I pantaloncini originali firmati da Ivan Drago sono lì da vedere alla galleria Art Events dell’ex arbitro bergamasco Mario Mazzoleni. Che non fosse uno spazio qualunque lo si poteva capire solo guardando le tre bellissime vetrine sotto i portici del Sentierone, nel cuore di Bergamo bassa. Adesso la super novità legata alle star di Hollywood.

La galleria Art Events è uno spazio elegante, ma soprattutto colorato, ricco di fantasia, di talento espresso dagli artisti che Mazzoleni seleziona personalmente da anni, da quando ha appeso il fatidico fischietto al chiodo dopo la sua ultima partita in Serie A, Bologna-Lazio allo Stadio Dall’ara. La galleria è diventata un punto di riferimento per l’arte contemporanea soprattutto per la corrente Popart, che molti nell’ambiente hanno giudicato tra le tre più belle Pop Art Gallery d’Italia.

Si va da Andy Warhol al genio Street Art di Mart Signed, da Vincent a Slasky, da Indiana a Jeff Koonse, passando per alcuni giovanissimi emergenti come Carnici, Loisi, Barberio, Tematoru fino ad arrivare ad un gigante della scultura internazionale: Gianfranco Meggiato.

Da ieri una delle vetrine affacciate sul porticato piacentiniano del Sentierone ospita un autentico cimelio che Mazzoleni ha acquistato in asta negli States. I pantaloncini originali firmati da Ivan Drago, personaggio cinematografico interpretato da Dolph Lundgren, svedese di Stoccolma e non russo, uno dei grandi del cinema americano d’azione.

Chi non ricorda il film Rocky IV del 1985? Senza dubbio è uno dei grandi film di Sylvester Stallone. Nella prima parte della pellicola si assiste all’incontro drammatico con Apollo Creed che finì al tappeto morto sotto i colpi di questo pugile russo, fisicamente invincibile, e poi la rivincita, a Mosca, con Rocky Balboa che si allena per tornare sul ring e vendicare la morte del suo amico-rivale Apollo.

Tutti sanno come andò a finire, un incontro pieno di colpi di scena, iniziato con lo sguardo infuocato di Drago e il suo celebre “Ti spiezzo in due” esclamato a un Rocky quasi impaurito. Poi la vittoria del pugile italo-americano davanti a un pubblico prima ostile e poi scatenato, sotto gli occhi attenti dell’ex premier Michail Gorbačëv (interpretato da David Lloyd Austin) seduto nel palco d’onore dell’arena russa.

I pantaloncini di Ivan Drago esposti all’Art Events sono incorniciati con alcune immagini del film, le più significative, e con la fotografia di Dolph Lundgren che li autografa, immagine che certifica l’originalità degli stessi. Un cimelio davvero straordinario da ammirare e magari utile per un selfie iconico.

L’opera non è in vendita, è un regalo che mi sono fatto, da grandissimo fan di questi due attori, interpreti di un film che avrò rivisto penso 100 volte in vita mia sottolinea Mario Mazzoleni -. Adesso i pantaloncini sono in galleria, con lo stemma della falce e martello e la firma di Ivan Drago. Spero un giorno di trovare all’asta anche quelli di Rocky che… non mi lascerò scappare”.


Leggi anche: Dal cinema alla tela. L’artista John Rivoli racconta Rocky

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

, ,

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli