NECROLOGIE DI OGGI 16 GIUGNO 2022

MASCHERINE al CHIUSO: COSA CAMBIA
Dopo quasi due anni e mezzo di pandemia, le mascherine non dovranno più essere indossate nella maggior parte dei luoghi al chiuso. L’obbligo, fino al 30 settembre, resta però in alcuni luoghi. Il governo ha infatti confermato la proroga dell’obbligo del dispositivo sui mezzi di trasporto pubblico (bus, tram, metropolitana e treni), nelle strutture sanitarie comprese le Rsa (sempre fino al 30 settembre). Il dispositivo protettivo non dovrà invece essere indossato in aereo, una scelta in linea con quanto fatto dagli altri Paesi europei, e non sarà necessaria per gli studenti che dovranno sostenere l’esame di Maturità, per cui vige soltanto una raccomandazione. Cade l’obbligo di indossare la mascherina al chiuso anche per cinema, teatri, palazzetti dello sport. Resta fino al 30 giugno 2022 per i dipendenti privati l’obbligo di indossare la mascherina sul luogo di lavoro. Cade invece la raccomandazione per i dipendenti pubblici. Dal 15 giugno è decaduto anche l’obbligo vaccinale per i cittadini con più di 50 anni. Chi ha deciso di non sottoporsi alla vaccinazione entro il 15 giugno 2022 dovrà comunque pagare i 100 euro di sanzione erogati dall’Agenzia delle Entrate.

OFFERTE DI LAVORO IN PROVINCIA AGGIORNATE SETTIMANALMENTE OGNI LUNEDI’

I SANTI del GIORNO
Santi QUIRICO e GIULIITTA martiri – Sant’AURELIANO Vescovo – Santi FERRUCCIO e FERREOLO martiri – La Chiesa celebra la Festa di altri 13 SANTI e 9 BEATI. La Chiesa Cattolica celebra oggi la SOLENNITA’ del CORPUS DOMINI in molte Nazioni d’Europa oggi è Festa Nazionale e di “precetto”. In Italia è tra le feste soppresse e le celebrazioni si terranno domenica 19 giugno (per il Trentino Alto Adige oggi è festa come lo è in Austria). In tutte le Parrocchie da oggi a domenica si terranno Giornate Eucaristiche.

*

AFORISMA del GIORNO
“Fa che il tuo tempo sia vita… e che la tua vita non sia una perdita di tempo”

*

IL PENSIERO del GIORNO
“Pregando non sprecate parole” – L’esperienza più profonda del cuore umano si colloca sullo sfondo di un infinito che lo affascina. Qui si radica la verità esistenziale della preghiera. È il gusto del bello che solo la persona con uno spirito veramente aperto riesce a percepire e interiorizzare. Questa situazione può diventare anche linguaggio ma in essenzialità e in semplicità perché la sensazione del trascendente non si possa perdere nel cammino quotidiano – Padre, Gesù ci insegna a pregare richiamandoci continuamente all’esigenza di rapportarci con te, come faceva lui stesso. La bellezza di poterci immergere nel tuo mistero ci porta a gustare la soavità del rapporto che avevi con lui. Guida ora la nostra orazione con potenza dello Spirito Santo, perché possiamo crescere nella comunione con te per poter respirare speranza in ogni momento della nostra esistenza sempre travagliata, soprattutto insieme con i fratelli. Amen –  Mons. Antonio Donghi

*

GIORNATA MONDIALE delle RIMESSE FAMILIARI
Per “rimesse” familiari si intendono quei soldi che guadagnati da lavoratori immigrati che vengono poi mandati alle rispettive famiglie. La “Giornata” riconosce il contributo che milioni di lavoratori migranti rendono alle proprie comunità di origine. Le rimesse familiari non sono solamente una fonte primaria di reddito per le famiglie destinatarie, ma rappresentano anche una parte rilevante del prodotto nazionale lordo in molti Paesi a basso e medio reddito. Le rimesse globali sono tre volte maggiori dell’Assistenza ufficiale allo sviluppo (ODA) e aiutano a ridurre la povertà, migliorare salute e istruzione, promuovere l’uguaglianza di genere. Il tema di quest’anno, “Ripresa e Resilienza attraverso l’inclusione digitale e finanziaria”, evidenzia un’urgente priorità. Quasi meta’ della popolazione mondiale non è’ infatti in grado di accedere a internet. E il Covid ha accentuato il divario digitale. Dobbiamo accelerare i nostri sforzi per dare a ognuno accesso online, investendo in strumenti digitali e inclusione finanziaria per tutti. Il costo delle rimesse deve approssimarsi allo zero per sostenere lo sforzo delle famiglie di gestire i loro obblighi. La guerra in Ucraina sta inoltre avendo un effetto sulle rimesse, aggravando gli ampi costi legati alla crisi mondiale

*

GIORNATA MONDIALE del BAMBINO AFRICANO
Commemora la marcia avvenuta nel 1976 a Soweto, in Sudafrica, che vide migliaia di scolari scendere in piazza per protestare contro la scarsa qualità dell’insegnamento per i neri sotto il regime dell’apartheid. I giovani marciarono anche per chiedere di poter studiare nelle proprie lingue natie. Il regime ordinò di sparare sui dimostranti, massacrando centinaia di ragazzi e ragazze. Nelle due settimane di scontri che seguirono, furono un migliaio i feriti ed almeno cento le vittime. Per onorare la loro memoria, dal 1991, ogni 16 giugno, viene celebrato – dapprima dall’Organizzazione per l’Unità Africana e poi anche dalle Nazioni Unite – un giorno per richiamare l’attenzione sulle condizioni di vita dei bambini e dei ragazzi del continente. La giornata è dunque giunta alla 31esima edizione.

*

  • GIORNATA NAZIONALE LOTTA al COLESTEROLO
  • GIORNATA MONDIALE della GIOCOLERIA e del GIOCOLIERE

*

I PERSONAGGI nelle VIE di BERGAMO
GIOVANNI MORIGGIA nato a Caravaggio il 29 febbraio 1796 – morto a Caravaggio il 21 giugno 1878 è stato un pittore italiano. La Città di Bergamo e il Comune di Caravaggio gli hanno intestato una Via. Frequentò gli studi ginnasiali a Bergamo fino all’età di sedici anni quando incontrò il pittore Giuseppe Diotti che rimase colpito dalla perizia del giovane e lo iscrisse all’Accademia Carrara di Bergamo. La presenza di Moriggia all’Accademia è documentata il 12 gennaio 1813; dove conseguì un “primo premio in pittura” nel 1816. La prima opera importante di Giovanni Moriggia, se si escludono alcuni ritratti, è un affresco per il portale della chiesa dei Santi Fermo e Rustico della sua nativa Caravaggio, raffigurante appunto la Vergine col Bambino davanti ai santi Fermo e Rustico. Risale al 1821 l’interessante Autoritratto di casa Baruffi. Non più tardi del 1821 Giovanni Moriggia si recò a Roma. Nella capitale frequentò l’Accademia di via Bonelli, che gli permise di proseguire il percorso pittorico iniziato a Bergamo. Moriggia godette dell’amicizia del cardinale Angelo Mai, bergamasco come lui, ed il principe Vidoni, di Cremona. Dopo aver lavorato a numerosi ritratti e varie composizioni, tra cui una tela commissionatagli per il Santuario di Caravaggio, nel 1825 il pittore rientrò nella sua città natale in compagnia del principe Vidoni e poco dopo Moriggia si trasferì a Cremona, ove rimase fino al 1834. Fu poi costretto a lasciare la città a causa delle sue simpatie liberali e mazziniane nelle “Giovine Italia”. Egli si rifugiò a Caravaggio e quindi a Bergamo, ospite di una famiglia locale; in seguito raggiunse Lugano, spacciandosi per carrettiere e poi a Basilea, grazie alla preziosa collaborazione di Carlo Bartolomeo Romilli, futuro vescovo di Cremona ed arcivescovo di Milano. Nel 1837, Moriggia lasciò Basilea approfittando dell’amnistia concessa dall’imperatore Ferdinando I e rientrò in Italia iniziando un periodo di intensa produzione artistica. Nel 1843 l’artista, stabilitosi a Milano, espose a Brera la sua opera “Guglielmo Tell” riconosce Alberto d’Austria. L’anno successivo affrescò una “Deposizione” per l’abside della nuova chiesa annessa al cimitero di Caravaggio ed una Apparizione della Vergine a Giannetta Vacchi per la chiesa di San Fermo e Rustico, cui aveva già lavorato. Fra il 1844 ed il 1847 il Moriggia si dedicò interamente ai quattro pennacchi della cupola del Santuario di Caravaggio. Particolarmente soddisfatta, la committenza incaricò Moriggia di occuparsi anche delle corone della cupola del Santuario, per le quali egli realizzò, fra il 1851 ed il 1854, una “Gloria della Trinità” ed una “Apoteosi della Mare di Dio”. Il 23 febbraio 1859 Moriggia fu incaricato di occuparsi degli affreschi del transetto; raffiguranti quattro Episodi della vita della Vergine. Tra il 1859 ed il 1862 ebbero termine i lunettoni. A partire dal 1862 la produzione di Giovanni Moriggia iniziò a decrescere; il pittore era affetto da problemi di vista e, successivamente, da una paralisi. Negli anni 1870 non fu più in grado di lasciare la propria abitazione; spirò il 21 giugno 1878.

*

ACCADDE OGGI

  • 1687 – Il “toro” (335 anni fa) diventa ufficialmente il simbolo della Città di Torino 
  • 2002 – Papa Giovanni Paolo II (20 anni fa) proclama Santo San Pio da Pietrelcina

*

SIGNIFICATO del NOME
FERRUCCIO – Il nome Ferruccio deriva dal latino ferrum e significa “di ferro”. Si ipotizza sia stato ripreso dal soprannome medioevale Ferrutius. Altra ipotesi lo riporta come nome tardo latino composto del verbo “fero” e del termine “lux” con il significato di “portatore di luce”. Oggi San Ferruccio. In Italia portano questo nome circa 32.976 persone di cui il 25,8% in Lombardia.

*

PROVERBI
“Oggi a me domani a te”
“Non è mai soltanto un gioco quando stai vincendo”
“Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare”
“Il gioco è un corpo a corpo con il festino”
“Giochiamo con la vita o la vita gioca con noi”

*

L’ANGOLO della LETTURA
L’UOMO VERTICALE – Autore: Davide Longo – Narrativa – pag. 360 – costo € 13,50 – trama: In Italia, in un futuro imprecisato, la civiltà è al collasso, la legge e la giustizia un ricordo del passato e per le strade regna la barbarie. Leonardo è un professore universitario, con alle spalle una carriera da scrittore di successo, che dopo l’accusa di aver abusato di una sua studentessa si è ritirato nel paesino in cui è nato. Da anni non scrive e non insegna piú conducendo un’esistenza distante da tutti e tutto. Fino a quando la moglie, che lo aveva lasciato dopo lo scandalo, non si presenta in fuga alla sua porta, per affidargli la figlia Lucia e Alberto, il figlio avuto da un altro compagno. La promessa è di tornare a prenderli, ma la violenza avanza e raggiunge anche la provincia. Della moglie non c’è piú traccia. I tre, insieme al cane Bauhsan, devono mettersi in viaggio, verso Occidente dove pare ci sia salvezza. Li attende un mondo dove il progresso si è sgretolato e gli istinti sono padroni. Un mondo in cui solo aggrappandosi alla propria bussola morale potranno non perdere la strada

*

L’ANGOLO della SALUTE
ARIA CONDIZIONATA in MACCHINA – Per quanto riguarda i viaggi in automobile, dobbiamo sempre considerare che l’impianto di climatizzazione ha un impatto notevole sul consumo della nostra macchina: circa il 10%. Per abbassare il consumo (e dunque la spesa che ne deriva) e salvaguardare la salute dei nostri occhi, possiamo impostare l’opzione di controllo automatico della temperatura, in modo da non eccedere con l’aria troppo calda o troppo fredda e avere un dispendio minimo di energia. Un altro suggerimento riguarda le bocchette da cui esce l’aria, che dovrebbero essere mantenute sempre aperte per non accumulare aria viziata e carica di inquinanti e Co2 e consentire allo stesso tempo il corretto funzionamento dell’automatismo regolatorio del sistema ma mai rivolte verso il corpo, bensì verso l’alto o verso i vetri

*

I TURNI delle FARMACIE:

  • *** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
  • *** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 16 giugno 2022) –
  • è consigliato chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
  • *** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica (fino le ore 8 di lunedì) e festivi.

*

L’ANGOLO della CULTURA e degli AVVENIMENTI

  • BERGAMO – Museo della fotografia Piazza Mercato del fieno Città Alta – dal 18 giugno – “Il mondo in pugno – Viaggio nella boxe di Bruno Frattini 1921 – 1926
  • BERGAMO – Spazio Giovani Endonè Redona – dal 17 aprile al 19 giugno – Festival Bergamo Sunfest – festival 
  • BERGAMO – Duomo – 19 giugno ore 10,30 – Musica Cathedralis – Pontificale del Vescovo di Bergamo – Cappella del Duomo in concerto
  • BERGAMO – Centro Daste e Spalenga – 17 giugno ore 19 – “Genoma Scenico” Festival Danza Estate
  • BERGAMO – Museo della Fotografia P.za Mercato del fieno – 17 giugno ore 17,30 – presentazione del libro: “Il Mondo in pugno”
  • BERGAMO – Piazzale degli Alpini – 17 giugno dalle ore 19 – “The Dandy Warhols” in concerto
  • BERGAMO – Spazio Polaresco – 17 giugno ore 21 – “NicoNote” concerto – Ingresso libero – prenotazione obbligatoria
  • BERGAMO – Piazza Vecchia – 18 giugno ore 16 – Tour Insolito di Città Alta – ritrovo Fontana Contarini
  • ALMENNO San BARTOLOMEO – Cortile di San Tomè – dal 17 giugno ore 20 – musica degustazioni e folclore
  • ALMENNO San BARTOLOMEO – Parco del Roccolone – 18 giugno ore 18 – Spettacolo per bambini “Cappuccetto rosso nel bosco”
  • BRIGNANO GERA d’ADDA – Palazzo Visconti – 17 giugno ore 20 – “Il signor Volpe è fantastico” – Rassegna Bibliofestival
  • CENE – 18 e 19 giugno dalle ore 15 – Apertura Parco Paleontologico con visite guidate al Parco
  • DOSSENA – Chiese Aperte – 18 giugno ore 14,30 e 17,30 – Visite guidate alla Chiese campestri solitamente chiuse al pubblico
  • NEMBRO – Teatro Modernissimo – 17 giugno ore 21 – Concerto “Le storie musicali di Gianluigi Trovesi”
  • OSIO SOTTO – Quartiere Giardino – 18 giugno dalle ore 20 – “La Notte della Cultura” – Performance, musica, arte, libri, ecc…
  • PONTE San PIETRO – Piazza – fino 30 giugno – Le giostre in Piazza in occasione della Festa Patronale.
  • SERIATE – Piazza Donatori di Sangue – 17 giugno dalle ore 11 – “Seriate Strett Food”
  • TERNO D’ISOLA – Teatro dell’Oratorio – 30 giugno ore 21 – “Moun portata dalla schiuma e dalle onde” – Rassegna teatrale per ragazzi
  • VALBONDIONE – 19 giugno ore 11 – Apertura delle Cascate del Serio

*

L’ANGOLO del CINEMA
NEL MIO NOME – film drammatico – nelle Sale dal 13 giugno 2022 – durata 93 minuti – critica *** – trama: racconta la storia di un gruppo di amici, formato da quattro ragazzi: Nico, che ha 33 anni, Leo, che ne ha 30, Andrea, che di anni ne ha 25, e il 23enne Raff. Hanno età differenti e provengono anche da diverse parti d’Italia, hanno in comune, però, la città in cui vivono, Bologna, e soprattutto condividono anche un momento importante della loro vita. I quattro ragazzi, infatti, hanno iniziato la transizione di genere da un’identità femminile a una maschile. Ognuno di loro è in un periodo diverso della propria vita e conta sugli altri per affrontare ogni nuovo giorno gli ostacoli di questo mondo e poter continuare a condurre la propria esistenza in modo dignitoso con l’identità in cui si sentono più se stessi

*

L’ANGOLO della CUCINA
I BENEFICI dei POMODORI sono divenuti un alimento base della dieta mediterranea. I pomodori sono ricchi d’acqua, che ne costituisce oltre il 94%; i carboidrati rappresentano quasi il 3%, mentre le proteine sono calcolate intorno all’1,2%, le fibre all’1% e, da ultimo, i grassi rappresentano solamente lo 0,2%. Per questo, cento grammi di pomodoro fresco apportano solamente 17 Kcal. I pomodori contengono discreti quantitativi vitaminici; si ricordano: pro-vitamina A (soprattutto carotenoidi, ma anche licopene), acido ascorbico e vitamina E – che assicurano al pomodoro le note proprietà antiossidanti e vitaminizzanti. Sono presenti modeste quantità di alcune vitamine del gruppo B. Cospicua anche la componente minerale: ferro, zinco, selenio, fosforo e calcio associati a citrati, tartrati e nitrati agiscono in sinergia assicurando proprietà rimineralizzanti ed antiradicaliche

*

SEI NATO OGGI?
A causa del vostro spirito sognatore voi preferite trascorrere il tempo da soli. La filosofia è una delle vostre materie preferite. Vi ponete spesso dei quesiti esistenziali e amate vedere le cose da diversi punti di vista. Siete fatti di contraddizioni e amate questo vostro aspetto. Ottimisti nei confronti della vita, spesso siete molto fortunati e potete conseguire con facilità onori. Siete sentimentali ma senza eccessi, introspettivi, analitici. Avete pochi amici, ma siete buoni compagni di voi stessi. L’amore è importante ma non indispensabile. Il possibile partner può incorrere in difficoltà, perché non siete delle persone adattabili

*

A BERGAMO e in PROVINCIA
Il SOLE sorge alle ore 05.28e tramonta alle ore 21.16– Durata del giorno ore 15.48 (+0 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 08.12 (-0 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (visibile al 81%) sorge oggi alle ore 23.48 e tramonta domani alle ore 08.29

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,