Almanacco Bergamo 10 febbraio 2022 (Giovedì)

6^ settimana – Giorni inizio/fine anno 41/324 BUONA GIORNATA
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

SEI NATO OGGI? Siete dei veri capi. Sapete prendere le decisioni giuste al momento giusto e sapete gestire un gruppo di persone. Siete intraprendenti, generosi e sicuri di voi. In più, se avete molto carisma, pochissime cose vi resisteranno. Indipendenti, creativi, dotati di coraggio e volontà, decisi a farvi strada nel mondo grazie all’intelligenza personale. Siete dei leader, sapete arrangiarvi da soli. Forte ambizione, sostenuta da grande energia e perseveranza, costanza e determinazione, a volte avete bisogno di essere incoraggiati, le vostre capacità di ragionamento sono eccellenti e siete buoni organizzatori

I SANTI DI OGGI
Santa SCOLASTICA Monaca, sorella di San Benedetto da Norcia. Patrona delle puerpere, dei bambini che soffrono di convulsioni. Invocata la tempesta, tuoni e fulmini e per ottenere la pioggia. Patrona dell’Università di Oxford – San GUGLIELMO Eremita – San SILVANO Vescovo – La Chiesa celebra la festa di altri 12 SANTI e 11 BEATI

SIGNIFICATO DEL NOME GUGLIELMO
Deriva dal nome germanico Willihelm, giunto in Italia per tradizione francone. Documentato nelle forme medioevali Guilihelmus, Guillelmus, Guilgelmus e Wilielmus e negli ipocoristici Lemnus, Memmus, Welmus e Willus. Deriva dal germanico Willhelm ed è costituito da wil, “volontà, desiderio” e da helm, “elmo, elmetto, protezione”. Il significato finale potrebbe essere “elmo della volontà” o “volontà di protezione. Oggi è San Guglielmo. In Italia portano questo nome circa 35.907 persone di cui il 16,2% in Lombardia (dai Istat)

AFORISMA del GIORNO
Non portare rancore a nessuno. La serenità è più importante. Ci penserà il tempo a dare a ciascuno le giuste risposte

PROVERBI
Ad ogni pentola il suo coperchio
Chi ben cena ben dorme
Se dell’orto vuoi verdura non smettere mai la cura
Pioggia di febbraio benedizione dal cielo
Sotto la neve c’è pane, sotto l’acqua la fame


I MORTI DEL GIORNO A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)

CARO BOLLETTE. I COMUNI SPENGONO I MONUMENTI

Il caro bollette è una stangata che si è abbattuta non solo su famiglie e imprese, ma anche sui Comuni. I bilanci ne risentono e, in attesa che il governo trovi i fondi necessari per affrontare l’emergenza, molte città hanno annunciato l’adesione alla manifestazione simbolica di giovedì 10 febbraio. Molti monumenti e piazze delle piccole e grandi città italiane rimarranno al buio per mezz’ora, dalle 20 alle 20.30, per chiedere che l’intervento per sostenere gli enti locali di fronte al caro energia sia immediato.

SICUREZZA A BERGAMO, DUE PROVVEDIMENTI IN ARRIVO

Arriva un provvedimento doppio riguardante esercizi commerciali da parte del Comune di Bergamo: obiettivo, quello della tutela dell’ordine pubblico e il miglioramento della sicurezza delle aree in questione, ovvero via Baschenis e via Novelli. Palazzo Frizzoni ha infatti revocato la licenza a un locale di via Baschenis 17: alla base della decisione degli uffici del Comune le tante violazioni dei regolamenti e delle norme collezionate dall’esercizio negli ultimi mesi, oltre ai problemi di ordine pubblico segnalati all’esterno del locale per colpa dei propri avventori. La revoca ha effetto immediato. Stop alla vendita di alcolici, sia somministrazione che d’asporto, invece, per un minimarket di via Novelli, dalle 17 alle 24, a partire dal 11 febbraio e fino al 11 aprile 2022: il negozio è stato segnalato più volte, attraverso diversi esposti, dai residenti dell’area come punto di rifornimento di persone con comportamenti generalmente aggressivi e soprattutto responsabili di atti di violenza o violazioni delle norme sull’ordine pubblico nella via.

GIORNATA NAZIONALE DEL RICORDO DELLE VITTIME DELLE FOIBE

“La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale “Giorno del ricordo” al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. Nella giornata sono previste iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado. È altresì’ favorita, da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende. Tali iniziative sono, inoltre, volte a valorizzare il patrimonio culturale, storico, letterario e artistico degli italiani dell’Istria, di Fiume e delle coste dalmate, in particolare ponendo in rilievo il contributo degli stessi, negli anni trascorsi e negli anni presenti, allo sviluppo sociale e culturale del territorio della costa nord-orientale adriatica ed altresì a preservare le tradizioni delle comunità istriano-dalmate residenti nel territorio nazionale e all’estero” (Articolo 1, Legge 92 del 30 marzo 2004) dal sito del Ministero dell’Istruzione.

30^ GIORNATA MONDIALE del MALATO

Ricorre domani l’11 febbraio, è giunta quest’anno alla sua 30.ma edizione, sul tema “Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso” (Lc 6,36): Porsi accanto a chi soffre in un cammino di carità”. Nel suo Messaggio per l’occasione, Papa Francesco ricorda che “la vicinanza agli infermi e la loro cura pastorale non è compito solo di alcuni ministri specificamente dedicati” ma “è un invito rivolto da Cristo a tutti i suoi discepoli”. Una chiamata rivolta a tutta la Chiesa, per la quale il servizio ai malati e ai sofferenti è parte integrante della propria missione (cfr. Dolentium Hominum,1). In questa prospettiva, la Giornata Mondiale del Malato, istituita da San Giovanni Paolo II il 13 maggio 1992, nasce per sensibilizzare il popolo di Dio e la società civile alle esigenze di assistenza e cura dei malati; per aiutare i malati a valorizzare la sofferenza; per coinvolgere le diocesi, le comunità cristiane e le famiglie religiose nella pastorale della salute; favorire l’impegno del volontariato; promuovere la formazione spirituale e morale degli operatori sanitari e richiamare l’importanza dell’assistenza religiosa a chi soffre.

INFLAZIONE UNA CONDANNA PER MOLTE FAMIGLIE

Un quarto di secolo. Non è poco, ma è il tempo che ci vuole per trovare un’inflazione annua così alta: +4,8%. E’ esattamente dall’aprile del 1996 che non si registrava un’impennata dei prezzi come quella di gennaio. La colpa è dei beni energetici, ossia luce, gas e benzina, senza i quali oggi l’inflazione sarebbe pari solo all’1,8%, quasi 2,7 volte meno. Una stangata. In soldoni, per una coppia con due figli significa un aumento del costo della vita pari a 1715 euro su base annua, 840 solo per Abitazione, acqua ed elettricità, 416 euro per i Trasporti. Per una coppia con 1 figlio la batosta è pari a 1611 euro, 843 per l’abitazione, 362 per i trasporti, per un pensionato la spesa supplementare annua è di 891 euro, 1217 per un single con meno di 35 anni, 1923 euro per una coppia con 3 o più figli. In media per una famiglia il rincaro complessivo è di 1389 euro, 791 per l’abitazione e 266 per i trasporti. Ma il caro energia e il caro carburanti, oltre ad avere effetti diretti sulle tasche degli italiani quando vanno a fare il pieno di benzina o pagano la bolletta, ha anche effetti indiretti su tutta la merce trasportata su gomma e sui costi di produzione delle aziende che, ovviamente, traslano sul consumatore finale i maggiori oneri. Per questo, complici anche alcuni cattivi raccolti, come il frumento in Canada, stanno esplodendo anche i prezzi dei prodotti alimentari, che schizzano dal +2,8% di dicembre al +4% di gennaio.

IL PENSIERO del GIORNO

“Per questa tua parola, va’: il demonio è uscito da tua figlia”. La parola più vera è quella che esce da un cuore semplice ed immerso in drammatiche sofferenze. È l’espressione di un totale affidamento a qualcuno che può regalare speranza nelle situazioni tragiche della vita. È la forza di un cuore che crede e supplica per un bene che riguarda la persona amata, come è la figlia. Quando c’è intensa fiducia si può sempre sperare qualcosa di grande, che dia serenità ad un cuore immerso in pesanti situazioni personali. Padre, nella fede nel tuo Figlio Gesù troviamo la strada per rendere sempre più autentico il nostro cammino credente nei travagli del quotidiano. Fa’ che non ci stanchiamo mai di rendere la nostra scelta di fede un grande grido a lui rivolto per gustare la tua fedeltà, che è serenità per ogni persona immersa in tante angustie della vita. Lo Spirito Santo ci rigeneri ogni giorno in questo percorso per essere sempre e con coraggio nella tua misteriosa volontà. Amen

TORNA la PIOGGIA? FORSE IL 14 FEBBRAIO

Nella giornata di lunedì 14 febbraio, dopo 40 giorni di siccità, una perturbazione di origine atlantica investirà il Nord Italia portando pioggia in abbondanza e anche nevicate copiose non solo sull’arco alpino ma anche sull’Appennino. Le prime avvisaglie di maltempo ci saranno domenica sera quando il cielo di inizierà a coprirsi di nubi. Lunedì mattina, invece, sono attese le precipitazioni. “Date le basse temperature ereditate dal weekend il cuscino di aria fredda sulla Val Padana potrà consentire nevicate fino a quote molto basse”, ha puntualizzato il meteorologo di Oro al Serio. Le previsioni prevedono che potrebbe cadere acqua mista a neve. Le precipitazioni proseguiranno per tutta la giornata accumulando al suolo circa 12 millimetri di acqua. Il maltempo caratterizzerà anche la mattinata di martedì 15 febbraio mentre da mercoledì dovrebbe tornare a splendere il sole.

VIE E PIAZZE DI BERGAMO. ANTONIO BAZZINI

Nato a Brescia l’11 marzo 1818 – morto a Milano il 10 febbraio 1897 (125 anni fa) è stato un compositore, violinista e docente italiano. La Città di Bergamo gli ha intestato una Via. Iniziò ad otto anni nella sua città lo studio del violino. I progressi da lui conseguiti furono assai rapidi e lo indussero nel 1836 a concorrere al posto di primo violino al Teatro di Bergamo; ma fu respinto da Johann Simon Mayr. L’apprezzamento per le sue doti di esecutore e di compositore era però già tale da procurargli nello stesso anno di essere ascoltato da Paganini, che lo esortò a intraprendere l’attività concertistica in Italia e all’estero. Da allora sino al 1864 Bazzini, percorse una trionfale carriera, che lo portò nei principali centri d’Europa. Cominciò i suoi viaggi in Italia, suonando a Milano, a Venezia, a Verona, a Trieste. Presto gli orizzonti si allargarono ed egli passò in Germania, in Danimarca, in Austria in Ungheria e in Polonia. In Germania, dove si recò dal 1841 al 1845, fu a Dresda e a Berlino, fermandosi (nel maggio 1843) più a lungo a Lipsia, città in cui si dedicò anche intensamente agli studi di composizione. Nel 1845 tornò in Italia, suonando in diversi Teatri. Nel 1848 passò in Francia e poi in Spagna. Nel 1852 fissò la sua residenza a Parigi, dove diede moltissimi concerti, alternandoli con continue tournées in Europa. Il Bazzini veniva considerato ormai come uno dei maggiori violinisti del suo tempo e i suoi interessi si andavano orientandosi soprattutto verso la composizione. Nel 1864 lasciò Parigi e tornò, a Brescia, dove rimase nove armi, componendo alcuni dei suoi lavori di maggiore impegno, dall’opera Turanda alle ouvertures per il Saul di Vittorio Alfieri e per il Ré Lear di W. Shakespeare, ai primi Quartetti. Nel 1873 fu chiamato a coprire il posto di professore di composizione nel Conservatorio di Milano, del quale nel 1882 fu nominato direttore. In tutti questi anni e nei successivi egli fu completamente assorbito dall’attività creativa e da quella didattica (ebbe allievi, fra gli altri, A. Catalani, G. Puccini, M. Mascagni, M. E. Bossi, ecc.), finché le cattive condizioni di salute lo costrinsero ad interrompere tali attività. Morì a Milano il 10 febbraio 1897

TURNI delle FARMACIE E SERVIZIO PEDIATRICO

TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni. si chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.

TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 11 febbraio 2022 alle ore 9,00): BERGAMO Farmacia Piazza Pontida 6 – Albino Farmacia di Comenduno – Antegnate – Berzana (fino le ore 24) – Bedulita – Bracca – CLUSONE Piazza Baradello – Costa Volpino – Filago – Isola di Fondra – Lallio (fino alle ore 24) – San Paolo d’Argon – SERIATE Piazza Papa Giovanni (fino le ore 24) – Telgate – TREVIGLIO Comunale 3 in Viale Piave – Urgnano – Vilminore di Scalve.

CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi – 24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica e festivi.

AVVENIMENTI A BERGAMO E PROVINCIA

  • BERGAMO – TV54 Rai storia – 14 febbraio ore 21 – “Arte Cultura panorami a Bergamo in Palazzo Terzi e Biblioteca A. Mai.
  • BERGAMO – Circolo Artistico Bergamasco – dal 5 al 19 febbraio ore 18 – “Collettiva d’inverno” – Orari martedì/domenica dalle 16 alle 19
  • BERGAMO – Duomo di Bergamo – 12 febbraio ore 21 – Concerto “Salmo 22 ingresso libero –
  • BERGAMO – Astino – 11 e 12 febbraio dalle 15 alle 17,30 – Corso di potatura delle piante – iscrizioni aperte – www.eventbrite.it
  • ALZANO LOMBARDO – JumboBirra – 16 febbraio 20,45 – “Dov’è la sanità lombarda?” dibattito
  • BONATE SOPRA – Cineteatro – domenica 13 febbraio ore 15- Spettacolo di burattini “Gioppino e il mago”
  • COMUN NUOVO – Biblioteca – dal 5 al 26 marzo dalle ore 9,30-11,30 – 4 lezioni per ridurre lo stress – Iscrizioni in biblioteca Comunale
  • LOVERE – Teatro Crystal – 12 febbraio ore 20,45 – “Mistero Buffo” di Dario Fo – prevendita biglietti d’ingresso
  • LOVERE – Accademia Tadini – sabato 12 e 26 febbraio ore 16 – Visite guidate alla scoperta dei valori custoditi.
  • MAPELLO – Parco delle Foibe a Briolo – 12 febbraio ore 11 – S.Messa in ricordo delle Vittime delle Foibe
  • PARRE – Parco Archeologico – 12 febbraio ore 15 – “Comne vestivano a Carnevale gli abitanti di Parre – partecipazione gratuita – iscrizione obbligatoria
  • ROMANO di LOMBARDIA – Teatro Rubini – 11 febbraio ore 21 – Spettacolo “Foibe. Il Ricordo”
  • SCHILPARIO – Pista degli Abeti – dall’11 al 13 febbraio – “Bergamo Ski Tour: Campionato Italiano Giovani – info@sciclubschilpario.it – 349.5705896
  • SERIATE – Circolo ARCI – 12 febbraio dalle 15,30 alle 17 – Corso di italiano per stranieri – iscrizione obbligatoria con tessera ARCI
  • SERIATE – Comune – domenica 13 e 20 febbraio ore 7 – Ritrovo Bar Tabacchi “del Santo” per partecipare a Giornata del Verde Pulito muniti di guanti e pettorina.
  • SEDRINA – 11 febbraio ore 19.30 – dalla frazione Cler alla Chiesa Parrocchiale processione in occasione della Madonna di Lourdes

COSA LEGGERE

LO STRETTO SENTIERO DEL PROFONDO NORD – Editore: Einaudi – pag. 124 – costo € 14,00 – Un racconto di viaggio può essere molte cose diverse: un semplice rapporto, un portolano, un promemoria, un romanzo di formazione, un taccuino di appunti, magari in forma di disegni, una raccolta di incontri con volti e persone, un reportage, la cronaca di una fuga, persino un canzoniere. Questo di Bashō, è un pellegrinaggio e nel contempo il ritratto piú preciso e profondo del Giappone e del suo spirito, che incontra la lingua italiana nella magia della traduzione di Chandra Candiani e Asuka Ozumi. Siamo nel 1688, Bashō è forse il piú grande poeta contemporaneo. Il percorso narrato, in realtà solo parte di un itinerario piú lungo, dura circa centocinquanta giorni in un territorio all’epoca quasi selvaggio, comunque pericoloso: «ho […] intrapreso questo pellegrinaggio in terre remote nella consapevolezza della vacuità di tutte le cose, pronto a rischiare la vita.

Per tutte le notizie seguici su Google News

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in: