Treviglio e Albino: due biblioteche che fronteggiano le severe disposizione anti covid attrezzandosi con la tecnologia, e in particolare agganciandosi al circuito digitale dell’app Mycadrega. Nasce con lo scopo di aiutare gli studenti a trovare un posto dove poter studiare e sentirsi a proprio agio e allo stesso tempo vuole aiutare le biblioteche ad organizzarsi secondo le direttive ministeriali imposte per l’emergenza Coronavirus.

In pratica registrandosi all’app, se si è iscritti in una delle tre biblioteche, si potrà prenotare il proprio posto in una delle sale, consultare libri e studiare indisturbati. . “Torniamo a vivere anche la Biblioteca e le sue sale studio in sicurezzaha detto l’assessore alla Cultura, Beppe PezzoniLa prenotazione degli spazi sarà obbligatoria e verificheremo sperimentalmente durante le prime settimane di applicazione se e quali cambiamenti apportare”.

Si è pensato di aprire questa opportunità a tutto il Sistema serianoaggiunge la collega di Albino Patrizia Azzola -, questo perché soprattutto le piccole biblioteche non è certo che riapriranno a breve le loro sale studio. L’applicazione permette di prenotare il posto, entro le 18 del giorno precedente, evitando di arrivare in biblioteca e dover tornare a casa, ma anche di contingentare le entrate e tracciare le presenze secondo quanto previsto dalle nuove norme“.

A Treviglio ci sono 60 posti a disposizione, mentre ad Albino 40.

Print Friendly, PDF & Email

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli