Quello che è accaduto sulla votazione del Green Pass da parte di molti deputati della Lega è a dir poco imbarazzante. Da tempo assistiamo a questi cambi di direzione in base al barometro elettorale, che di questi tempi si sa, è volatile più che mai. Ma ci sono temi su quali non si può tenere sempre il piede in due scarpe per ragioni di pura convenienza politica, e fra questi si presume che il Covid19 lo sia. E invece niente. Davanti ad un pugno di consensi che sono ormai una tenue minoranza di irriducibili del “no a tutto perché il virus/vaccino è la massoneria che ci controlla etc” una forza politica che ha rasentato il 20% alle ultime politiche non è capace di tenere la barra dritta come i veri comandanti di vascello sanno fare, ma anzi corre dietro ad ogni singolo mal di pancia di quartiere.

Così facendo si tradisce il mandato per il quale si è chiamati a rappresentare dentro una forza di governo. È come se in nome della libertà individuale un uomo o una donna in regime di matrimonio si alzino una mattina e decidano di cambiare letto in nome della libertà e dei diritti personali senza nessuna conseguenza per l’unione familiare. Ma gli accordi e i contratti sono carta straccia? Se l’esempio che danno certe forze politiche è questo mi chiedo cosa stiamo insegnando ai nostri figli. A ribaltare regole, pareri e contratti da un giorno all’altro in nome della libertà personale?

Ma perché stupirsi, viviamo in un’epoca politica dove le proposte sul tavolo sono reddito di cittadinanza e quota 100. Ovvero consumare senza produrre. La cosiddetta società signorile di massa del professor Ricolfi. Ci fossero Margaret Thatcher o Helmut Kohl (uomini di destra fra l’altro) direbbero che abbiamo messo le premesse per la bancarotta di stato.

Leggi anche: Elezioni 2021 in provincia di Bergamo con 38 Comuni al voto e 79 candidati sindaci

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Davide Bettinelli

Nato a Trescore nel 1982. Diplomato alla "Pesenti". Occupazione operaio metalmeccanico. Membro del consiglio di fabbrica per la CISL dal 2006 al 2014. Calcio CSI dal 2003 al 2009. 1° posto Endenna gruppo di campionato 2007-2008 Arbitro CSI dal 2009 al 2011. Presidente calcio a 5 CSI dal 2010 al 2013 della Mirafiori. 1° posto gruppo E nella stagione 2011-2012. 1° posto torneo Epifania a Berbenno nel 2011. Tennis a livello amatoriale dal 2013 al 2017. Miglior risultato quarti di finale torneo Quarenga 2016. Iscritto al PD dal 2010

Vedi tutti gli articoli