A sorpresa il premier Mario Draghi arriva a Bergamo e prende un cappuccino di soia al Balzer. Il premier (con lui la moglie Maria Serenella Capello) è stato avvistato sabato mattina a un tavolino del Balzer in compagnia dello scienziato Giuseppe Remuzzi e della moglie Nadia Ghisalberti, assessore alla cultura del Comune di Bergamo.

Nessuna indiscrezione è trapelata sull’argomento della conversazione con il direttore dell’Istituto Mario Negri e docente di Nefrologia alla Statale di Milano. Fatto sta che Remuzzi ha regalato al Presidente del Consiglio Draghi una copia del suo ultimo libro “Quando i medici sbagliano. Un libro interessante (si parla anche di Covid, naturalmente) dove si evidenzia come anche i medici sbagliano, come tutti gli altri. “Proprio come gli avvocati, – scrive Remuzzi nell’introduzone- i giudici, i giornalisti, i maestri di scuola (ricordo: un segno con la matita rossa su un tema delle elementari di una mia sorella era per un “qua” senza accento). Gli errori degli insegnanti passano inosservati. Gli sbagli dei medici si vedono, eccome, e certe volte si muore (30.000 morti ogni anno in Italia, 90.000 negli Stati Uniti)“.

Dopo il cappuccino di soia, il premier ha passeggiato verso piazza Dante e in Piazza Vittorio Veneto è salito in auto dirigendosi verso l’aeroporto per tornare a Roma, seguito da una macchina della scorta. Il Corriere ha chiesto a Remuzzi del loro incontro. “Ci conosciamo da tanto tempo, ma non posso dare dettagli — ha detto Remuzzi —. Volevamo bere un caffè e fare quattro chiacchiere approfittando della bella giornata, e abbiamo scelto uno dei migliori locali di Bergamo. Ma non capisco perché tanti si sono sorpresi“.

Print Friendly, PDF & Email