L’intervista al candidato sindaco Giovanni Pettorossi  (52 anni, consulente informatico) in campo per le elezioni amministrative 2019 a Cassiglio con la lista civica “L’abete”



Perché ha scelto di candidarsi alla carica di sindaco?
Ho voluto, insieme ad amici ed altre persone, candidarmi alle elezioni amministrative a Cassiglio per poter dare se possibile il mio contributo a questo splendido Paese e territorio della Valle Brembana.

Un giudizio sull’operato dell’amministrazione negli ultimi cinque anni?
Non sono una persona che ama criticare gli altri, soprattutto chi si è impegnato e si impegna quotidianamente per il bene comune, ma se posso vorrei dare il mio contributo perché il paese possa sempre crescere.

Tre doti che ritiene di possedere per amministrare nel modo migliore?
Ritengo di avere una buona disponibilità al dialogo e professionalmente una buona competenza nell’ambito tecnologico e informatico oltre che gestionale derivato dalla mia esperienza lavorativa.

Cosa manca al paese che lei si impegnerà a concretizzare?
Cassiglio, essendo una piccola realtà di montagna, non può avere sicuramente tutto, ma è ben strutturato e ha ottime potenzialità di ulteriore sviluppo in ambito ambientale e turistico; quindi è giusto potersi spendere ed impegnare perché questo possa realizzarsi ancor di più nei prossimi anni.

C’è un ruolo strategico che il paese potrebbe occupare nel contesto della nostra provincia?
Cassiglio con il suo lago può essere sicuramente una splendida cartolina di promozione della bellezza ambientale e naturalistica della Valle Brembana e della Provincia di Bergamo. Senza dimenticare la valenza storica, citando per esempio gli affreschi della ‘danza macabra’ dei Baschenis sulla Chiesa e quelli a casa Milesi. Sicuramente, perché Cassiglio possa crescere, serve portare avanti l’unione con gli altri Comuni della Valle, perché solo con la condivisione e le sinergie possiamo mantenere, e se possibile incrementare, i servizi per i cittadini.

In particolar modo dove va indirizzata l’attenzione?
Sui servizi dell’ambito sociale e scolastico. Dobbiamo stare insieme e lavorare sempre perché i nostri cittadini, prime sentinelle e custodi della montagna, non vengano privati di quei servizi fondamentali, perché le persone anziane ricevano risposte concrete alle richieste e perché i giovani possano costruire il loro futuro vivendo al meglio in montagna e non sentirsi cittadini di serie “b”.

A un indeciso in cabina elettorale cosa gli direbbe per farsi votare?
Non vogliamo essere CONTRAPPOSIZIONE, ma un gruppo di persone che vogliono aiutare per la CONDIVISIONE, perché l’unico vero valore e progetto amministrativo è il bene e il meglio per Cassiglio.

Candidati consiglieri: Vaglietti Alessandro, Bordogna Elisa, Lodedo Giovanni, Polattini Catia, Fattori Alessandra, Maruti Federica, Lobati Megan.

Tutti i sindaci intervistati da socialbg.it




I candidati non ancora contattati che avrebbero piacere ad una intervista senza tagli o interpretazioni possono mandare un messaggio alla pagina facebook socialbg. Grazie

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli