Almanacco di oggi 5 giugno 2021 (Sabato). Notizie e curiosità
22^ settimana – Giorni inizio/fine anno 156/209 – BUON WEEKEND

OGGI in QUESTO ALMANACCO:

  • I morti di oggi e la data dei funerali (clicca qui)
  • I Santi del giorno
  • 47^ Giornata Mondiale dell’Ambiente
  • Giornata Mondiale contro la pesca illegale
  • Festa Nazionale dell’Arma dei Carabinieri
  • Giornata Mondiale della Decrescita
  • L’Italia si tinge di bianco
  • Guardando il cielo: arriva l’eclissi solare 
  • “Baba Fulgenzio” 300 bambini africani portano il Suo cognome
  • Il “pensiero” del giorno”
  • Bergamo e i “Grandi personaggi”
  • Altre “Notizie e Curiosità” di oggi
  • TUTTA LA CRONACA (clicca qui)

I SANTI del GIORNO:
San BONIFACIO Vescovo e martire
San DOROTEO Vescovo e martire
Santi GIUSTO vescovo e CLEMENTE presbitero
Santi MARCIANO – NICANDRO e APOLLONIO e compagni martiri
Santa VALERIA e Compagni martiri
San FRANCO Eremita

47^ GIORNATA MONDIALE dell’AMBIENTE: dedicata alla consapevolezza critica verso l’ambiente e la sua tutela. L’urgenza è aumentata anno dopo anno. Nel 1974, il giorno in cui abbiamo consumato le risorse naturali che il mondo è capace di rigenerare in un anno e iniziamo a “rosicchiare” quelle del futuro, cadeva il 27 novembre. Quest’anno cadrà invece il 29 luglio, due mesi prima. E per un paese come l’Italia, un paese avanzato con consumi elevati, la soglia l’abbiamo già passata: era il 13 maggio scorso. La Giornata Mondiale dell’Ambiente 2021 si concentra quindi sull’azione urgente per dare nuova vita agli ecosistemi danneggiati. Ripristinarli significa non soltanto riportarli a una condizione originaria, ma impostare una interazione diversa con loro, tra uomo e natura. Un’azione che per centrare l’obiettivo deve necessariamente avere un respiro globale. “Il ripristino dell’ecosistema è un’impresa globale su vasta scala”, ricorda l’Onu. “Significa riparare miliardi di ettari di terra in modo che le persone abbiano accesso a cibo, acqua pulita e lavoro”.

GIORNATA MONDIALE CONTRO la PESCA ILLEGALE: Purtroppo, in tutto il mondo operatori senza scrupoli saccheggiano gli stock ittici e gli oceani. Non sono solo i pesci a pagarne il prezzo, ma anche le persone. Avere oceani vuoti significa un danno economico e sociale molto rilevante. Circa il 10 percento della popolazione mondiale dipende direttamente dalla pesca per i propri mezzi di sostentamento, mentre in diversi paesi in via di sviluppo il pesce è il prodotto maggiormente commercializzato. La pesca inoltre fornisce lavoro a giovani e donne. Ma la pesca illegale minaccia gravemente la sostenibilità di questo importante settore socio-economico. Infatti, questa modalità di pesca ha effetti pesanti sui mezzi di sussistenza, gli stock ittici e l’ambiente. Inoltre, è connessa con altre attività illegali come il contrabbando, gli abusi e perfino la schiavitù. La stessa minaccia i progressi verso una gestione sostenibile del settore ittico, uno degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

FESTA NAZIONALE dell’ARMA dei CARABINIERI: Questa ricorrenza nazionale italiana si celebra il 5 giugno di ogni anno e commemora la data in cui la Bandiera dell’Arma fu insignita della prima medaglia d’oro al valor militare per la partecipazione dei Carabinieri alla Prima guerra mondiale, cerimonia svoltasi, appunto, il 5 giugno 1920 (101 anni fa). Oggi la ricorrenza viene denominata anche “festa dell’Arma dei Carabinieri”. La festa viene celebrata a Roma con il carosello storico dei carabinieri, caratterizzata inoltre dalla rievocazione delle battaglie più importanti a cui l’Arma ha partecipato. La data del 5 giugno non è da confondere con l’anno di fondazione dell’Arma, che avvenne a Torino il 13 luglio 1814 in piena epoca napoleonica, da parte del re di Sardegna Vittorio Emanuele I di Savoia. Un’altra festa per i Carabinieri è il 21 novembre, quando si celebra la festa della Patrona dell’Arma, la Virgo Fidelis, oltre all’anniversario della Battaglia di Culqualber (Abissinia 1941)

GIORNATA MONDIALE della DECRESCITA: La pandemia del Coronavirus ha già tolto innumerevoli vite umane ed è incerto come si svilupperà in futuro. Mentre le persone in prima linea nella sanità e nell’assistenza sociale di base combattono contro la diffusione del virus, si prendono cura dei malati e mantengono in funzione le operazioni essenziali, gran parte dell’economia si è fermata. Nonostante questa situazione sia alienante e dolorosa per molti, e generi paura e ansia nei confronti dei nostri cari e delle comunità di cui facciamo parte, è anche un momento per portare avanti collettivamente nuove idee. L’economia mondiale non riesce a prendersi cura degli esseri umani né del pianeta. Al contrario, si accumula ricchezza devastando il pianeta. Milioni di bambini muoiono ogni anno per cause prevenibili, milioni di persone sono sottonutrite, la biodiversità e gli ecosistemi vengono degradati e i gas serra continuano a salire vertiginosamente, portando a violenti cambiamenti climatici di origine antropica: innalzamento del livello del mare, tempeste devastanti, siccità e incendi che divorano intere regioni. Il campanello d’allarme è suonato!

L’ITALIA SI TINGE di BIANCO: L’Italia inizia a tingersi di bianco. Da lunedì 7 giugno diventeranno sette le Regioni italiane che lasceranno la zona gialla per passare a quella con misure restrittive più leggere. A Friuli-Venezia Giulia, Molise e Sardegna si aggiungeranno Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto. Da lunedì 14 giugno anche la Lombrdia. Queste quattro regioni infatti hanno un’incidenza settimanale di casi ogni 100mila abitanti sotto i 50 che è l’unico criterio previsto dal Dl riaperture di maggio, per l’ingresso nella fascia bianca. A sancire l’ufficialità di questo nuovo cambio di colori è stato il monitoraggio settimanale della cabina di regia Iss-ministero della Salute e poi le ordinanze del ministro Roberto Speranza. Il resto d’Italia rimane in zona gialla, ma con sempre più aree vicine alla promozione già dalla settimana prossima. Ma, entro la fine del mese, tutta l’Italia dovrebbe essere in zona bianca.

GUARDANDO il CIELO a GIUGNO: Torna puntuale l’appuntamento con il cielo del mese. Siamo a giugno, il mese del solstizio d’estate, che quest’anno sarà il 21 giugno alle ore 05,32 (non è sempre lo stesso giorno, l’anno scorso è stato il 20). Il 21 giugno sarà il giorno più lungo dell’anno (il 21 dicembre scorso, non la notte di Santa Lucia, è stata la notte più lunga dell’anno). Dopo aver ammirato in cielo la Superluna del 26 maggio, il 10 giugno avremo la Luna Nuova e l’eclissi parziale di Sole, visibile anche dall’Italia. Le stelle cadenti saranno ancora poche, tuttavia, il cielo ci regalerà, oltre all’eclissi, alcune congiunzioni spettacolari alla sera tra Luna, Venere e Marte. Da non perdere il 10 giugno l’appuntamento con l’eclissi anulare parziale di Sole. Sarà visibile solo al Nord Italia e a Bergamo si potrà osservare dalle ore 11,35 alle ore 13,04, massima copertura alle ore 12,18 (attenzione guardare direttamente il sole è fortemente pericoloso per la vista, munirsi delle apposite protezioni). Sciame meteoritico, visibile ma di scarsa quantità questa notte tra il 5 e il 6 giugno.

BABA FULGENZIO: del bene che fanno i Missionari bergamaschi nel mondo poco se ne parla eppure come Baba FULGENZIO (così chiamato dai suoi ragazzi in Tanzania) a 85 anni non si era mai tirato indietro di fronte alle esigenze dei più poveri e oggi è morto proprio nella sua amata Africa che non ha voluto abbandonare nonostante l’età. Dolore nella famiglia dei padri Passionisti e in generale nella Bergamasca, e non solo, per la morte del bergamasco padre Fulgenzio Cortesi, fondatore del «Villaggio della gioia» a Dar Es Salam, in Tanzania. E’ stato padre di un incredibile numero di orfani e bambini di strada, adottati legalmente, oltre che un indomito costruttore di opere. Almeno trecento bambini, che Lui ha adottato, portano il suo cognome e questo dice tutto di Lui. 

IL “PENSIERO” del GIORNO (di Don Antonio Donghi)  “Lei invece, nella sua miseria, vi ha gettato tutto quello che aveva, tutto quanto aveva per vivere.” –  Una verità da ritrovare nella vita è quella della vera comunione dei beni, espressione di comunione tra persone. Ciò che uno è, ciò che uno ha vediamolo come dono da condividere nella costruzione di una autentica fraternità. Questo stimolo apre davanti tanti orizzonti e molteplici problematiche. Riflettiamo nel concreto della vita –  Padre, nell’immagine della vedova ci offri il volto di ogni discepolo che vivendo della gratuità divina dilata la propria esistenza nel vivere la condivisione dei beni per essere un cuor solo e un’anima sola. Lo Spirito illumini le nostre intelligenze e infiammi il nostro cuore per convergere in questa comunione evangelica. Amen

AFORISMA del GIORNO: “Mi hanno sempre insegnato che tutto passa, ma col tempo ho capito che passa solo quello che non era veramente importante. Il resto rimane e sono radici che porterai con te fino all’ultimo giorno della tua vita”

INCIDENTI sul LAVORO: altra vittima sul posto di lavoro non si ferma la scia di sangue nella bergamasca. Ieri è toccato ad un autotrasportatore ma già a maggio la nostra provincia è stata fortemente colpita da altre vittime sul lavoro.

“STRADE SICURE”: VIA la “FOLGORE” ARRIVA la “CAVALLERIA” Si è svolto venerdì 4 giugno, con il passaggio di consegne l’avvicendamento al comando del Raggruppamento “Lombardia e Trentino Alto Adige”, unità dell’Esercito Italiano impegnata nell’operazione Strade Sicure. Le operazioni di pattugliamento e controllo del territorio, poste in essere dal personale del raggruppamento “Lombardia e Trentino Alto Adige”, hanno contribuito a garantire l’ordine pubblico e il contrasto alla criminalità assicurando una risposta pronta, flessibile ed efficace nonostante le difficoltà dovute alla pandemia da covid e la complessa gestione dell’emergenza sanitaria.

Al “VIA” L’ASSEGNO UNICO per OGNI FIGLIO: L’assegno unico per ogni figlio è realtà: c’è il via libera da luglio 2021 con l’ok del governo Draghi. Il Consiglio dei ministri a Palazzo Chigi ha infatti approvato la norma ponte per l’assegno unico universale alle famiglie, che consente di renderlo valido da luglio a dicembre 2021 (poi la misura diventerà strutturale e più estesa) per chi non goda già di assegni familiari e con un Isee che non dovrebbe superare il tetto dei 50mila euro. Le famiglie con Isee fino a 7mila euro avranno 217,8 euro a figlio se hanno almeno tre figli. Cinquanta euro in più sono previsti per ciascun figlio disabile. Potrà accedere all’assegno unico chi paga le tasse in Italia e sia qui residente da almeno due anni: sono ammessi cittadini italiani e Ue e titolari di permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca almeno semestrale.

BERGAMO e i “GRANDI PERSONAGGI” GIOVANNI PASIELLO Nato a Taranto il 9 maggio 1740, morto a Napoli il 5 giugno 1816 (205 anni fa). La città di Bergamo gli ha dedicato una Via. (Zona Longuelo). E’ stato un compositore italiano, uno degli ultimi grandi rappresentanti della scuola musicale napoletana e uno dei più importanti compositori del Classicismo. Figura centrale dell’opera italiana della seconda metà del XVIII secolo, ha contribuito in maniera determinante allo sviluppo dell’opera buffa. Sebbene Paisiello. abbia praticato quasi ogni genere musicale del suo tempo (specie in ambito sacro), la sua importanza storica è legata alla sua produzione teatrale, che annovera un centinaio di opere, sia serie sia buffe. Studiò al conservatorio di Sant’. Onofrio di Napoli. Uscito dal conservatorio nel 1763, scrisse opere per teatri dell’Italia settentrionale e centrale. Tornò a Napoli nel 1767 ed ebbe subito un grande successo con L’idolo cinese, su libretto di Gian Battista Lorenzi (il più importante librettista dell’opera buffa napoletana del suo tempo) a Napoli rimase sino al 1776, componendo molte opere.. Dal 1776 al 1784 fu a Pietroburgo, al servizio di Caterina II; tra le opere scritte in questo periodo spiccano La serva padrona (1781), Il barbiere di Siviglia (1782) e Il mondo della luna (1782). Di nuovo a Napoli, fu maestro di cappella e compositore della corte partenopea. Dopo il 1790 coltivò soprattutto l’opera seria. Scoppiata la rivoluzione del 1799, gli si fece colpa di aver abbandonato la corte e simpatizzato per la repubblica. Riottenuta la grazia dal sovrano, accettò l’invito di Napoleone, nel 1802. Richiamato a Napoli, riprese servizio a corte, ottenendo anche altri uffici. Non seguì il Borbone in Sicilia, e, al ritorno della corte, nel 1815, fu punito con la perdita di quasi tutte le cariche. Oltre al teatro, Paisiello coltivò abbondantemente anche la musica sacra e quella strumentale, lasciando cantate, oratori, messe, sinfonie, concerti per clavicembalo e orchestra, quartetti, sonate.

SIGNIFICATO del NOMEFRANCO” è: “uomo libero”. In Italia portano questo nome circa 435.779 persone di cui il 18,1% in Lombardia, 12,6% nel Lazio e poi sparso nelle varie Regioni d’Italia.

ACCADDE OGGI:
 1841 Don Giovanni Bosco (180 anni fa) viene ordinato sacerdote nel Duomo di Torino
 1981 Inizio ufficiale (40 anni fa) dell’epidemia di AIDS
 2006 Iraq: attentato contro i militari italiani: 1 morto e 4 feriti .

PROVERBI:
“Non fare il male ch’è peccato, non fare il bne ch’è sprecato”
“Chi ha tempo non perda tempo”
“Per ogni minuto che passiamo in preda alla rabbia, perdiamo sessanta secondi felici”
“Ricchezza mal disposta a povertà s’accosta”
“Quando ammazzi il tempo, ammazzi le tue opportunità di successo”

SEI NATO OGGI? nati il 5 giugno si meravigliano sempre molto quando gli altri non li capiscono: essi infatti considerano il loro linguaggio chiaro e semplice, oltre che pragmatico, basato sui fatti. Invece molto spesso le loro idee sono intricate, contorte e prive di contatto con la realtà; chili ascolta riesce a seguire il filo dei loro pensieri, ma non a cogliere il significato o l’intuizione di chi vi sta dietro. I nati in questo giorno hanno un lato di sé che li spinge a far sì che tutto vada per il verso giusto, sono spesso competitivi e amano vincere; sebbene non siano di natura perfezionisti, una volta individuata la direzione si costringono ad andare avanti a ogni costo, pensando che un tale atteggiamento possa aiutarli conquistare il successo.

GIORNATA NAZIONALE dei FIORI di ZUCCA Sono i fiori di zucca: ricchezza dell’orto e della cucina italiana. I fiori devono essere consumati freschissimi e se si preferisce mangiarli crudi è preferibile usare quello il fiore femmina più dolce. La pianta produce due fiori di zucca o zucchina, maschio e femmina. Si riconoscono perché il fiore femmina produce la zucchina (o la zucca) mentre il fiore maschio produce solo il fiore.

A BERGAMO e in PROVINCIA: Il SOLE sorge alle ore 05.34 e tramonta alle ore 21.05 – Durata del giorno 15.31 (+0 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte: 08.29 (-0 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (40%) sorge oggi alle ore 02.51 e tramonta alle ore 14.58 

Seguici su Google News

offerte del giorno da amazon

Print Friendly, PDF & Email