NOTIZIE e CURIOSITA’, almanacco di oggi 17 marzo 2021 (Mercoledì)

11^ settimana – Giorni inizio/fine anno 76/289 – BUONA GIORNATA

OGGI in QUESTO ALMANACCO:

  • I morti di oggi e la data dei funerali (clicca qui)
  • I Santi del giorno
  • Festa dell’Unità d’Italia, della Costituzione, della Bandiera e dell’Inno Nazionale
  • Storia di Bergamo
  • Giornata Mondiale delle torte
  • Il “pensiero del giorno”
  • Festa di San Patrizio: chi era? Il “pozzo” di San Patrizio
  • Accadde Oggi
  • Detti e proverbi bergamaschi
  • Altre “Notizie e Curiosità” del giorno
  • TUTTA LA CRONACA (clicca qui)

I SANTI del GIORNO
San PATRIZIO Vescovo Apostolo del Vangelo tra il popolo Irlandese (Saint Patrick’s Day) patrono degli Ingegneri e dei minatori. Il colore del Santo è il verde (vedi nota)
Santa GERTRUDE Badessa
 Sant’AGRICOLA Vescovo.

Resta sempre alto il numero delle Vittime a livello nazionale a cui va il nostro ricordo nella preghiera e la solidarietà alle famiglie che piangono un loro caro. Giunga il nostro augurio di pronta guarigione a tutte le persone che sono ricoverate nelle Terapie Intensive, nelle Corsie degli Ospedali o sono in Quarantena a casa loro. Domani 18 marzo in tutta Italia si celebra la “1^ GIORNATA NAZIONALE in RICORDO delle VITTIME da COVID19” nel giorno in cui i camion militari sfilarono in Borgo Palazzo traslando le bare per la cremazioni dei defunti

160° ANNIVERSARIO dell’UNITA’ d’ITALIA: Con la legge del 23 novembre 2012, n. 222, è stata approvata in maniera definitiva l’istituzione della “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera” a cadenza annuale. Pur rimanendo un giorno lavorativo, il 17 marzo viene considerato come “giornata promuovente i valori legati all’identità nazionale”. “La Repubblica riconosce il giorno 17 marzo, data della proclamazione in Torino, nell’anno 1861, dell’Unità d’Italia, quale «Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera», allo scopo di ricordare e promuovere, nell’ambito di una didattica diffusa, i valori di cittadinanza, fondamento di una positiva convivenza civile, nonché di riaffermare e di consolidare l’identità nazionale attraverso il ricordo e la memoria civica. L’anniversario dell’Unità d’Italia ricorda la promulgazione della legge n. 4671 del Regno di Sardegna con la quale, il 17 marzo 1861, in seguito alla seduta del 14 marzo dello stesso anno della Camera dei deputati nella quale fu approvato il progetto di legge del Senato del 26 febbraio 1861, Vittorio Emanuele II proclamò ufficialmente la nascita del Regno d’Italia, assumendone il titolo di Re d’Italia per sé e per i suoi successori. L’anniversario dell’Unità d’Italia è una festività nazionale che cade annualmente il 17 marzo e che celebra la nascita dello Stato italiano. avvenuta in seguito alla proclamazione del Regno d’Italia del 17 marzo 1861. La completa unificazione del territorio nazionale avvenne però solo negli anni seguenti: nel 1866 (Terza Guerra d’Indipendenza) vennero annessi il Veneto e la provincia di Mantova, nel 1870 il Lazio (con la Breccia di Porta Pia che sottrasse Roma al dominio papale) e nel 1918 il Trentino-Alto Adige e la Venezia Giulia (1^ Guerra Mondiale). A tal proposito, venne anche istituita la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, che viene celebrata annualmente il 4 novembre ricordando la vittoria italiana nella prima guerra mondiale, evento bellico considerato completamento del processo di unificazione risorgimentale.

