Curno ha inaugurato nella giornata di ieri, sabato 9 gennaio 2020, la sua nuova Biblioteca.
“Un giorno speciale per Curno” come è stato scritto anche sulla pagina Facebook del Comune. Un lungo post che esprime l’orgoglio e la soddisfazione per un traguardo raggiunto dopo 23 anni.
“Oggi, 9 gennaio 2021, dopo un’odiessea durata ventitré anni, Curno ha finalmente a disposizione, seppur con i limiti imposti dall’emergenza sanitaria, la nuova biblioteca intitolata a Rita Levi Montalcini, scienziata di assoluto valore e donna di grande impegno sociale e civile e l’auditorium dedicato a Fabrizio de André, uno tra i più grandi cantautori italiani ed europei e poeta.
L’edificio della biblioteca ha la forma di un grande libro aperto sul paese e attende ora i suoi cittadini per divenire spazio in cui condividere conoscenze, pensiero, momenti culturali piacevoli.
La biblioteca pubblica sarà luogo di promozione della democrazia e della socialità.
Inaugurare ora, ad inizio 2021, dopo l’anno più doloroso che l’Italia e la bergamasca abbiano vissuto dalla fine della seconda guerra mondiale, vuole essere un segno di speranza.”
Non potendo organizzare una vera e propria festa per questa tanto attesa inaugurazione, a Curno hanno pensato comunque a qualcosa di particolare, pur nel rispetto delle normative anti-Covid. Un momento simbolico, “una catena umana realizzata da alcuni cittadini di Curno e dalla autorità. Di “mano in mano” abbiamo accompagnato gli ultimi 50 libri dalla vecchia alla nuova biblioteca.
Un messaggio, quello del Sindaco Luisa Gamba, che si è concluso con un ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione di questo grande obiettivo.
Il Comune di Curno ha poi pubblicato sul proprio canale YouTube la registrazione completa della diretta dell’inaugurazione della nuova biblioteca “Rita Levi Montalcini” e del nuovo auditorium “Fabrizio De André” – Curno (BG).

Tagged in: