La variante inglese del Covid-19 è arrivata anche a Bergamo. Identificata da un tampone effettuato all’Ospedale di Treviglio su una persona rientrata in Italia dalla Gran Bretagna. A confermarlo la direzione dell’Asst Bergamo Ovest, che ha già informato l’Ats di Bergamo.

Come stabilito dal Dpcm di dicembre, la persona rientrata dal Regno Unito, aveva subito prenotato ed effettuato il test obbligatorio. Il risultato del tampone rientrava nei parametri indicati dal Ministero della Salute e per questo è stato inviato al Policlinico San Matteo di Pavia per approfondimenti. Il risultato, arrivato giovedì, ha confermato che si trattava della variante scoperta a settembre.

Per ovvie ragioni di privacy dall’Ospedale di Treviglio non sono state date alcune notizie sui dati anagrafici della persona positiva alla variante inglese.