Home VITA BERGAMASCA HINTERLAND Chiude il Bar Capolinea 65 alla Ramera

Chiude il Bar Capolinea 65 alla Ramera

4135
CONDIVIDI
Bar Capolinea 65
Matteo Riceputi al bancone del bar




Sabato sarà l’ultima occasione per gustarsi un boccale di Paulaner bionda importata direttamente da Monaco di Baviera e passarsi il braccio sulle labbra pulendosi dalla sua schiuma densa e profumata. Il Bar Capolinea 65 alla Ramera di Ponteranica (secondo i mappali catastali siamo sul territorio di Bergamo) chiude l’attività. Questa volta non è colpa della famigerata crisi, ma di un mancato rinnovo del contratto d’affitto. Così Matteo Riceputi, 39 anni di Ponteranica, è costretto a stoppare un’attività che negli anni gli ha regalato tante soddisfazioni. Il Capolinea 65 è un bar storico di quelli che hanno cullato intere generazioni di giovani e meno giovani. Ci andavano i nonni e adesso ci vanno i nipoti sempre con la stessa voglia di trascorrere qualche istante spensierato annaffiato da buona birra da intenditori. Non disdegnano di avvicinarsi neanche le famiglie: mamma e papà impegnati in una “media” e i figli piccoli Coca-cola o Calippo. Esiste dagli anni 50 il Bar Caolinea 65, lì a lato del trafficato provinciale all’incrocio con via Fustina e la Strada al Mulino, porta d’accesso alle ciclabili del Parco dei Colli di Bergamo.

Era famoso per le angurie fresche che placavano la sete estiva degli anni del boom economico. Una tradizione scemata all’incirca dieci anni fa quando i supermercati, aperti anche di domenica, nel reparto frutta, all’anguria intera, accompagnavano comode fette incellofanate monouso. Ma la débâcle del cocomero non smorzato l’appeal del Bar Capolinea 65, tappa fissa degli easyrider bergamaschi e no. A volte erano uno spettacolo urbano vedere le loro chopper inclinate a bordo strada con il manubrio adornato da frange di pelle.  “Dopo un trascorso da dipendente dove ho appreso l’arte del mestiere – racconta Riceputi – sono diventato gestore nel 2007. Ma sabato chiudo. Sono dispiaciuto, cercherò di reinventarmi altrove“. Non si sa bene cosa ne sarà di quella struttura. Voci parlano di abbatterla per poi ricostruirla. Ma il destino del Bar Capolinea 65 resta ancora nebuloso. Resta il dispiacere dei tanti clienti affezionati che trovavano in Matteo Riceputi simpatia e professionalità.




CONDIVIDI