su facebook la pagina “Giornata Nazionale in ricordo delle Vittime da Covid19” tutt’oggi operativa)

ACCADDE OGGI: 1956 Viene brevettata (65 anni fa) la penicillina per via orale, cinque anni dopo quella ad uso intramuscolare

SIGNIFICATO del NOMECRISTINA” è “consacrata a Cristo”. In Italia portano questo nome circa 212.502 persone di cui il 18,2% in Lombardia, 10,6% nel Lazio.

PROVERBI:
“Chi trova un amico trova un tesoro”
“La carità è il solo tesoro che aumenta nel dividerlo”
“Pochi tesori valgono più della ricerca fatta per trovarli”
“Chi trova un tesoro se ne fotte dell’amico”

GIORNATA: d’INVITO a RIDURRE L’ACQUA per BOLLIRE la PASTA ridurre la quantità di acqua utilizzata per cuocere una pentola di pasta può portare a un piatto complessivamente più delizioso. Il motivo è da ricercare negli amidi, che vengono rilasciati nell’acqua bollente durante la cottura della pasta e forniscono l’addensante necessario per unire il sugo e la pasta in modo straordinario. Quando si riduce l’acqua inizialmente utilizzata per bollire la pasta, si ottiene un’acqua di pasta più concentrata contenente una maggiore quantità di amido. Il processo di emulsionamento della salsa è ancora più efficace con meno acqua. Ridurre la quantità di acqua durante la bollitura della pasta può anche aiutare a risparmiare elettricità o gas e persino favorire l’ambiente. Se ognuno di noi riducesse la quantità di acqua per la pasta per un anno, potrebbe risparmiare diversi trilioni di BTU di energia per i fornelli, equivalenti a circa 250.000-500.000 barili di petrolio in una centrale elettrica. Insomma, con questo piccolo trucchetto non solo è possibile aiutare l’ambiente, ma anche assicurarsi di portare in tavola un piatto di pasta davvero delizioso. Non resta che provare.

SEI NATO OGGI? In nati il 24 luglio sono attratti magneticamente da situazioni, luoghi e persone eccitanti ed instabili, più in generale dal concetto stesso di cambiamento dinamico; il tran tran della vita quotidiana invece li annoia mortalmente.

A BERGAMO e in PROVINCIA: il SOLE sorge alle ore 05.55 e tramonta alle ore 21.00 – Durata del giorno 15.09 (-2 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte: 08.51 (+2 minuti rispetto a ieri) – La LUNA PIENA (100%) sorge oggi alle ore 21.24 e tramonta domani alle ore 05.50

Seguici su Google News


Print Friendly, PDF & Email