STORIA di BERGAMO: 17 marzo 1805 a Milano Napoleone Bonaparte proclama il Regno d’Italia (verrà incoronato nel Duomo di Milano il 26 maggio 1805). Bergamo e provincia diventerà parte del nuovo Regno d’Italia. In Piazza V. Veneto a fianco Torre dei Caduti (inaugurata nel 1924) c’è un obelisco (ai era tempi l’unico monumento della zona) dedicato a Napoleone che avrebbe lui stesso inaugurato ma alla cerimonia non si presentò

GIORNATA MONDIALE delle TORTE: Con la storia che in tantissimi sono chiusi in casa, negli ultimi giorni, hanno deciso di dedicarsi a quella che può essere considerata una vera e propria arte: quella delle torte. Ecco quindi che, con in mano tutti gli attrezzi del mestiere, le nostre cucine hanno iniziato a riempirsi di farina, uova, burro, zucchero e ingredienti di qualsiasi tipo, con dei profumi in grado di rimandare a quelli della nostra pasticceria preferita. Oggi, però, è un giorno ancora migliore per dedicarsi alla preparazione di un dolce: in tutto il mondo infatti, a partire dal 2015, il 17 marzo si festeggia la Giornata Mondiale delle Torte. Lobiettivo di diffondere la gioia di fare dolci in tutto il mondo, specialmente a coloro che non sono soliti farlo o che non sono particolarmente esperti. Questa giornata ha lo scopo di mostrare quanto possa essere divertente fare una torta o dei biscotti e come ciò possa essere un modo divertente di passare il tempo con la propria famiglia”. Che siate amanti del cioccolato o della marmellata, che apprezziate la torta di mele o la Sacher, rendete ancora più gustosa (e divertente) la vostra giornata.

IL “PENSIERO del GIORNO (di Don Antonio Longhi): “Non cerco la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato”  Noi siamo sempre alla ricerca dei valori con i quali costruire le nostre scelte che nascono da un incontro quotidiano tra la nostra persona e quello che la vita ci presenta ogni giorno. Ci è richiesta tanta attenzione e apertura di cuore per la comunicazione di tanta speranza a ogni fratello. La volontà divina è la autenticità del fratello.  Padre, la tua volontà sta nel regalare la vita ad ogni fratello in una profonda vicinanza di cuore e di comunione di vera umanità. Gesù ce ne ha dato l’esempio perché possiamo anche noi essere speranza per tutti. Lo Spirito ci renda veramente attenti per dare alla luce una umanità secondo il tuo cuore. Amen

AFORISMA del GIORNO: “Certe cose si capiscono solo dopo. Molto dopo. Troppo dopo.”

FESTA di SAN PATRIZIO: Una delle ricorrenze più sentite in Irlanda, ma che è diventata piuttosto popolare anche nel resto del mondo. La festa cade il 17 marzo, perché è il giorno di morte del santo. Patrizio scomparve nel 461 a Saul, dopo una vita dedicata all’evangelizzazione. Pare però che San Patrizio non fosse Irlandese, bensì originario del Galles o della Scozia. Fu rapito all’età di 16 anni e portato in Irlanda del Nord come schiavo dove però riuscì a fuggire e si convertì al cristianesimo. In questa giornata, il Paese festeggia il suo santo patrono e commemora l’arrivo del cristianesimo nel Paese durante il quinto secolo d.C. Il verde è infatti il colore simbolo di San Patrizio, da qui, in parte, viene la tradizione di sfoggiarlo durante le parate del St Patrick’s Day. Un altro simbolo è il trifoglio, che, secondo la leggenda, era usato da San Patrizio per spiegare la Santissima Trinità ai Celti.

Il “POZZO di SAN PATRIZIO” In tutta l’Irlanda ci sono centinaia di pozzi che portano il nome di un santo: San Patrizio, Santa Brigida, per esempio, oltre a numerosi santi locali. Una storia a sé stante è quella del Pozzo di S. Patrizio, entrato da secoli a far parte dell’immaginario comune come metafora di infinita ricchezza. Da cosa nasce questa immagine? Secondo una leggenda medioevale, il cosiddetto pozzo di san Patrizio era una caverna molto profonda che si trovava su un isolotto del Lough Derg, nell’Irlanda nord-occidentale. Qui San Patrizio era solito ritirarsi in preghiera e si narra che Gesù Cristo gli aveva indicato la caverna per far vincere l’incredulità dei fedeli poco convinti a proposito delle pene dell’aldilà: chi fosse riuscito a raggiungerne il fondo, superando una serie infinita di prove, avrebbe ottenuto la remissione dei peccati e l’accesso a un luogo di delizie e infine al Paradiso. L’isola del Lough Derg è meta di moltissimi pellegrini ancora oggi, ma la grotta fu chiusa nel 1457 per ordine di Papa Alessandro VI. La leggenda vuole anche che San Patrizio raggiungesse il fondo per liberare le anime del purgatorio. ORVIETO: il POZZO di SAN PATRIZIO fu fatto scavare da Papa Clemente VII meta di turismo. La BIRRA “VERDE” di San PATRIZIO: è una specialità diffusa in Irlanda e collegata tradizionalmente alla festa di San Patrizio, patrono nazionale, che cade il 17 marzo, coinvolgendo in molti casi i weekend antecedente e successivo alla ricorrenza. SANTA BRIGIDA nota località dell’Alta Valle Brembana, porta questo nome perché verso l’anno 1000 alcuni Monaci irlandesi dell’Ordine di San Patrizio giunti in Valle assistevano i carcerati condannati a lavori forzati nelle miniere della zona. La Santa, con San Patrizio, sono ritenuti gli evangelizzatori dell’Irlanda

ACCADDE OGGI:
 1891 A Gibilterra (130 anni fa) si inabissa in un terribile naufragio, all’interno del porto, il piroscafo Utopia, partito da Napoli alla volta di New York, col suo carico di emigranti dell’Italia meridionale: 563 le vittime accertate
 1971 Il Governo Italiano (50 anni fa) rende noto di un tentativo di Golpe di Stato da pafrte di Valerio Borghese e alcuni militari
 1986 in Italia (35 anni fa) si apre lo scandalo del vino al metanolo, 23 i morti accertati
 2011 (10 anni fa) solo per quell’anno, il 17 marzo, è stata “festa nazionale” in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia
 2013 Papa Francesco (8 anni fa) tiene il Suo primo “Angelus” dopo la Sua elezione

SIGNIFICATO del NOME “PATRIZIO” è: “di nobile stirpe”. In Italia portano questo nome circa 17.591 persone (dati Istat) di cui il 15,0% in Toscana, 14,5% in Lombardia – ”PATRIZIA” in Italia portano questo nome circa 242.887 donne di cui il 14,7% nel Lazio, 14,2% in Lombardia

PROVERBI:
“Chi ha denti non ha pane, chi ha pane non ha denti”
“Quando morirò seppellitemi in una cassa di birra”
“Una pinta di birra è un pasto da Re”

PROVERBI e DETTI BERGAMASCHI:
Quando i nass ì è tocc bèi, quando i sa spusa ì è tòcc scìore, quando i mùr i è tòcc bù” (Quando nascono son tutti belli, quando si sposano son tutti ricchi, quando muoiono son tutti bravi)
Quando l’gos l’è piè bisogna che l’isciope” (quando non se ne può più bisogna …)

COME LI CHIAMAVANO gli ABITANTI di: Isola di Fonda: “i bar” “i scarpinù” – Lallio: “i bìgoi” – Lantana (Castione della Presolana): “i bèca-rasa” – Leffe: “i coertì” “i sgiunfù” “i codeghì” – Lenna: “i sbèr” – Lepreno (Serina): “i gacc” “i borga” – Levate: “i rane” – Lizzola: “i porsèi” “i pìfer” – Locate: “i lòch” – Locatello: “i baelòcc” (continua con altri Comuni e Frazioni)

GIORNATA NAZIONALE della TRABACCOLARA: è un piatto della tradizione viareggina. Nasce come piatto di recupero del pesce che non poteva essere destinato al mercato e che veniva suddiviso fra gli stessi pescatori e veniva usato per preparare un sugo veloce con il quale si condivano gli spaghetti. Ricetta in internet

SEI NATO OGGI?. La tua emotività è intensa e a volte rischia di confonderti. Se vuoi raggiungere gli obiettivi professionali che le tue ambizioni ti suggeriscono dovrai dunque imparare a controllarle. Amici importanti potranno esserti di grande aiuto. In amore non devi scoraggiarti di fronte alle prime difficoltà: i rapporti perfetti non esistono ma con un po’ di impegno se ne possono costruire di soddisfacenti.

A BERGAMO e in PROVINCIA: Il SOLE sorge alle ore 06.31 e tramonta alle ore 18.29 – Durata del giorno 11.58 (+2 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte: 12.03 (-2 minuti rispetto a ieri) – La LUNA crescente (27%) sorge oggi alle ore 08.20 e tramonta alle ore 22,22

Print Friendly, PDF & Email