L’abbattimento dei tributi passa anche dal cimitero. La Giunta dell’Unione dei Comuni di Almè e Villa d’Almè ha deliberato un ribasso delle tariffe cimiteriali. In particolare, le estumulazioni delle salme costeranno il 26% in meno, garantendo un risparmio in termini assoluti oltre i 120 euro. Ribasso del 2% anche per il ventaglio dei servizi legati alla sepoltura: accoglienza del feretro e successiva tumulazione. “E’ stato un segnale di attenzioneprecisa il vice presidente dell’Unione Massimo Banderaverso i cittadini dei due paesi che, dal primo gennaio, vedranno sensibilmente attenuate le spese che si affrontano in caso, purtroppo, di eventi infausti come la scomparsa di un proprio caro”. Ma i segnali non finiscono qui. Infatti, anche le tariffe di concessione dei loculi non saranno aggiornate in base all’inflazione ma si manterranno quelle attuali.

La rimodulazione del piano tariffario si accompagna alla volontà di miglioramento della gestione del cimitero di via Roma. “In questi anni – riprende Bandera – si è accumulato un ritardo nelle operazioni di estumulazione tanto da avere 700 loculi “scaduti” sui quali occorre intervenire per liberare spazio e garantire un’ottimizzazione della struttura”. “Un intervento doverosoribadisce il Presidente dell’Unione Manuel Predareso possibile grazie alla nuova gara d’appalto, effettuata quest’anno, per il servizio gestione, custodia e manutenzione del cimitero dell’Unione“.

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli