4.200 miliardi di dollari. Davvero un bel gruzzolo. Corrisponde alla somma della ricchezza dei primi 400 Paperoni del mondo.  Classifica stilata ogni anno da . Rispetto al 2014 il podio è sempre lo stesso: primo Bill Gates (fondatore di Microsoft) con 84,6 miliardi di dollari; secondo Amanciao Ortega (patron di Zara)  con 70,6 miliardi; terzo Warren Buffette (investitore)  con 67,4 miliardi; quarto Carlos Slim (magnate delle tlc) con 65,2 miliardi; quinti i fratelli Koch (petrolieri) con 50,2 miliardi ciascuno.

Si ravvisda un certo immobilismo nelle primissime posizioni anche se qualche segnale di cambiamento sta avanzando. Infatti il numero uno di Facebook, Mark Zuckerberg, dal nono posto attuale (2,5 miliardi di dollari) ha buone possibilità di avanzare avendo superato i compari di Google Larry Page e Sergey Brin. Un’ascesa irresistibile, a cui per ora resiste Jeff Bezos di Amazon. Che però deve guardarsi le spalle da un altro temibile avversario, il ‘guru’ di Alibaba Jack Ma, che dopo lo sbarco a Wall Street del suo gruppo di e-commerce ha portato le sue fortune a 34,9 miliardi di dollari, in ventesima posizione.

Il primo italiano (numero 32)  è Leonardo Del Vecchio (Luxottica ) con 23,7 miliardi di dollari. Seguono Giovanni Ferrero (36esimo) con 21,3 miliardi. Altri nomi illutri di casa nostra sono Ernesto Bertarelli e Stefano Pessina di Walgreens, a. Poi Gianluigi Aponte di Msc e, al 153/posto, Giorgio Armani con 8,8 miliardi di dollari. Silvio Berlusoconi è in 165esima posizione con 8,3 miliardi di dollari, a pari merito con Paolo Rocca di Techint. New entry nella top 400 di Miuccia Prada con 4,2 miliardi di dollari alla posizione numero 389.

La classifica ufficiale dei 400 paperoni

Print Friendly, PDF & Email

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli