Giuseppe Baggi, storico militante della Lega Nord di Sorisole e con un passato da assessore, ha annunciato con una lettera “le sue irrevovabili dimissioni da consigliere comunale” comunicando di devolvere i gettoni di presenza accumulati alla parrocchia di Sorisole”.

giuseppe baggi

Un avvicendamento generazionale?

Non ho rancori con nessuno – precisa al cancello della sua abitazione alla Madonna dei Campi – e nessuno mi ha buttato fuori. Non posso dire niente di più tranne il fatto che ci tengo al mio paese prima ancora che alla Lega”. Una frase sibillina che lascia aperte, ai maliziosi della politica, diverse interpretazioni. Giovedì in consiglio comunale (Baggi era assente) si è votato all’unanimità la surroga. Il sindaco Stefano Vivi nega qualsiasi instabilità politica. “E’ un avvicendamento generazionale. A Baggi siamo tutti riconoscenti per il know-how amministrativo che ci ha trasmesso all’inizio del nostro mandato. Ricordo che non voleva neppure presentarsi in campagna elettorale e che abbiamo dovuto insistere un bel po’ per convincerlo. Lascia il posto all’assessore Valentina Busi (Servizi sociali e comunicazione), anche lei della Lega Nord”.

Sul caso del sindaco Mastrobuono

Una punta di polemica, invece, arriva da Franco Cometti (Sorridi Sorisole): “Con Baggi abbiamo avuto molte divergenze. Ricordiamo che qualche punzecchiatura l’ha data per far cadere l’allora sindaco Eros Mastrobuono spianando la strada al centrosinistra. Sulle sue dimissioni, dopo un anno dall’elezione, la serietà politica ci impone di tenere fede al mandato che i cittadini ci hanno affidato. Forse a Baggi manca la possibilità e la forza di fare quello a cui è stato chiamato, cioè governare”. In disaccordo con Cometti è Fabrizio Crotti (capogruppo di maggioranza Lega Nord e Forza Italia). “Cometti si assumerà la responsabilità delle sue dichiarazioni sul caso Mastrobuono”. Definisce, poi, “un onore avere avuto in Consiglio uno dei fondatori della Lega Nord provinciale e che certamente continuerà ad essere parte integrante del nostro gruppo”.

Rispetto per la decisione

Stefano Gamba (Progetto Comune) augura a Baggi una vita tranquilla da pensionato. “Mi auguro – aggiunge – che Busi metta il suo impegno al massimo visto il doppio ruolo che assume”. “Dopo tanti anni di Lega le condizioni fisiche del nostro Baggi – ha spiegato il consigliere Fabio Cornolti –  non permettono più ulteriori stress. Rispettiamo la sua decisione con un grande plauso. Lascia il posto ad una ragazza giovane e colta”. (Bruno Silini)

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli