Almanacco Bergamo 22 novembre 2021 (Lunedì)

47° settimana – Giorni fine/inizio anno 39/326 – BUONA SETTIMANA
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

Smettila di fare le stesse cose. Espandi i tuoi orizzonti, esci dalla tua zona di comforti.

SEI NATO OGGI? Il tema dominante nella vita dei nati il 2 novembre è quello della liberazione. Le donne chiedono in genere a gran voce parità di trattamento e autonomia e sono pronte a superare ogni ostacolo che si frapponga sul cammino verso la realizzazione personale. Se a un certo punto viene loro a mancare il coraggio o la volontà di proseguire la lotta, possono magari sentirsi deluse per un pò, ma prima o poi il desiderio di libertà trova la sua espressione. Anche gli uomini mostrano una grande libertà di spirito, ma se vogliono conquistare una posizione di prestigio devono stare attenti a non rivelarsi l’equivalente dell’oppressione che prima combattevano.

SIGNIFICATO del NOME CECILIA è cieco. Oggi è Santa Cecilia.In Italia portano questo nome circa 48.978 persone di cui 20,1% in Lombardia

PROVERBI E MODI DI DIRE
La fortuna è cieca, ma la sfortuna ci vede benissimo
Occhio per occhio, dente per dente
L’amore è cieco ma quando ti sposi ti si aprono gli occhi

GIORNATA MONDIALE o NAZIONALE…
… dei Sopravvissuti alla perdita di un caro per suicidio
… per la sicurezza nelle scuole
… della televisione
… della pesca
… delle vittime della strada

OGGI in QUESTO ALMANACCO

  • I MORTI DEL GIORNO A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)
  • Il Santo del giorno
  • Il pensiero del giorno
  • Cosa significa “Sicurezza nelle scuole”
  • Le vie di Bergamo: Temistocle Calzecchi Onesti
  • Freddo in arrivo a Bergamo
  • L’Angolo della Cultura a Bergamo
  • L’Angolo della Lettura
  • L’Angolo del Cinema
  • L’Angolo della Cucina

I SANTI del GIORNO

Santa CECILIA Vergine e martire. Patrona della musica sacra, dei compositori, dei musicisti, di poeti, cantanti: Patrona dei non vedenti. E’ una delle sette Sante invocate nel rito della Consacrazione durante la Santa Messa – San BENIGNO Vescovo di Milano – Santi FILEMONE e APPIA sposi e martiri. Furono discepoli di San Paolo Apostolo – Sant’ANANIA martire – La Chiesa celebra la festa di altri 83 SANTI e 13 BEATI

IL PENSIERO del GIORNO  (a cura di Mons. Antonio Donghi)

“Ella nella sua miseria ha gettato tutto quello che aveva per vivere”. Ogni uomo registra povertà nella propria esistenza e cerca di darle un significato per costruire una esistenza degna della propria identità. È nella semplice e serena fraternità che ogni situazione acquista un valore e può essere vissuta con tanto coraggio. Nella solidarietà tutto diventa una intensa esperienza di speranza. Padre, alla luce dell’esperienza del tuo Figlio che si è reso povero per donarci la sua ricchezza, donaci il coraggio del cuore d’essere solidali con ogni fratello per regalare serenità nel cammino quotidiano in una intensa reciprocità di vita. Lo Spirito infonda in noi sentimenti di fraterna solidarietà in ogni situazione esistenziale perché ogni creatura umana possa essere sempre se stessa. Amen

VACCINO ANTINFLUENZALE: COME VIENE SOMMINISTRATO?

Da giorni ne stiamo parlando con i medici di Humanitas Gavazzeni. Il vaccino viene somministrato in un’unica dose per via intramuscolare nel deltoide del braccio scelto, mentre per i più piccoli l’iniezione viene effettuata di preferenza nel muscolo antero-laterale della coscia oppure viene somministrato il vaccino per via endonasale. Dopo il vaccino potrebbero verificarsi alcuni effetti avversi quali dolore, eritema, gonfiore nel sito di iniezione. Le reazioni sistemiche comuni includono malessere generale, febbre, mialgie, con esordio da 6 a 12 ore dalla somministrazione della vaccinazione e della durata di 1 o 2 giorni.  DOMANDA: Si possono fare assieme i Vaccini antinfluenzale e anti covid19? Sì, non vi è alcuna controindicazione. Il vaccino antinfluenzale non interferisce con la risposta immune ad altri vaccini inattivati o vivi attenuati e non vi sono effetti collaterali al di fuori di quelli già noti.

COSA SIGNIFICA “SICUREZZA” nelle SCUOLE

Per sicurezza a scuola si intende non solo ciò che concerne l’edificio vero e proprio, ma anche l’aspetto psicologico di che vive quelle mura, quindi: 1) solidità strutturale, con ambienti resistenti all’uso e alle emergenze – 2) luce adeguata per la struttura; – 3) aule ampie e; – 4) cura degli spazi e delle relazioni creando le condizioni per facilitare gli apprendimenti; – 5) sentirsi capiti e ascoltati, in quanto ognuno presenta esigenze differenti. In occasione di questa Giornata, il 22 novembre, il Ministro Patrizio Bianchi ha convocato l’Osservatorio nazionale per l’Edilizia scolastica. Al centro dell’incontro le linee di finanziamento per l’edilizia scolastica e gli investimenti in materia di infrastrutture previsti nel Pnrr

LE VIE DI BERGAMO: TEMISTOCLE CALZECCHI ONESTI

Nato a Lapedona, 14 dicembre1853 – morto a Monterubbiano, 22 novembre1922.  è stato un fisico, inventore e insegnanteitaliano. La città di Bergamo gli ha intestato una Via. A lui si deve la costruzione del coesore (1884), uno dei primi strumenti fisici atti alla rilevazione di onde elettromagnetiche. Laureatosi in Fisica all’Università di Pisa, dal 1879 insegnò fisica in vari licei: prima a L’Aquila, poi al Liceo Classico di Fermo (dal 1883 al 1898), di cui era stato allievo, e infine al Liceo classico Cesare Beccaria di Milano. A Fermo fondò un Osservatorio Meteorologico nei locali del liceo e nel 1889, come assistente di Galileo Ferraris, collaborò alla realizzazione dell’impianto di illuminazione elettrica della città. Nel 1884 iniziò i suoi studi sulle variazioni della resistività delle polveri metalliche quando sono sottoposte a varie sollecitazioni e, in particolare, all’azione di onde elettromagnetiche. Questi studi lo condussero all’invenzione del coesore (termine che fu poi tradotto in inglese con cohererda Sir Oliver Lodge). L’apparecchio è costituito essenzialmente da un tubetto di vetro posto tra due elettrodi e contenente polveri di nichel e argento, con tracce di mercurio. Il coesore può agire come rilevatore di onde elettromagnetiche, poiché la conducibilità delle polveri aumenta quando il tubetto è investito da radiazioni elettromagnetiche e può essere ricondotta ai valori precedenti mediante percussione. Calzecchi Onesti espose i risultati delle sue esperienze in diversi articoli pubblicati sul “Nuovo Cimento” degli anni 1884 e 1885. Il coesore, al cui sviluppo contribuirono successivamente vari ricercatori, tra cui Sir Oliver Lodge(fisico inglese che ideò un dispositivo, progenitore dei tubi elettronici e dei transistor, che nella sua prima versione di tubetto a limatura era stato ideato e sperimentato, nel 1884, dal fisico italiano Temistocle Calzecchi Onesti) e Édouard Branly(fisico francese che ideò un dispositivo che ha reso possibile la ricezione dei segnali di radiotelegrafia e che fu ideato da Temistocle Calzecchi Onesti), fu usato anche da Guglielmo Marconi e si rivelò fondamentale per lo sviluppo della radio. Morì a Monterubbiano, il 22 novembre del 1922.

FREDDO IN ARRIVO A BERGAMO

Il calendario dice che manca poco più di un mese a Natale quindi l’autunno è agli sgoccioli e sta per arrivare l’inverno. La prima “sciabolata artica” potrebbe arrivare già settimana prossima quando una corrente di aria artica potrebbe aprire una fase molto fredda e tipicamente invernale. In sostanza, dunque, c’è il rischio di trovarsi nella terza e ultima decade di novembre con temperature tipiche da pieno gennaio (la colonnina di mercurio andrà sotto zero di qualche grado). In questo caso i condizionali sono obbligatori ma la tendenza riportata sul portale di 3Bmeteo lascia ben poco all’immaginazione. Prima del grande freddo, comunque, BERGAMO è destinata a fare i conti con la pioggia. da giovedì fino a sabato è previsto ancora maltempo. Insomma, l’inverno sta arrivando.

ACCADDE OGGI

  • 1906 Viene approvato (115 anni fa) a livello internazionale l’utilizzo della sigla SOS in codice Morse per la richiesta di soccorso. Non è un acronimo ma il Codice più semplice da inviare e il meno confondibile: 3 punti,, tre linee, 3 punti.
  • 1963 – John Fitzgerald KENNEDY (58 anni fa): Trentacinquesimo presidente degli Stati Uniti e il primo di religione cattolica, fu un assoluto protagonista del Novecento.

L’ANGOLO della CULTURA A BERGAMO

  • BERGAMO . Auditorium Mascheroni Via Da Rosciate – 23 nov. ore 20.00 – “La meraviglia delle meraviglie: la coscienza di sé” – Relatore: Giuseppe Girgenti – Università San Raffaele – Milano
  • BERGAMO Centro Culturale San Bartolomeo – 23 nov. ore 18 – “Le inquietudine dell’anima” – Relatore Fra Bernardino Prella – Padre Domenicano
  • BERGAMO – Teatro Donizetti 26 nov. ore 20 (turno A) – “La fille du Regiment” di G. Donizetti eseguita la “prima” a Parigi l’11 febbraio 1840  
  • BERGAMO – “i BUONI SANI” Via Cassina 8 – 23 nov. dalle ore 19 alle ore 22 – Corso di Cucina “Sformati, timballi e crocchette”
  • BERGAMOTetro Oratorio – 23 nov. ore 20,45 – Spettacolo “Caino e Abele”  
  • CLUSONE: – Cinema Garden – 23 nov. ore 21 – Cineforum “GHOSTBUSTERS: LEGACY – GHOSTBUSTERS: AFTERLIFE  Genere: Commedia, Fantasy
  • VALLE SERIANA: “Sulle tracce del Moroni” – sabato 27 nov. ore 14.30 – itinerario guidato – con bus navetta – tappe: Chiesa di Santa Maria Assunta a Oneta – Chiesa di San Pietro a Parre – Chiesa di Sant’Andrea a Fino del Monte dove si potranno ammirare capolavori d’arte del Moroni. Info e prenotazioni 035/704063 – infopoint@valleseriana.eu

ACCADDE OGGI

  • 1941 L’Esercito inglese sconfigge il Regio Esercito Italiano in Abissinia
  • 1944 Eccidio di Costa Volpino e Lovere: tutti condannati a morte ad eccezione di Giorgio Paglia, graziato in virtù della medaglia d’oro al valor militare assegnata al padre, caduto in Etiopia. Paglia tuttavia rifiuta il privilegio concessogli, ed il 20 novembre è fucilato al Cimitero di Costa Volpino assieme a Guido Galimberti, Andrea Caslini e ai russi Semion Kopcenko, Alexsander Nogin e Ilarion Eranov, ad opera di un plotone d’esecuzione della legione Tagliamento. Nello stesso giorno, poco distante, al cimitero di Lovere, venivano fucilati anche i fratelli Pellegrini, Renato e Florindo, catturati il 20 novembre nei rastrellamenti di Covale.

L’ANGOLO della LETTURA

Titolo del libro: UN MATRIMONIO NON PREMEDITATOAutore: Rebecca West – pag. 480 – costo € 17,58 – Trama: La giovane e bellissima Isabelle è una ricca vedova americana che arriva a Parigi per riprendersi dalla perdita del primo marito. Dopo una serie di corteggiamenti incontra Marc, il quale, semplicemente, è l’uomo sbagliato nel momento giusto. Nulla, o quasi, accomuna i promessi sposi: sono un uomo e una donna che decidono di unire le proprie vite più sulla spinta di forze e coincidenze estranee alla loro volontà che per una reale attrazione. Lei è una donna sensibile quanto devota alla ragione come a un dio implacabile, un’americana che si trova a fare i conti con una cultura a lei estranea ma nella quale sceglie di immergersi, mentre matura un disgusto incapace di compromessi per la trivialità della vita condotta dall’aristocrazia del denaro con la quale si trova a mescolarsi: il denaro non fa che complicare la relazione tra i sessi, spingendo gli uomini a voler possedere le donne come possiedono il denaro, e le donne a prostituirsi, per quanto in forme socialmente accettate, per migliorare la propria posizione materiale

L’ANGOLO del CINEMA

PROMISES” – Critica *** – film drammatico – durata 113 minuti – consigliati +13 – trama: L’attrazione fatale fra due persone non libere ha attraversato la letteratura e il cinema da sempre, e ha trovato declinazioni più drammatiche o più comiche, ma la riuscita di qualsiasi film su questa tematica dipende da almeno due elementi: una struttura narrativa convincente e una mano registica in grado di mettere in scena due elementi per loro natura inafferrabili come la passione e il desiderio. Purtroppo in Promises, sceneggiato dall’autrice francese Amanda Sthers sulla base del suo romanzo omonimo, e da lei diretto e prodotto, sono carenti entrambe. Nonostante la presenza importante di Pierfrancesco Favino nel ruolo di Sandro, Sthers non riesce a creare un pathos autentico nel raccontare una storia che più che un afflato insopprimibile sembra raccontare due egoismi contrapposti, e avallare un unico narcisismo: quello dell’autrice tuttofare che, accentrando su di sé le principali funzioni creative, sembra aver perso la gusta distanza nel maneggiare il materiale narrativo (e umano) a sua disposizione.

L’ANGOLO della CUCINA: Giornata Nazionale del PANE CARASAU

Pane tipico sardo è un disco di pasta molto sottile e croccante, il pane carasau si può conservare molto a lungo. Solo acqua e farina di semola per un pane che parla tanto da essere conosciuto come carta musica. La lavorazione del pane è lunga e sulla sua riuscita incide moltissimo la cottura e il forno utilizzato. Pur nella consapevolezza che farlo in casa non sarà mai come quello cotto nel forno a legna ci si può provare affidandosi alle capacità della cuoca. Il carasau può diventare anche protagonista di piatti sfiziosi dolci come una millefoglie e molte lo usano per preparare le lasagne al forno.

Per tutte le notizie seguici su Google News

Print Friendly, PDF & Email