E sono 22 per Rafa Nadal. Si avete letto bene: 22 slam. Di cui 14 titoli di Roland-Garros. Forse il torneo più duro per clima e tipologia di gioco. Il 36enne originario di Maiorca sta riscrivendo la storia di questo sport (insieme a Novak Djokovic e Roger Federer sia chiaro).

Ma quello che ha fatto Rafa Nadal va al là del solo talento. Qua siamo si fronte ad un Buddha del tennis (l’equivalente di Cristiano Ronaldo nel calcio). La capacità della tenuta mentale di Rafa è superiore a tutti, anche a Roger Federer e Novak Djokovic. La difesa disperata di ogni punto giocato a cavallo delle tribune o dei giudici di linea ha fatto scuola. Anzi, si può dire che ha cambiato il tennis moderno. Prima dell’era Nadal sul veloce si giocava spesso “servizio e volée”. Adesso invece la qualità dei passanti difensivi è talmente migliorata che lo stesso Federer ha dichiarato che anche a Wimbledon non si può proporre quel tipo di gioco basato esclusivamente su tecnica e servizio.

Nadal ha inventato un qualcosa che prima di lui non esisteva. Ossia il passaggio da una fase di estrema difesa ad una di attacco nel giro di un paio di colpi. Certo se ascoltate gli esteti del tennis rimasti agli anni 80, quelli del rovescio a una mano, vi diranno che Nadal ha snaturato questo sport portandolo a un livello di sforzo fisico troppo esasperato rispetto alla tecnica. Ma in questa analisi vi è una grossa falla ovvero trascura la forza di volontà da cui nasce questo tipo di gioco.

Per riuscire a stare al passo coi grandi servitori con tanto di centimetri e piastrelle come servizio, il mancino di Maiorca ha dimostrato che con costanza, allenamento e una forma fisica perfetta si può battere chiunque e raggiungere livelli impensabili. È un esempio di forza mentale che servirebbe a molti soprattutto per chi invece preferisce lamentarsi e usufruire senza soluzione di continuità al reddito di cittadinanza.

Print Friendly, PDF & Email

Autore

Davide Bettinelli

Nato a Trescore nel 1982. Diplomato alla "Pesenti". Occupazione operaio metalmeccanico. Membro del consiglio di fabbrica per la CISL dal 2006 al 2014. Calcio CSI dal 2003 al 2009. 1° posto Endenna gruppo di campionato 2007-2008 Arbitro CSI dal 2009 al 2011. Presidente calcio a 5 CSI dal 2010 al 2013 della Mirafiori. 1° posto gruppo E nella stagione 2011-2012. 1° posto torneo Epifania a Berbenno nel 2011. Tennis a livello amatoriale dal 2013 al 2017. Miglior risultato quarti di finale torneo Quarenga 2016. Iscritto al PD dal 2010

Vedi tutti gli articoli