Press ESC to close

Bruno Silini

L’Auser Insieme di Ponteranica compie 20 anni. E’ stata costituita l’8 maggio 1998. La festa è il 6 ottobre alle 20.45 (ingresso libero) all’auditorium comunale di via Valbona per assistere allo spettacolo  “Affacciati alla finestra amore mio” a cura della compagnia Erbamil.  Si tratta di una performance comica basata sui testi delle canzoni: alcune cantate, altre recitate, altre trasformate in gioco insieme al pubblico. Un modo divertente per festeggiare due decenni di impegno, di solidarietà e di volontariato.Guidati dalla passione dei 4 presidenti che si sono avvicendati in questi anni, e grazie a ben 65 soci volontari, – precisa l’attuale presidente Claudia Perniceni – abbiamo potuto organizzare, finanziare e realizzare progetti per la ragguardevole somma di 250.000 Euro. Risorse ricavate dalla gestione del bar attivo fino al 2012  e poi attingendo ai fondi raccolti con il 5 x 1000. A ciò si aggiunge la convenzione stipulata con l’attuale Amministrazione comunale (3.000 Euro)“. Tutto ciò permette di offrire, da quindici anni, una settimana di vacanza al mare ai ragazzi con disabilità, di tenere aperta la sede per l’intrattenimento ludico per gli anziani (martedì pomeriggio) e ragazzi con disabilità (mercoledì pomeriggio). In aggiunta l’Auser Insieme di Ponteranica gestisce i servizi “Filo d’argento” 800 995988 e “TAM” 035  571996, i telefoni amici dedicati alle richieste di aiuto e di ascolto dal territorio. Coordina anche il gruppo di cammino del giovedì (dalle 14.30 alle 17). Un’azione importante per il territorio e la comunità civile del paese. Un gruppo che sostanzia l’alto grado di associazionismo che contraddistingue Ponteranica. All’Auser Insieme va attribuito il contributo per realizzare il parco giochi in Via 8 Marzo grazie al progetto “Tutti per uno, uno per tutti”.


La cartolina d’invito in distribuzione in questi giorni spiega nel dettaglio il bilancio di interventi operati nel corso dei vent’anni. Un impegno declinato con tenacia, spirito di servizio e di fratellanza. Non sono mancati i momenti difficili. “Come quando – precisano dall’Auser Insieme – nel 2012, con lo sfratto dalla nostra sede storica localizzata nel centro sportivo di Via 8 Marzo. Si trattava di un importante centro di socialità e inclusione che garantiva prezzi al pubblico  inferiori del 30-60% rispetto a quelli di mercato. Dopo lo sfratto le nostre possibilità economiche sono precipitate. Nonostante non ci fosse stata offerta nessuna sede sostitutiva abbiamo continuato tenacemente le attività con la passione di sempre, prima temporaneamente presso la sede di Ponteranica Associazioni e poi dal 2014 nella ex stazione ferroviaria di Via Valbona“. La festa di sabato continuerà poi domenica 14 ottobre al Centro Vivace (a partire dalle 14.30) con una domenica all’insegna del ballo liscio. Intanto ci si prepara allo spettacolo del 6 ottobre: “Il tema conduttore – spiegano dall’Erbamil – sarò una serenata. Gli spettatori si divertiranno a riconoscere le canzoni recitate e trasformate in dialoghi. A partire dalla tipica situazione della serenata sotto la finestra, una serie di situazioni esilaranti racconteranno delle passioni, dei sogni, degli sforzi  e delle delusioni che gli innamorati da sempre provano durante il corteggiamento, per ottenere l’attenzione dell’innamorata. In particolare, si segue la vicenda di Nino, giovane di belle speranze perdutamente innamorato e dei suoi due migliori amici, Teo (il poeta) e Rudy (il duro) che cercheranno con i loro consigli “da bar” di aiutarlo a conquistare la sua amata. La vicenda si sviluppa alternando chiacchere al bar e serenate sotto la finestra, fra divertentissimi siparietti musicali dal vivo o in playback“.


Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli

Preferenze dei cookie