L’intervista al candidato sindaco Rossano Vania Pirola (47 anni, impiegato bancario) in campo per le elezioni amministrative 2021 a Bottanuco con la lista civica Comune Aperto


Perché ha scelto di ricandidarsi alla carica di sindaco?

Per proseguire il mio servizio alla comunità di cui faccio parte, dove sono nato, cresciuto e dove ho la mia famiglia.

Un giudizio sull’operato dell’amministrazione negli ultimi cinque anni?
Il quinquennio trascorso, nel quale abbiamo avuto la responsabilità dell’Amministrazione Comunale, è stato certamente intenso e produttivo. Tantissimi obiettivi sono stati realizzati e tanti altri progetti sono stati avviati. Talvolta qualcosa non è stato all’altezza delle aspettative, ma siamo sempre disponibili all’ascolto per migliorare il nostro operato.

Tre doti che ritiene di possedere per amministrare nel modo migliore?
Determinazione – capacità di mediare e risolvere problemi – trasparenza.

Cosa manca al paese che il candidato sindaco Rossano Pirola si impegnerà a concretizzare?
A Bottanuco possiamo contare su tanti servizi e strutture. Occorre a mio avviso valorizzare le aree naturalistiche lungo il fiume Adda, gli impianti per lo sport (all’aperto e al chiuso) e il patrimonio scolastico. Tuttavia, tutto sarebbe inutile se non saremo capaci di offrire sempre nuove occasioni per mantenere vive le relazioni e gli incontri fra le persone.

C’è un ruolo strategico che il paese potrebbe occupare nel contesto della nostra provincia?
Bottanuco è capofila di un progetto sovracomunale per la realizzazione di una importante pista ciclopedonale che nei nostri auspici si vorrebbe collegare alla strada alzaia dell’Adda, un itinerario cicloturistico che collega Milano a Lecco. Con la realizzazione di una nuova passerella ciclopedonale sull’Adda, Bottanuco consentirebbe l’apertura di un importante e interessante corridoio sull’asse est-ovest, fra la sponda milanese e la bergamasca orientale.

Come descriverebbe ad un estraneo il paese per il quale si candida?
Bottanuco è un paese a misura di famiglia, con tanti servizi a disposizione. E’ collegato ai principali centri vicini e dista pochi chilometri dall’autostrada A4. L’abitato residenziale è ben separato dagli insediamenti artigianali-produttivi, sono presenti numerosi parchi pubblici e soprattutto il paese si affaccia sul fiume Adda, con la possibilità di percorrere a piedi o in bicicletta numerosi sentieri e percorsi naturalistici.

Quale è oggi la difficoltà maggiore nell’essere sindaco?
Il servizio del Sindaco è bello ed appagante, tuttavia ci si scontra con una serie crescente di complessità burocratiche e vincoli legislativi che riguardano la possibilità di assumere e di consentire adeguata formazione del personale già in servizio. Negli ultimi anni sono aumentate le opportunità di spesa per investimenti e opere pubbliche, ma riguardo alla spesa corrente per l'”ordinaria amministrazione” la situazione è critica. Infine, la mancanza di Segretari Comunali disponibili non consente di essere sempre efficaci ed efficienti come si vorrebbe.

Come intende affrontare le situazioni di marginalità sociale del suo territorio?
Fortunatamente le situazioni di marginalità sono poco diffuse. Ci impegniamo attraverso i Servizi Sociali e lavoriamo in stretta collaborazione con l’azienda consortile per cercare di supportare il più possibile le persone e le famiglie che si trovano in condizioni di maggiore fragilità.

Il suo politico di riferimento (anche passato) e perché?
Sono tante le figure del passato che reputo interessanti, per il loro coraggio e la loro capacità di innovazione e lungimiranza. Oggi fatico a riconoscermi in figure politiche contemporanee.

A un indeciso in cabina elettorale cosa gli direbbe per farsi votare?
La nostra Lista Civica “Comune Aperto” è l’unica lista a presentarsi per le imminenti elezioni amministrative. Si tratta dunque di scegliere il voto oppure l’astensione; si tratta di scegliere tra la possibilità di proseguire nel buon lavoro sin qui svolto oppure il commissariamento del Comune, che porterebbe conseguenze negative per tutti. Ogni singolo voto è utile, ogni singolo voto è essenziale.

Vedi le altre interviste:
Elezioni 2021 in provincia di Bergamo con 38 Comuni al voto e 79 candidati sindaci

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli