Attività intensa di controllo per i Carabinieri della Compagnia di Zogno nello scorso week end. I militari hanno infatti effettuato un’articolata operazione di controllo del territorio controlli sia a locali pubblici che alla circolazione stradale e pedonale. Le attività erano tutte finalizzate al rispetto delle misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

I controlli hanno portato al sanzionamento di due locali pubblici. Il primo, a Cisano Bergamasco, per il non rispetto delle distanze interpersonali tra i clienti. Il secondo, nel comune di Berbenno, è stato sanzionato per esser rimasto aperto dopo l’orario consentito.

A Zogno invece è servito l’intervento di numerose pattuglie a causa di un assembramento nei pressi di un locale pubblico. Al termine dei controlli sono stati sanzionati ben 41 persone.

Sempre a Zogno inoltre, ulteriori controlli hanno portato al deferimento all’Autorità Giudiziaria di due soggetti per resistenza a Pubblico Ufficiale di cui uno anche per lesioni, per aver ferito un militare intervenuto.

Una decina di persone sono invece state sanzionate, nei comuni del territorio di giurisdizione della Compagnia Carabinieri Zogno. La causa è la non osservanza del coprifuoco: queste persone infatti non si trovavano nella propria abitazione durante l’orario notturno.

In totale, per l’attività di controllo ai fini della prevenzione della diffusione del virus, sono stati controllati oltre cento veicoli e alcune centinaia di persone.

Leggi anche: San Paolo D’Argon: pusher fornisce falso indirizzo ma viene scoperto

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

, ,