Il Festival pianistico internazionale di Brescia e Bergamo compie 59 anni e, grazie anche all’attenuarsi dell’emergenza pandemica, si presenta in tutta la sua compiutezza artistica e programmatica. Un cartellone musicale di grande valore che prenderà il via al teatro Donizetti di Bergamo mercoledì 20 aprile per concludersi il 3 giugno. “Novecento Suite” è il titolo che il direttore artistico Piercarlo Orizio ha scelto quale tema conduttore orientato alla composizione moderna del secolo appena trascorso.

PROGRAMMA IN ABBONAMENTO

Sono 4 le direttrici, per così dire, spettacolari che vengono proposte agli appassionati. La prima e più rilevante (in abbonamento) comprende i 7 concerti che andranno in scena al Teatro Donizetti: il 20 aprile con un evento speciale in ricordo di Agostino Orizio (fondatore del Festival insieme al grande pianista bresciano Arturo Benedettini Michelangeli) nel centenario della nascita, con un recital pianistico di Arcadi Bolodos.

L’apertura ufficiale della manifestazione si terrà la sera successiva, il 21 aprile, con l’orchestra filarmonica del festival diretta da Piercarlo Orizio e la partecipazione dei pianisti Alessandro Taverna e Alexander Romanovsky. Seguirà poi il 5 maggio un’altra star russa della tastiera Grigory Sokolov. Il 18 maggio seguirà il giovane pianista Lucas Debargue mentre il 21 maggio sarà la volta della cinese Yang Li. Il 31 maggio salirà sul palcoscenico una delle pianisti più nobili del panorama concertistico, la francese Helene Grimaud. Il 6 giugno l’orchestra della Toscana diretta ancora da Orizio accompagnerà il giovane talento bresciano Federico Colli mentre l’ultimo recital donizettiano vedrà alla ribalta la giovane promessa bergamasca della tastiera Josef Edoardo Missali.

PROGRAMMA FUORI ABBONAMENTO

Il secondo filone riguarda i concerti fuori abbonamento: sono due. Il primo nell’ex chiesa di S. Agostino (università) l’11 maggio con una vecchia conoscenza festivaliera, il pianista Francois Joel Thiollier. Il secondo il 28 maggio all’auditorium della nuova accademia della guardia di finanza con il consueto duo Piero Rattalino relatore e la moglie Ilia Kim pianista. 

I GIOVANI TALENTI

Terzo filone: concerti con i giovani talenti del conservatorio di Bergamo,  il 4 – 13 – 20 maggio e il 3 giugno presso la sala della musica Tremaglia del teatro Donizetti alle 17,30.

PROGRAMMA IN PROVINCIA DEL FESTIVAL

Si parte a Mozzo il 30 aprile presso l’auditorium Mozzoni col pianista Giuseppe Albanese. Quindi il 2 maggio a Nembro  presso l’auditorium modernissimo col pianista Alexander GDjiev. Poi il 22 maggio a Vertova nella sala gestori colla pianista Gloria Campaner. Il 26 maggio a Gorle nel cineteatro Sorriso col pianista Andrea Bacchetti e infine il 27 maggio a S.Pellegrino Terme nel teatro del Casino col pianista Roberto Cominati.

INFORMAZIONI UTILI

Tutti i concerti al teatro Donizetti e in provincia inizieranno alle 21. Per info e abbonamenti rivolgersi alla biglietteria del teatro Donizetti. Si tratta di un’edizione, per certi versi in tono minore in vista evidentemente del botto del 2023 quando le nostre due città saranno capitali italiane della cultura.
Quasi tutto pianoforte, ed è positivo trattandosi di un festival dedicato al principe degli strumenti. Poche orchestre e non di livello internazionale.

Il link ufficiale del Festival

Print Friendly, PDF & Email