Si mette mano alle strade di Almé con un cronoprogramma di lavori da quasi 300.000 euro che interesserà le maggiori vie del paese. Con i lavori si parte il 2 maggio (salvo condizioni meteo sfavorevoli) in via Roma. Oltre alle asfaltature sarà realizzato un grande dosso in asfalto per mettere in sicurezza l’attraversamento dei pedoni che vogliono raggiungere il cimitero. Per realizzare l’opera sarà necessario porre delle limitazioni al transito della strada al massimo fino all’11 maggio. In questo lasso di tempo è interdetto l’accesso a via Roma (escluso i residenti) dalla rotonda dei Carabinieri, mentre dal lato opposto (da via Torre d’Oro) l’accesso è consentito pur praticando una deviazione nella zona del cimitero predisposta utilizzando l’ampio parcheggio a metà della via. Inoltre Atb informa che la fermata del bus in via Roma verrà sospesa fino al termine dei lavori. Pertanto si invitano gli utenti a utilizzare la fermata provvisoria di via Italia all’altezza della rotonda con via Roma e via Milesi (in corrispondenza della fermata della Sab Autoservizi) e la fermata di fronte al teatro Serassi per la corsa diretta ad Almenno San Salvatore delle 14.11 nel servizio dal lunedì al venerdì e delle 13.54 nel servizio del sabato. Fino all’11 maggio saranno interessate dalla posa di nuovi strati di asfalto (la ditta incaricata è la Bettinelli di Val Brembilla) anche via Cà del Fabbro, tratti di via Campofiori e via Volta.


Durante la settimana che va dal 14 al 18 maggio i lavori si concentreranno (anche qui con limitazioni al traffico) su via Torre d’Oro. Anche qui è previsto un dosso di attraversamento pedonale in prossimità delle attività commerciali della zona. “Si tratta di presidi di sicurezza necessari precisa il sindaco Massimo Banderaper permettere ai pedoni di transitare in piena tranquillità. Via Roma e via Torre d’Oro si configurano come rettilinei che invogliano, nonostante le limitazioni di velocità, ad accelerare. I dossi rappresentano un modo per disincentivare comportamenti improbi al volante”. Ancora dossi, questa volta da sostituire, anche via Papa Giovanni XXIII dal 21 maggio all’1 giugno. Qui le quattro cunette di porfido (realizzate quasi vent’anni fa e piene di rattoppi) saranno sostituite con altrettante ma di asfalto colorato. Poi, per tutto giugno, i lavori si concentreranno su via Olimpia e via Monte Bianco. Anche qui asfaltature (decisamente necessarie) e la predisposizione di una tratto di pista ciclabile (all’incirca 500 metri) che collega via Locatelli con l’accesso al Parco dei Colli in via Olimpia (con un dosso per l’attraversamento) utilizzando il parcheggio della Vetraria Brembana e i marciapiedi opportunamente sistemati anche con l’arretramento di alcuni pali dell’illuminazione pubblica. “Dopo questo primo step di lavori da 160.000 euro – conclude Bandera – da fine giugno partiremo con il secondo lotto da 130.000 euro che oltre valle asfaltature (via Toscanini, via Ponte Regina, ecc.) prevederà la sistemazione delle barriere architettoniche di via Raffaello Sanzio da tempo richieste dagli abitanti del quartiere”.


Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli