Ennesimo grande successo per Laura Pausini che trionfa ai Golden Globes: si tratta della prima donna a vincere con una canzone in italiano, Io sì (Seen), brano scritto con Diane Warren, pluripremiata compositrice statunitense già undici volte nominata agli Oscar.

“Dedico questo premio all’Italia, alla mia famiglia, alla mia bimba che di questo giorno vorrei ricordasse la gioia nei miei occhi e che sempre bisogna credere nei propri sogni”. Queste le parole della Pausini dopo la vittoria.

Il brano che ha permesso alla Pausini di vincere il suo Golden Globe è la canzone originale del film La vita davanti a sé. Con la regia di Edoardo Ponti, che segna il ritorno alle scene di Sophia Loren con una storia di amore, di accoglienza e di condivisione.

“Mai e poi mai avrei pensato di vincere ai Golden Globe Awards che emozione pazzesca e che grandissimo onore! È veramente un privilegio essere la prima donna ad avere vinto con un brano tutto in italiano! Sono felice per questo traguardo soprattutto per il messaggio di accoglienza e di condivisione che la canzone porta con sé, dedicato a tutti quelli che desiderano e meritano di essere visti”.

Laura Pausini aggiunge al suo palmares il Golden Globe Award al Grammy Award (2006) e ai quattro Latin Grammy Awards (2005, 2007, 2009, 2018).

I complimenti alla cantante anche da parte del Ministro della Cultura Dario Franceschini in un tweet. “Complimenti a @LauraPausini per il prestigioso premio conquistato ieri sera ai @goldenglobes. Una vittoria che unisce musica e cinema e che onora l’Italia. #GoldenGlobes #TheLifeAhead” ha twittato il Ministro.

Oltre che con Diane Warren, questo brano segna la prima collaborazione anche con Bonnie Greenberg (music supervisor di film come Tutto può succedere, Il matrimonio del mio migliore amico, What women want o The Mask) e per il testo italiano rinnova quella con Niccolò Agliardi, uno dei più assidui coautori di Laura. “Essere la voce del personaggio di Sophia mi riempie di orgoglio”. ha sottolineato.

Un grande successo raggiunto proprio negli stessi giorni in cui, 28 anni fa, trionfava sul palco dell’Ariston. “Quella serata a Sanremo che mi ha cambiato la vita. E sorrido a pensare a quella ragazzina, che mai si sarebbe aspettata di arrivare così lontano” ha concluso la Pausini.

Print Friendly, PDF & Email