Ha la forma di un tulipano il bicchiere che più si presta a gustare il Moscato di Scanzo, l’unica DOCG (denominazione di origine controllata e garantita) bergamasca. E’ stato presentato giovedì sera nella sala Galizzi dell’oratorio della borgata di Rosciate, nel cuore delle dolci balze collinari di Scanzorosciate dove si coltivano i vitigni che danno vita a questo straordinario prodotto. Erano presenti alla serata Paolo Russo e Manuele Biava (presidente e vice del Consorzio del Moscato di Scanzo), il sindaco Davide Casati, il consigliere regionale Dario Violi e l’europarlamentare Marco Zanni. Con loro Sergio Pezzotta e e Antonella Giupponi, fondatori della Ro.S srl produttrice dei 1800 bicchieri a forma di tulipano, in vetro sonoro superiore, ideali per centellinare il Moscato di Scanzo. Un bicchiere che esalta le caratteristiche organolettiche del passito DOCG: sapore dolce, gradevole, armonico, con leggero retrogusto di mandorla e un odore delicato, intenso, persistente, caratteristico.


Il nuovo bicchiere consente, grazie alla sua cristallina trasparenza, di “assaporare” anche con gli occhi il cromatismo lucente di questo prodotto nostrano che il mondo ci invidia. “Anni fa abbiamo presentato la bottiglia. Oggi presentiamo questo bicchiere – ha esordito Russo – che rappresenta il coronamento di una sfida cominciata due anni fa insieme con gli associati del Consorzio e con l’aiuto degli esperti di settore. E’ il giusto mix tra estetica e funzionalità“. Annunciata dal sindaco Casati anche la prossima Festa del Moscato di Scanzo (edizione numero 14) che si terrà dal 5 all’8 settembre prossimo. “Il nuovo bicchiere –ha aggiunto  Casati –  evidenzia come il Consorzio produca valore attorno ad un prodotto di qualità. Dietro c’è un lavoro di squadra, elemento oggi indispensabile per esaltare le eccellenze di un territorio. Se l’anno scorso la Festa del Moscato di Scanzo è stata un record di presenze ci auguriamo, con il nuovo bicchiere, di bissare l’esperienza positiva del 2018“. Non resta che alzare i calici e brindare. Libiam…


Foto di Manuele Biava

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli