E’ in fase di completamento il marciapiede in via Don Enrico Mangili (zona mercato) a Petosino. 75 metri che danno un nuovo assetto viabilistico al centro della frazione di Sorisole chiudendo il cerchio ad una sequela di opere sulle strade interne con lo scopo di una maggiore sicurezza pedonale. “Le proprietà – precisano il sindaco Stefano Vivi e il vice Eugenio Zambelli – hanno avuto un ruolo centrale per consentire la realizzazione del tratto dedicato ai pedoni. Tramite la stesura di quattro accordi bonari hanno accettato, dietro un compenso di 50 euro al metro quadrato (stabilito dall’Agenzia del Demanio), di arretrare parte della loro proprietà per far posto al marciapiede. A loro va il nostro ringraziamento poiché si sono dimostrati sensibili ad accogliere un’esigenza pubblica”. Il marciapiede, largo 1.20 metri, è posto sul lato sud di via Mangili. Parte dall’incrocio con via Poldo Gasparotto per arrivare al piazzale del mercato. I lavori, partiti a luglio, si concluderanno entro il 9 settembre. “Complessivamente – aggiunge Zambelli – abbiamo speso 90.000 euro garantendo ai bambini un percorso sicuro per arrivare a scuola. Se consideriamo che il primo tratto di via Mangili era sprovvista di percorsi pedonali, l’opera garantisce un presidio di sicurezza non indifferente. Anche sul lato nord di via Mangili realizzeremo, in prossimità dello stop, un passaggio rialzato per rendere più sicuro l’attraversamento zebrato per raggiungere il marciapiede a sud”. Il marciapiede è strettamente correlato alla rimodulazione viabilistica  della frazione in particolare per quanto riguarda via Poldo Gasparotto. Con una spesa di 310.000 euro è stata realizzata una rotatoria rialzata all’intersezione con via Mangili, che consente un approccio decisamente più dolce alla precedente svolta secca a 90 gradi. Anche l’ultimo tratto di via Poldo Gasparotto è stato trasformato in un parcheggio con una quarantina di posti auto che vengono utili il venerdì, giorno di mercato. “Abbiamo creato – concludono Vivi e Zambelli – una sorta di anello in modo tale che chi parcheggia può ritornare comodamente su via Poldo Gasparotto. L’accesso con via Martiri della Libertà è interdetto alle auto da un pilomat che consente l’accesso a poche persone che hanno l’autorimessa nei pressi”.


Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli