Caissa Italia Pentole Agnelli cala il tris. Le formidabili ragazze della formazione a forte connotazione bergamasca hanno dominato per il terzo anno di fila il campionato italiano  a squadre  femminile  di scacchi, giunto alla dodicesima edizione e ospitato al Forum di Bressanone (Bolzano) dal 28 aprile al 1° maggio. Come già nel 2018, la formazione  campione ha vinto tutti gli incontri, sette su sette, ottenendo 27 punti individuali sui 28 a disposizione (!), a cominciare da quello del primo turno con le rivali più pericolose della Mimosa Dragonfly Top Milano, guidate dalla 27enne Jovana Rapport, numero due serba, e dalla numero tre azzurra Elena Sedina, infine seconde. Gli incontri vedevano opposte a ogni turno quattro giocatrici di ciascuna  formazione; la somma dei risultati individuali determinava il punteggio della sfida.

Caissa Italia Pentole Agnelli poteva contare su sei campionesse di rango, che si sono avvicen- date nel corso  dei sette turni: la numero uno greca e numero 38 al mondo Stavroula Tsola- kidou, insieme alle numero uno, due, quattro, otto e nove della graduatoria italiana: la bergamasca Marina Brunello, Olga Zimina, Tea Gueci, Mariagrazia De Rosa e Alessia Santeramo. Di particolare rilievo la prova della capitana della squadra, Marina Brunello,  che ha coronato  una stagione agonistica 2018-2019  da dieci e lode: medaglia d’oro individuale con l’Italia alle Olimpiadi degli scacchi 2018 (Batumi, Georgia), Campionessa italiana femminile 2018, qualificazione per la Coppa del mondo 2020 ottenuta agli Europei femminili di Skopje (aprile  2019, insieme  alla compagna  di squadra  Stavroula). Ora la bergamasca, numero 71 della graduatoria mondiale e già insignita dell’onorificenza di Alfiere  della Repubblica nel 2011, ha aggiunto un nuovo alloro al suo ricchissimo palmarès: terzo scudetto di fila insieme a Caissa Italia Pentole Agnelli, con un risultato che le ha permesso di ottenere il titolo di Maestro Internazionale “assoluto”, che si aggiunge  a quello di grande maestro femminile di cui è già in possesso, terza italiana di sempre a riuscire nell’impresa.



In gara a Bressanone c’era  anche una formazione tutta bergamasca, l’Excelsior Sorint.lab, che lo scorso marzo aveva vinto il titolo regionale  a squadre. Le excelsiorine (Maria Andolfatto, Silvia e Sara Guerini, Isabella Gennaro ed Elisa Cassi) sono rimaste in corsa per il podio fino al penultimo turno, quando hanno dovuto cedere il passo, dopo un’aspra battaglia, alle più quotate Ninfe delle Dolomiti, padrone di casa e infine terze. L’Excelsior Sorint.lab si è quindi classificata quarta, come nel 2018, superando fra le altre Ostia Scacchi, che aveva le soffiato il bronzo in extremis proprio lo scorso anno, e le Südtiroler Mädels (Ragazze dell’Alto Adige).

Il prossimo appuntamento per le ragazze di Caissa Italia Pentole Agnelli sarà a Budva, in Montenegro, dal 9 al 17 novembre, dove proveranno a centrare l’obiettivo di salire sul podio della Coppa Europa per club, la Champions femminile degli scacchi.

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli