“I cittadini pagano le tasse ed è giusto che pretendano strade dignitose per arrivare a casa”. Ha giustificato così il sindaco di Sorisole Stefano Vivi la variazione di bilancio discussa nell’ultimo Consiglio comunale che mette in campo 175.000 euro per una seconda tranche di asfaltature destinate a rimettere a nuovo le strade del paese, soprattutto quelle minori, dimenticate in questi anni. Un’azione da circa 12.000 metri quadrati di asfalto che tocca le vie Regazzoni, Piazzalunga, Castello, IV Novembre, degli Assonica e il tratto centrale di via Martiri della Libertà. La novità, attesa, sta anche nel rifacimento dello strato d’asfalto del parcheggio del cimitero di Sorisole che versa in condizioni piuttosto disagevoli. “Le strade – ha ribadito Vivi – sono al centro dell’attenzione dell’Amministrazione fin dal suo insediamento in Comune. Dopo un accurato sopralluogo dello stato di salute del reticolo delle nostre strade interne due anni fa abbiamo realizzato sei chilometri di asfaltature, a cominciare dalle strade periferiche. Poi, l’agenda degli asfalti ha interessato via Sant’Anna e la via Zambelli, tra Petosino e Azzonica, dove si è preso la palla al balzo per rimuovere i manufatti in cemento sulla linea di mezzeria della carreggiata collocando un semaforo che scatta al superamento del limite di velocità all’altezza di via Lepanto”. Dopo la seconda tranche di asfalti che si concretizzerà nei prossimi mesi ne è prevista una terza da 128.000 euro per chiudere il cerchio delle vie da sistemare.Le strade asfaltate – ha precisato Vivi – sono un segno eloquente dello stato di salute civica di un paese”. In Consiglio il sindaco Vivi ha annunciato che presto si occuperà di aumentare la dotazione di parcheggi in via Monte Grappa, via Botta Alta e via Premerlino. “Ho ricevuto – ha concluso Vivi – diverse segnalazioni in tal senso. Credo che sia arrivato il momento di intervenire”. Sempre in tema di asfaltature sarà discusso nel primo Consiglio comunale utile l’ordine del giorno presentato dalla minoranza di “Sorride Sorisole” in merito all’usura dell’asfalto di via Cattaneo dopo i lavori che hanno interessato la recente apertura del supermercato Iperal. In discussione anche la mancanza di parcheggi riservati ai dipendenti che in tal modo occupano i posti pubblici. 


Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli