L’intervista al candidato sindaco Elvio Valerio De Matteis (46 anni, Project Manager) in campo per le elezioni amministrative 2019 a Spirano con la lista civica “De Matteis Sindaco per Spirano Futura”



Perché ha scelto di candidarsi alla carica di sindaco?
Per rappresentare esigenze del mio Quartiere (La Bloch) e di altri simili costruiti rapidamente e senza i servizi basilari e che sono state del tutto trascurate nei dodici anni in cui ho vissuto a Spirano e nella Bassa Bergamasca e per portare in consiglio comunale un diverso approccio ai problemi ambientali. Successivamente ho scoperto che vi erano altre e più impegnative sfide da raccogliere come il rilancio dell’economia del Paese e delle sue infrastrutture in generale.

Un giudizio sull’operato dell’amministrazione negli ultimi cinque anni?
Ritengo che si sia conservato molto di ciò che era stato fatto prima, si sia gestito decentemente il quotidiano senza sviluppare nuove soluzioni se non la raccolta differenziata che ha preso un’accelerata significativa. Oltre a questo di positivo c’è la costruzione del Palaspirà che però sembra una cattedrale nel deserto.

Tre doti che ritiene di possedere per amministrare nel modo migliore?
Capacità di ascolto e analisi dei problemi. Visione fortemente orientata al benessere comune. Capacità di sviluppare soluzioni sempre nuove che si autoadattano ai contesti in cui si applicano.

Cosa manca al paese che lei si impegnerà a concretizzare?
Il Paese non è più una Comunità umana ma un coacervo di individualità etnie e culture spesso incomunicanti fra loro e ciò fa si che sia difficoltoso individuare prospettive condivise per lo sviluppo del Paese. Mio obiettivo primario è trovare un punto di sintesi fra le varie anime del paese e successivamente un modello di sviluppo condiviso.

C’è un ruolo strategico che il paese potrebbe occupare nel contesto della nostra provincia?
Sì esso potrebbe essere motore di un cambiamento culturale che porti a riscoprire i valori della Bassa Bergamasca che ne facciano la sede di un nuovo modo di fare Comunità Territoriale che superi gli attuali limiti dettati dalla quasi scomparsa delle Province che ha lasciato i comuni, spesso piccoli, a confrontarsi da soli con le Regioni e lo Stato perdendo capacità contrattuale e dunque efficacia, con essi.

Come descriverebbe ad un estraneo il paese per il quale si candida?
Una luogo dove il tempo scorre alla velocità giusta a differenza del mondo frenetico che lo circonda, un luogo a dimensione umana dove è possibile incontrare persone dotate ancora di valori autentici e genuini.

Quale è oggi la difficoltà maggiore nell’essere sindaco?
Coordinare esigenze diverse e gestire bilanci sempre più limitati rispetto alle esigenze ovvero le stesse che ogni buon padre di famiglia trova in questo periodo di crisi con l’aggravante che la gestione della cosa pubblica implica pastoie burocratiche di natura pubblicistica che la vita familiare non comporta.

Come intende affrontare le situazioni di marginalità sociale del suo territorio?
Trovando punti di incontro e sinergia con i comuni limitrofi che ottimizzino le risorse e le infrastrutture e i servizi locali e proponendo una soluzione consortile che permetta di presentarsi con una voce sola e forte difronte a Provincia, Regione Stato ed Europa per ottenere il rispetto dei nostri diritti e l’assegnazione dei fondi e delle infrastrutture logistiche e di servizio che ci spettano.

Il suo politico di riferimento (anche passato) e perché?
Giorgia Meloni. Perché con lei abbiamo fatto un percorso condiviso che l’ha portata a rappresentare quei valori per cui da 25 anni mi batto in politica come nella vita di tutti i giorni e il suo esempio ha portato me a scegliere di servire il mio Paese con i fatti e il sacrificio personale.

A un indeciso in cabina elettorale cosa gli direbbe per farsi votare?
Quante volte qualcuno ti ha detto Io Credo in Te ? Ecco io ci credo in Te, credo che insieme potremo cambiare il Nostro Futuro.

Candidati consiglieri: Marchetti Angelo, Rippa Augusto, Di Martino Sarah, Silvetti Giorgia, Negri Stefano, Morgantini Cesare, Laudiero Antonella, Rivoltella Enrico, Fraschini Ezio, Pizzagalli Jessica, Paone Umberto, Marcolegio Enrico.

Tutti i sindaci intervistati da socialbg.it




I candidati non ancora contattati che avrebbero piacere ad una intervista senza tagli o interpretazioni possono mandare un messaggio alla pagina facebook socialbg. Grazie

Tagged in:

,

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli