Durante un servizio di controllo del territorio, una pattuglia della Polizia Locale di Romano di Lombardia ha identificato e denunciato quattro stranieri irregolari. I quattro, oltre a essere senza autocertificazione, avevano creato un assembramento presso la stazione ferroviaria.

La denuncia è scattata nella serata di ieri, lunedì 18 gennaio 2020. Una volta raggiunta la stazione di Romano di Lombardia gli agenti hanno proceduto con l’identificazione delle persone presenti. Il Dpcm in vigore e la zona rossa consentono infatti lo spostamento dalla propria abitazione solo per validi motivi, da dimostrare. I controlli degli agenti hanno coinvolto sia coloro che erano in attesa sulle banchine dei binari che le persone che si trovavano sul piazzale fuori dalla stazione.

Proprio nel  piazzale esterno la Polizia Locale ha individuato quattro persone che stavano tranquillamente chiacchierando, molto vicini tra loro e senza indossare la mascherina. I soggetti, di nazionalità marocchina, erano sprovvisti di autocertificazione che giustificasse la loro presenza presso la stazione.

Da ulteriori controlli è emerso che a carico di due di loro pende un decreto di espulsione. Ad emetterlo il Tribunale di Brescia per reati di rapina e falso. Gli altri due sono invece risultati irregolari sul territorio nazionale.

Gli agenti hanno emesso una denuncia per tutti e quattro per violazione della normativa dell’immigrazione e del Dpcm di sicurezza sanitaria.

Per tutti è scattato il procedimento per l’espulsione.

Print Friendly, PDF & Email