L’intervista al candidato sindaco Simone Bonfadini (36 anni, imprenditore nel settore e-commerce) in campo per le elezioni amministrative 2021 a Urgnano con la lista “Lega – Salvini Premier


Perché ha scelto di ricandidarsi alla carica di sindaco?

Seguo da sempre con passione la politica locale e mi interesso delle problematiche del nostro territorio. Sono convinto che sia necessario un approccio costruttivo e che ognuno di noi debba dare il proprio contributo per migliorare il nostro paese. Per questo mi candido: voglio mettermi a disposizione della nostra comunità.

Tre doti che ritiene di possedere per amministrare nel modo migliore?
Determinazione, mediazione e disponibilità al dialogo con tutti i cittadini. Un buon Sindaco deve essere determinato nell’affrontare i problemi, ma saper anche mediare per trovare le soluzioni più condivise. Apertura al dialogo e disponibilità nei confronti dei cittadini sono infine un aspetto che non può mancare in un buon Sindaco.

Un giudizio sull’operato dell’amministrazione negli ultimi cinque anni?
Le parole che meglio descrivono l’operato degli ultimi dieci anni sono “immobilismo” e “mancanza di coraggio”. È stato fatto troppo poco, soprattutto per le fasce più fragili. Una buona amministrazione deve sapere pianificare con lungimiranza, proporre un’idea di paese e non limitarsi all’ordinaria amministrazione.

Cosa manca al paese che lei si impegnerà a concretizzare?
Manca volontà di cambiamento ed attenzione alle esigenze di tutta la popolazione. Serve cura nella gestione dei “piccoli problemi” fino alle opere pubbliche più importanti. I temi più importanti saranno la lotta al degrado e l’attenzione verso le fasce di popolazione più fragili. Anche la cura del territorio ed il recupero delle nostre tradizioni avranno uno spazio particolare nel nostro programma. Si deve cambiare passo e noi siamo pronti per farlo.

C’è un ruolo strategico che il paese potrebbe occupare nel contesto della nostra provincia?
Urgnano può assumere un ruolo strategico nella nostra provincia a livello culturale se sarà in grado di fare sistema, sfruttando i suoi punti forti. Serve un’amministrazione attenta e aperta al dialogo, che riunisca le migliori energie del paese.

Come descriverebbe ad un estraneo il paese per il quale si candida?
Urgnano è un paese dalle grandi potenzialità. Possiede un invidiabile patrimonio artistico culturale, un tessuto fatto di associazioni ed umanità che in molti ci invidiano. Quello che manca è una scossa, un risveglio, un progetto che sappia sfruttare le potenzialità del nostro paese.

Quale è oggi la difficoltà maggiore nell’essere sindaco?
La maggiore difficoltà nell’essere Sindaco oggi è la grande responsabilità che il primo cittadino porta sulle proprie spalle, come i recenti fatti di cronaca riportano. La cosa più importante è avere a proprio fianco una squadra valida e determinata con cui affrontare e superare le difficoltà di ogni giorno.

Come intende affrontare le situazioni di marginalità sociale del suo territorio?
Stiamo lavorando su diversi progetti con l’obiettivo di aiutare i soggetti più fragili. Infatti i temi sul piatto sono tanti: problemi economici dovuti al covid-19, disoccupazione, esigenze dei soggetti con disabilità, terza età ecc. L’obiettivo è di non lasciare indietro nessuno.

Il suo politico di riferimento (anche passato) e perché?
Molti politici nel passato hanno incarnato la volontà di cambiamento ed uno su tutti mi ha sempre colpito per la sua praticità, naturalezza e determinazione. Questa persona è Ronald Reagan, forse il presidente degli Stati Uniti più amato di sempre. Mi vedo molto in lui: una persona semplice, che non si atteggia mai con superiorità e nel contempo pratica, determinata ed aperta. È esattamente così che ho intenzione di portare avanti il mio mandato.

A un indeciso in cabina elettorale cosa gli direbbe per farsi votare?
Siamo un gruppo di persone che ha a cuore il nostro paese e vogliamo metterci a disposizione della comunità. Il nostro obiettivo è superare gli ultimi dieci anni di amministrazione, convinti che sia giusto voltare pagina. Sarò un Sindaco a tempo pieno, costantemente alla ricerca del confronto. Tutti noi abbiamo un solo obiettivo: essere utili alla nostra comunità e prenderci cura del nostro paese.

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli