L’intervista al candidato sindaco Pietro Quartini (68 anni, fotografo) in campo per le elezioni amministrative 2019 a Calcio con la lista “AscoltiAmo Calcio” (Insieme per Calcio, Forza Italia, Lega Nord)



Perché ha scelto di candidarsi alla carica di sindaco?
Per dare un’alternativa a Calcio alle sue famiglie agli imprenditori ed ai giovani.

Cosa rimprovera all’amministrazione Comendulli in questi cinque anni? Ravvisa errori importanti?
L’amministrazione Comendulli non ha ascoltato i cittadini, cosa che intendo fare, inoltre ha lasciato che importanti opere venissero assegnate ad altri paesi a noi vicini.

Quale sarà la sua azione amministrativa in caso di vittoria?
Famiglia: sostegno comunale alle famiglie
Anziani: mini alloggi assistiti
Giovani: fondo a cui conferirò parte del mio compenso che non intendo percepire, che sarà utilizzato per finanziare le loro idee.
Industria: supporto comunale per lo sviluppo dell’industria 4.0
Associazioni e parrocchia: contribuzione del comune alle iniziative
Insediamenti produttivi: incentivazione di aziende di rilievo che realizzino poli produttivi sul territorio di Calcio.
Cultura: incentivazione della proloco
Ambiente: valorizzazione e tutela del parco dell’Oglio

Tre doti che ritiene di possedere per amministrare nel modo migliore?
Onestà. Semplicità. Capacità di ascolto.

Cosa manca al paese che lei si impegnerà, se eletto, a concretizzare?
Manca un filo diretto tra tutte le componenti che animano il paese senza pregiudizi di parte o politici.

C’è un ruolo strategico che Calcio potrebbe occupare nel contesto della nostra provincia?
Grazie al casello autostradale potrà diventare una cittadina strategica per lavoro e famiglie che supportate dall’amministrazione potranno venire a vivere e lavorare a Calcio.

Come descriverebbe ad un estraneo il paese per il quale si candida?
Un paese ricco di cultura e di voglia di fare che non ha ancora espresso tutte le sue potenzialità.

Quale è oggi la difficoltà maggiore nell’essere sindaco?
La dedizione totale ai propri cittadini e all’amministrazione.

Come intende affrontare le situazioni di marginalità sociale del suo territorio?
Sportello di ascolto e visite continue di personale comunale sulle situazioni più problematiche.

Il suo politico di riferimento (anche passato) e perchè?
Sicuramente coloro i quali hanno fatto la fortuna dell’Italia, persone come Pertini, De Gasperi, don Sturzo.

A un indeciso in cabina elettorale cosa gli direbbe per farsi votare?
Se vuoi la persona della porta accanto che ti possa aiutare in un momento in cui nessuno lo può fare, eccomi sempre disponibile per te.

Tutti i sindaci intervistati da socialbg.it



I candidati non ancora contattati che avrebbero piacere ad una intervista senza tagli o interpretazioni possono mandare un messaggio alla pagina facebook socialbg. Grazie

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli