Una bella notizia per uno degli autori di Socialbg. Proprio questa mattina al Palazzo della Provincia di Bergamo, il nostro Alessandro Grazioli ha presentato al Presidente Gianfranco Gafforelli con il progetto editoriale, dal forte contenuto sociale, dal titolo “Il Trenino”. Nella forma narrativa della favola, il libro nasce, infatti, con l’intento di far comprendere il grande valore della gentilezza soprattutto verso le donne.

E’ bello notare come le nostre istituzioni si interessino e valorizzino sempre di più, oltre che i meriti strettamente legati al mondo dello sport (come avvenuto recentemente con l’incontro tra il Presidente Mattarella e la Nazionale di Calcio Italiana), anche le personalità di talento che operano in modo attivo, creativo e innovativo nel mondo della cultura e della comunicazione provando a dare così sempre più concreta attuazione ai goal che ispirano l’agenda Onu 2030.

Sicuramente il Presidente Gafforelli dimostra, ancora una volta, questa lungimiranza politica di cui il territorio ha sempre più bisogno e che emerge in modo importante nelle sue parole “Finalmente siamo riusciti ad incontrarci con Alessandro Grazioli del quale apprezzo l’attività comunicativa perché caratterizzata da contenuti sociali e valoriali ben espressi anche nel libro “Il Trenino. A questo progetto editoriale auguro una ampia diffusione proprio perché, trattando un tema sociale molto drammatico, vuole veicolare, in modo commuovente e intelligente, un messaggio di speranza per i piccoli lettori e lettrici a cui lo stesso è dedicato.

Grande emozione e gratitudine anche nelle parole dell’autore che descrive l’incontro così: “E’ stato per me un vero onore ricevere questo invito del Presidente Gafforelli del quale ho sempre stimato l’impegno istituzionale. L’apprezzamento dimostrato nei confronti di questo progetto editoriale per veicolare il valore della gentilezza, a me così caro, è stato un dono di cui sono profondamente grato e che ci tengo a condividere, in particolare, con mia mamma il cui coraggio è il vero protagonista di questa storia”.

Print Friendly, PDF & Email