I Finanzieri della Compagnia della Guardia di Finanza di Orio al Serio e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli hanno arrestato nella giornata di giovedì 21 gennaio, un passeggero in transito dall’aeroporto di Orio. L’accusa è quella di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

L’uomo, un 36enne di origine dominicana proveniva da Barcellona. Era atterrato con un volo alle 8 del mattino, ed è stato sottoposto a un controllo da parte dei militari. A causa delle risposte poco convincenti e evasive fornite dall’uomo riguardo le ragioni del suo viaggio in Italia i finanzieri hanno proceduto con una perquisizione. All’interno della valigia nulla di irregolare; nascosto dietro la schiena, di quello che si è poi rivelato un corriere della droga, ben nascosto sotto ai vestiti, i finanzieri hanno invece rinvenuto un involucro con 34 ovuli di cocaina.

La sostanza stupefacente in totale era di circa mezzo chilo. Dato il suo elevato grado di purezza, avrebbe consentito, una volta tagliata, alla preparazione di un elevato numero di dosi destinate allo spaccio.

L’uomo, senza precedenti, è stato immediatamente arrestato per traffico internazionale di sostanze stupefacenti e portato in carcere a Bergamo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Leggi anche: Aeroporto di Orio: in viaggio, con un lingotto d’oro da un chilo

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,